Come muoversi a Oslo

Oslo è una città perfetta per passeggiare e, fortunatamente, molte attrazioni sono raggiungibili a piedi e distano pochi metri l’una dall’altra. Tuttavia se avete in programma di visitare la capitale della Norvegia nei mesi più freddi, probabilmente preferirete spostarvi con i mezzi pubblici.

Oslo dispone di un’ottima e variegata rete di mezzi pubblici che include metro, tram, treni, autobus e taxi che sono ampiamente disponibili e raggiungono ogni area della città. Per aiutarvi a pianificare meglio il viaggio, eccovi una guida su come muoversi a Oslo, a partire dall’arrivo in aeroporto.

Dall’aeroporto al centro

Oslo è servita da due aeroporti: Aeroporto di Oslo (Gardermoen) e Aeroporto di Sandefjord (Torp). L’aeroporto di Oslo è il più grande ed è il principale snodo di trasporto aereo internazionale per la Norvegia, mentre l’aeroporto di Sandefjord, più distante dalla città, serve numerose compagnie low cost come KLM, Ryanair e Wizz Air.

Dall’aeroporto di Oslo (Gardermoen) al centro

L’aeroporto di Oslo si trova a Gardermoen, a 47 chilometri a nord-est di Oslo.

Per viaggiare tra la città e l’aeroporto avete diverse opzioni disponibili:

  • Il treno express Flytoget ha partenze ogni 10 minuti e in genere impiega circa 19 minuti per raggiungere la stazione centrale di Oslo S. I biglietti costano 196 corone (19,80 euro) se acquistati da un distributore automatico di biglietti o nell’app Flytoget, ma non è incluso alcun cambio. Si tratta del modo più rapido e comodo per raggiungere Oslo.
  • I treni Vy sono diretti a Drammen, a sud di Oslo, passando però per la stazione centrale Oslo S, ma ci sono anche corse dirette a nord a Eidsvoll, Lillehammer e Trondheim. Questo è il modo più popolare ed economico per raggiungere Oslo: il viaggio dura 23 minuti e i treni partono due volte ogni ora. I biglietti costano 105 corone (10 euro) o 69 corone (7 euro) se acquistati con una tessera valida per i trasporti pubblici di Oslo che include anche un eventuale cambio di linea o mezzo. I biglietti sono venduti alle biglietterie automatiche, a bordo oppure tramite l’app Vy.
  • Gli autobus Flybussen per il centro di Oslo sono un’altra opzione comoda sebbene impieghino più tempo (45 minuti circa) e non sia più di tanto conveniente rispetto al treno: il biglietto per una tratta costa 179 corone (18 euro) ma è incluso un cambio. È possibile però trovare prezzi scontati se si acquista il biglietto online o tramite l’app Flybussen.
  • I taxi. L’ultima alternativa, comoda se arrivate di notte quando i treni non sono più in funzione, è il taxi. I taxi devono essere prenotati nello stand all’interno del terminal prepagando la corsa: ci sono vari prezzi fissi a partire da circa 700 corone (70 euro) a seconda di dove si trova la vostra destinazione finale. È di certo la soluzione più costosa ma a differenza di altre città non si rischiano truffe ed è un mezzo comodo per viaggiare se avete tanti bagagli.

Dall’aeroporto di Sandefjord (Torp) al centro

L’aeroporto di Sandefjord-Torp si trova vicino a Sandefjord e Tønsberg, a 118 km a sud di Oslo. 

Anche in questo caso per viaggiare tra la città e l’aeroporto avete diverse alternative:

  • Gli autobus della compagnia Torpekspressen collegano l’aeroporto a Drammen e Oslo (1 ora e 45 minuti) e hanno un costo di 240 corone (24,25 euro) per un biglietto solo andata e di 420 corone (42,43) per un biglietto andata e ritorno.
  • I treni Vy collegano la stazione ferroviaria dell’aeroporto e il centro di Oslo con corse dirette, ma è necessario prendere un bus-navetta gratuito per raggiungere la stazione dal terminal.
  • I taxi sono molto costosi perciò non ve li consiglio più di tanto: una corsa per Oslo costa circa 2.000 corone norvegesi (220 euro).

Spostarsi in città

Biglietti e pass

Tutti i trasporti pubblici a Oslo e nella contea circostante di Akershus fanno parte dello stesso sistema di biglietti e prezzi, gestito da Ruter. I biglietti di Ruter sono quindi validi su autobus, tram, metropolitane, traghetti (non il traghetto Bygdøy) e treni locali.

Tutte le tariffe dei trasporti sono determinate dalla zona in cui si viaggia: la zona 1 comprende quasi tutta Oslo, quindi se prevede di limitarvi alla visita della città durante la vostra vacanza, difficilmente avrete necessità di andare oltre alla zona 1. Le corse singole su qualsiasi mezzo di trasporto pubblico, inclusi i treni, costano 35 corone (3,50 euro) per gli adulti e 18 corone (1,82 euro) per i bambini e gli anziani. Se pensate di sfruttare spesso i mezzi pubblici sono disponibili biglietti che includono corse illimitate in un periodo da 24 ore a sette giorni con un prezzo che varia da 53 a 249 corone (5,35-25,26euro) a persona.

Se avete in programma di acquistare l’Oslo Pass, i trasporti pubblici all’interno della zona 1 (Oslo) e della zona 2 sono inclusi, tra cui anche il traghetto per i musei di Bygdøy, che invece non è incluso nei biglietti e pass regolari. L’Oslo Pass non copre i viaggi in treno da e per l’aeroporto.

Oslo in metropolitana (T-bane)

Oslo ha una delle più grandi reti di metropolitana in Europa che è conosciuta localmente come Tunnelbane o solo T-bane in norvegese. Parte del sistema di trasporto pubblico Ruter di Oslo, la rete si compone di cinque linee ed è facile da utilizzare per i visitatori. La linea più utile è la “Ringen”, una linea ad anello che parte dal nord del centro di Oslo e raggiunge il cuore della città per poi tornare indietro. Nata principalmente per servire i pendolari della capitale, la rete si estende fino alla periferia con stazioni facilmente riconoscibili, contrassegnate da grandi loghi circolari con una “T” blu e bianca. Prestate attenzione ad entrare nell’ingresso corretto, poiché la maggior parte delle stazioni ha accessi separati a seconda della direzione in cui si desidera guidare. Per pianificare il viaggio, consultate la mappa del percorso T-bane oppure sfruttate la comoda app di Ruter.

Oslo in tram e autobus

Oltre a servire le immediate vicinanze del centro, le linee di autobus e tram di Ruter viaggiano anche nei sobborghi di Oslo, il che le rende il modo migliore per spostarsi. Entrambe le reti sono estremamente efficienti e in genere operano fino a mezzanotte, ma ci sono anche linee di autobus notturne.

Le linee principali di tram coprono parti della città non servite dalla metropolitana e sono un modo efficace per spostarsi, grazie anche ai passaggi frequenti: di solito i tram passano ogni 10 minuti durante il giorno e ogni 20 minuti la sera e la mattina presto. Il principale terminal dei tram si trova a Jernbanetorget, dove convergono tutte le linee.

Le linee di autobus coprono il resto della città e anche queste convergono principalmente a Jernbanetorget. Le linee di autobus più utili per i visitatori sono gli autobus 30, 31, 32, 34, 37 e 54, che passano da Jernbanetorget e coprono parti centrali della città non servite da linee di tram o metropolitana.

Le notti del fine settimana alcune linee di autobus restano in funzione e la maggior parte di queste inizia o passa vicino alle fermate dell’autobus del palazzo del Parlamento (Stortinget) e di Jernbanetorget (stazione centrale di Oslo / Oslo S).

Oslo in traghetto

Sebbene i traghetti siano disponibili solo tra metà marzo e metà ottobre, sono uno dei modi più convenienti per andare e tornare da Bygdøy, la penisola che racchiude numerosi musei di Oslo, e raggiungere alcune delle isole più belle attorno alla capitale norvegese. Il traghetto Bygdøyfergene diretto a Bygdøy offre partenze ogni 20/30 minuti dal molo “City Hall Pier 3”.

I traghetti effettuano due fermate, la prima a Dronningen ((Museo Folkloristico Norvegese, Museo navi Vichinghe ed Oscarshall) e la seconda a Bygdøynes (Kon-Tiki, Fram e Museo Marittimo).

I biglietti, non inclusi nel trasporto Ruter, costano 50 corone (5 euro) solo andata, 75 corone (7,60) con il ritorno, ma se avete l’Oslo Pass il viaggio è gratis. 

Oltre a questo, ci sono diversi traghetti hop-on hop-off che consentono di fare una piacevole crociera attorno a Oslo, raggiungere Bygdøy e salire e scendere alle varie fermate a proprio piacimento per una visita.

Oslo in taxi

Come in altre grandi città, i taxi sono numerosi e sempre disponibili, sebbene siano piuttosto costosi: la tariffa minima per la maggior parte delle aziende è di almeno 80 corone (8 euro) aumentando a circa 160 corone (16 euro) nelle notti del fine settimana e nelle festività, tuttavia sono di notte sono spesso l’unica soluzione disponibile oltre agli autobus notturni. Possono essere fermati in strada, presso i posteggi designati alle stazioni o di fronte agli hotel, oppure prenotati per telefono.

Un aspetto positivo è che i tassisti di Oslo sono onesti e le truffe ai danni dei clienti sono pressoché inesistenti. Ci sono diverse compagnie quindi i prezzi variano da una all’altra, ma generalmente troverete le tariffe esposte sull’auto con tanto di dettagli sui supplementi, perciò controllate bene e informatevi prima di salire.

Tutti i taxi accettano Visa e Mastercard e la carta di credito viene solitamente verificata all’inizio del viaggio, quindi non stupitevi se vi viene richiesta non appena salite a bordo; il conducente trattiene poi la carta di credito per effettuare la transazione al termine della corsa.

Oslo in bicicletta

Se visitate Oslo nella bella stagione, potete utilizzare il servizio di bike sharing di Oslo, chiamato “Oslo Bysykkel”, per spostarvi in bicicletta e godervi ancora meglio il paesaggio urbano ed entrare maggiormente in sintonia con lo stile di vita locale: i norvegesi amano andare in bicicletta! Negli ultimi anni, l’amministrazione locale ha creato un numero sempre maggiore di piste ciclabili e molte delle strade dove in precedenza circolavano automobili ora sono solo pedonali e ciclabili. È possibile utilizzare percorsi ciclabili dedicati ove disponibili oppure pedalare in strada insieme alle auto, facendo attenzione a seguire le stesse regole delle automobili.

Noleggiare una bicicletta è semplicissimo: tutto quello che devi fare è scaricare l’app Oslo City Bike, registrarvi per individuare la stazione di noleggio più vicina, selezionare la bici, cliccare “sblocca” quando siete vicini alla postazione e prendere in prestito la bici designata utilizzando il PIN ricevuto. Potrete scegliere tra varie soluzioni di noleggio: potete optare per un pass giornaliero dal costo di 49 corone (5 euro) o per un pass di 72 ore al costo di 99 corone (10 euro).

È anche possibile scoprire Oslo con un tour guidato in bicicletta, offerto da varie compagnie di noleggio di bici: avrete così il vantaggio di essere accompagnati da una guida locale che vi mostrerà i luoghi più belli della città.

Oslo in auto

Noleggiare un’auto non è pratico a Oslo per diversi motivi: innanzitutto il parcheggio è limitato, inoltre dovrete fare molta attenzione in strada dando la precedenza ai tram e ai ciclisti. Oltre a questo c’è da considerare che potete raggiungere anche le attrazioni più lontane con i mezzi pubblici, quindi noleggiare un’auto a Oslo non è poi così utile. Tuttavia potrebbe essere un’opzione da considerare se avete una vacanza abbastanza lunga e volete esplorare i dintorni della città e raggiungere alcune località vicine, immergendovi così nei paesaggi rurali attorno a Oslo. Le agenzie di noleggio auto le potete trovare in aeroporto e in centro città.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).