Tempio Zuisenji

Salendo sul percorso collinare che conduce al tempio è difficile capire dove finisce la foresta e iniziano i giardini meravigliosi di questo luogo, progettati da Muso Kokushi, poeta e uno dei famosi monaci  Zen della storia giapponese, nonché uno dei più apprezzati architetti di giardini.

Proprio i giardini sono l’attrattiva principale del Tempio Zuisenji, sede del Buddismo Zen, immerso tra la vegetazione delle colline nella periferia orientale di Kamakura. È una piccola gemma nascosta, dove gli edifici quasi si mimetizzano tra la natura e danno vita ad un tutt’uno armonioso e pur essendo poco noto ai turisti, vale la pena visitarlo per cogliere la bellezza delle stagioni e lasciarsi contagiare dalla serenità di questo luogo.

Visitare il Tempio Zuisenji

A metà del sentiero che conduce al tempio ci si trova di fronte ad un bivio: da un lato una salita più ripida fatta da una scalinata in pietra, dall’altro un percorso dalla pendenza più dolce. Sebbene entrambi i sentieri conducano al tempio, la scelta non è semplice e ciascuno riserva sorprese diverse, ma questo è solo un assaggio della visione dell’architetto giardiniere Muso Kokushi.

Le strutture che formano il complesso si caratterizzano per linee semplici ed essenziali, un tratto distintivo della filosofia zen e anche un modo per mettere in risalto la “vera protagonista”, ovvero la natura.

Dietro alla sala principale si può ammirare un originale giardino di rocce, immancabile in ogni tempio zen, l’unico esempio tipico del periodo Kamakura rimasto oggi nel paese. Il giardino appare quasi “ritagliato” dalla natura: al centro del giardino sorge un laghetto che si estende ai piedi di una parete rocciosa, nella quale è stata scavata una grotta usata per secoli dai monaci come luogo di meditazione.  La semplicità di questo giardino si pone in netto contrasto con la ricchezza del giardino che invece si estende dinanzi alla sala principale: un tripudio di piante e aiuole fiorite che hanno portato a soprannominare Zuisenji il “tempio dei fiori”.

Nella bella stagione e in autunno le aree verdi attorno al tempio attirano tantissimi visitatori, appassionati di natura e fotografia, intenti ad ammirare i fiori e i colori malinconici del foliage autunnale.

Informazioni generali per la visita

Il tempio è accessibile tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00 ad un costo di ingresso di 200 yen.

Come arrivare

Dalla stazione di Kamakura potete prendere un taxi oppure autobus diretto al Santuario Kamakura-gu e da qui proseguire a piedi per 10-15 minuti. Raggiungere a piedi il tempio dalla stazione è invece piuttosto impegnativo, in quanto si impiega circa un’ora di camminata.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!