Iga

Terra di ninja e di poeti, Iga è una città della Prefettura di Mie nata nel 2004 dall’unione della città Ueno con cinque villaggi limitrofi, tanto che la si può trovare spesso indicata anche come Iga Ueno.

Questa destinazione, ancora poco popolare tra i turisti internazionali, è una meta consigliata a chi vuole scoprire il volto rurale e più misterioso del Giappone e rilassarsi passeggiando sui sentieri che si immergono nella natura, tra spettacolari cascate e villaggi termali.

Imparare le misteriose arti dei ninja

L’entroterra della Prefettura di Mie, fatto di piccoli villaggi e campi nascosti tra le montagne, è da sempre considerato la patria dei ninja. Proprio qui, sono state sviluppate le arti marziali e il ninjutsu, ovvero l’arte dello spionaggio, utilizzate dai ninja ed è nata la scuola di Iga che, durante l’epoca feudale, era considerata una delle due principali del Giappone assieme alla scuola di Koka, nella Prefettura di Shiga.

Questa regione è rimasta per diversi secoli la base dei ninja, i quali venivano assoldati poi dai signori feudali del Giappone come spie e assassini.

Oggi di tutto questo restano solo le pagine di libri di storia e dei romanzi, ma la città di Iga l’ha reso una delle sue più grandi attrattive con la realizzazione di un Museo dei Ninja in cui i visitatori non solo possono conoscere meglio la storia di questi “guerrieri dell’ombra” ma hanno la possibilità di assistere a dimostrazioni, prendere parte ad attività per apprenderne le tecniche e divertirsi con mostre interattive e giochi.


Nei panni dei ninja tra castelli e percorsi nelle foreste

Dopo la visita al museo, recatevi al vicino Castello di Ueno, dove un tempo i signori feudali comandavano e impartivano ordini ai ninja; qui, oltre a visitare la fortezza e il museo che ospita, potete godervi splendide viste della città. Il castello è immerso in un parco molto esteso con sentieri che si snodano tra giardini e alberi di ciliegio; in primavera è uno dei luoghi migliori della città per ammirare la fioritura dei ciliegi che solitamente cade agli inizi di aprile. Il parco del castello ospita inoltre un paio di musei, tra cui il museo dedicato al poeta Basho Matsuo e il Museo Danjiri dedicato all’omonimo festival cittadino.

Chi lo desidera può continuare la sua avventura alla scoperta del mondo dei ninja tra le montagne a sud della città, dove si trovano le 48 cascate di Akame. Qui è possibile prendere parte ad un corso di addestramento ninja negli stessi luoghi in cui si allenavano i combattenti oppure, se siete amanti di trekking e natura, fare piacevoli passeggiate ammirando le meravigliose cascate della zona.

Nei luoghi di Basho Matsuo

Iga è anche il luogo natale di uno dei più grandi poeti giapponesi, Basho Matsuo, che visse agli inizi del Periodo Edo. La città rende omaggio a questo grande scrittore aprendo le porte della sua casa natale e di un museo memoriale dedicato e con un festival annuale (Basho Festival) che si svolge il 12 di ottobre. La dimora natale del poeta si trova nei pressi del castello ed è stata restaurata e arredata con mobili d’epoca per ricreare gli ambienti tipici del periodo, mentre vicino alla stazione è possibile vedere la residenza Minomushian, l’unica delle cinque case delle vacanze di Basho rimasta intatta. Voci locali, che però non hanno avuto alcun riscontro reale, sostengono che Basho fosse un ninja e una spia al servizio del clan Tokugawa e questo di certo alimenta la curiosità verso questa figura. 

Alle prese con l’artigianato locale

Non lontano dal castello, presso l’Iga Center for Traditional Culture (Iga Dento Densho-kan) è possibile conoscere e provare una delle forme d’artigianato tradizionali ancora poco famose, il “kumihimo”. Si tratta di trecce decorative realizzate con corde e nastri che sono usate per ornare abiti e kimono, ma anche per fare braccialetti e altri oggetti popolari nella cultura giapponese. Presso il centro, oltre a conoscere meglio la storia di questa tecnica antica, potete prendere parte ad un laboratorio e tornare a casa con un bellissimo braccialetto o portachiave fatto a mano proprio da voi.

Rilassarsi negli onsen

Yunoyama Onsen è un pittoresco villaggio termale nelle vicinanze di Iga dove potete concedervi un po’ di relax nelle calde acque termali degli onsen della zona. Diversi ryokan tradizionali punteggiano la località consentendo anche a chi non si ferma a dormire, di accedere alle vasche. Una funivia conduce alla cima del Monte Gozaisho, dove vi attendono sentieri di trekking, piste da sci e viste mozzafiato.

Come arrivare

Potete raggiungere Iga comodamente in treno diretto con le linee JR e Kintetsu dalle vicine località di Nagoya, Kyoto e Osaka. Il viaggio dura tra un’ora e mezza e due ore circa.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).