Isola di Sado

A due ore di traghetto dalla costa di Niigata, l’Isola di Sado è stata per molti anni un luogo di esilio di politici, monaci e intellettuali scomodi al governo: tra questi ci furono l’ex Imperatore Juntoku, il monaco buddista Nichiren e il fondatore del teatro Noh, Zeami Motokiyo. La posizione remota di questo fazzoletto di terra ha di certo influito nel destino di quest’isola che per secoli è stato un luogo ignorato da tutti fino a quando, agli inizi del 1600, sono stati scoperti giacimenti di oro e Sado ha finalmente voltato pagina.

Oggi Sado non è più un triste luogo di esilio e attorno alle miniere d’oro sono nati parchi tematici che offrono spunti per il divertimento di famiglie e turisti. L’isola conserva tracce di culture, religioni e tradizioni di tutti coloro che vi hanno vissuto e numerosi sono i luoghi storici in cui approfondire meglio il passato di questo territorio. Sebbene sia possibile visitare Sado in un giorno, il modo migliore per cogliere l’essenza dell’isola è quella di fermarsi a dormire in uno dei tanti ryokan tradizionali, rilassarsi negli onsen e assaggiare i piatti della cucina locale.

Cosa vedere

Oggi Sado è una meta turistica ancora poco frequentata dal turismo di massa ma che rappresenta un’ottima meta alternativa per un weekend di relax a contatto con la natura in un luogo in cui si respirano tranquillità, tradizioni antiche e sapori genuini. Le spiagge pittoresche, i terrazzamenti delle coltivazioni di riso e le stradine panoramiche che passano tra le montagne e lungo la costa, danno la possibilità di praticare numerose attività sportive e spaziare con lo sguardo di fronte a paesaggi mozzafiato: gli sport acquatici, il trekking, il campeggio e le passeggiate in bicicletta o i tour in macchina sono alcune delle cose che si possono fare a Sado. Un’altra attrattiva sono gli onsen, così come la gastronomia locale fatta di materie prime di estrema qualità come il riso da cui si ottiene il tanto celebrato sakè artigianale dell’isola.

Sado è conosciuta anche grazie al gruppo musicale Kodo, specializzato nel tamburo giapponese taiko, e per il famoso festival annuale Earth Celebration.

L’arte del riso

Tutta la prefettura di Niigata è rinomata in Giappone per il suo delizioso riso e Sado non è da meno. I famosi terrazzamenti di riso Iwakubi Shoryu sono una delle attrattive dell’isola da vedere e da fotografare. Ovunque vi fermerete a mangiare sull’isola avrete modo di assaggiare riso e il sakè artigianale della zona, in particolare se alloggiate in un ryokan, ma per una degustazione ad hoc visitate la famosa distilleria Hokusetsu Brewery.

Tour in barca

La costa rocciosa e frastagliata dell’isola di Sado è famosa per le sue acque cristalline e uno dei modi migliori per esplorarla è a bordo di un’imbarcazione tradizionale in legno chiamata tarai bune. I tour salpano dalla cittadina meridionale di Ogi e sono guidati da uno staff che indossa costumi tradizionali del passato per rendere l’esperienza ancora più nostalgica.

Lungo la costa settentrionale sono disponibili crociere turistiche in barche dal fondo in vetro nell’area di Senkaku Bay, il cui scenario a molti evoca i fiordi norvegesi.

Osservare i toki

L’isola di Sado è la casa di alcune specie animali rare, tra cui l’ultima colonia esistente di toki, ovvero l’Ibis Crestato Giapponese, una specie di volatile in via di estinzione che qui viene protetta attraverso dei programmi di allevamento. Oggi se ne può vedere qualche esemplare allo stato selvatico esplorando le aree naturali dell’isola, ma il modo migliore per vederli è visitare il Toki Forest Park, che comprende un museo e una riserva naturale dedicata agli ibis.

Visitare la spiaggia delle tartarughe

All’estremità settentrionale dell’isola si estende la spiaggia di Futatsugame, di fronte alla quale si erge un isolotto che, per la sua forma particolare, si dice evochi due tartarughe. La spiaggia è una delle più popolari e belle dell’isola e se viaggiate in estate è perfetta per un tuffo nelle sue acque limpide. Dalla spiaggia partono sentieri di trekking che conducono in cima alle scogliere dove si hanno viste mozzafiato sul mare.

Tour in auto

Se vi va di noleggiare un’auto, Sado è probabilmente il luogo migliore per fare un tour on the road. Avere un’auto vi consente di esplorare l’isola in totale libertà e di percorrere la strada panoramica Osado Skyline, che si snoda tra le montagne dell’isola e lungo la costa offrendo un tragitto suggestivo.

Alla ricerca dell’oro

La Sado Kinzan Gold Mine e il Nishimikawa Gold Park si trovano sulla costa occidentale dell’isola e sono due luoghi perfetti per conoscere meglio il passato dell’isola attraverso la visita delle vecchie miniere d’oro e numerose attività divertenti per tutta la famiglia.

Attrattive culturali

Durante l’esilio del monaco buddista Nichiren, nell’isola sono stati fondati due templi, Konpon-ji e Myosho-ji, oggi divenuti i principali luoghi di culto di Sado. In particolare Myosho-ji è famoso per i suoi bellissimi giardini.

Il Museo di Storia di Sado è un luogo in cui ripercorrere il passato dell’isola in maniera insolita, attraverso leggende e vicende storiche raccontate da uno spettacolo di marionette.

Come arrivare

L’Isola di Sado dista 50 km dalla costa di Niigata e presenta due porti principali: Ryotsu è collegato alla città di Niigata con corse in ogni periodo dell’anno, mentre il porto più piccolo di Ogi offre collegamenti con la cittadina di Naoetsu solo durante la bella stagione.

Se partite dal porto di Niigata, troverete disponibili i traghetti e gli aliscafi della compagnia Sado Kisen che offrono corse frequenti durante la giornata. I traghetti impiegano circa due ore e mezza per compiere la traversata ad un costo di 2.380, mentre gli aliscafi impiegano un’ora ad un costo maggiore (6.390 yen).

Dal porto di Naoetsu la compagnia Sado Kisen gestisce solamente i classici traghetti, con 1-3 partenze giornaliere a seconda della stagione. Il tempo della traversata fino a Ogi è identico ma il prezzo è leggermente maggiore (3.780 yen). Il servizio di trasporto da Naoetsu viene sospeso da novembre a marzo.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!