Quanti giorni in Norvegia

Con una gamma così ampia di luoghi da esplorare, la Norvegia è una di quelle destinazioni che i viaggiatori potrebbero visitare per settimane, se non per mesi, senza stancarsi affatto. Detto questo, è possibile creare facilmente anche un itinerario in grado di cogliere il meglio del paese in molto meno tempo. Il consiglio che vi do è quello di ritagliarvi almeno cinque giorni per approfondire davvero i vari aspetti della Norvegia. Certo, non esiste una risposta unica e adatta a tutti alla domanda di “quanti giorni servono per visitare la Norvegia”, perciò anche se avete meno tempo non rinunciate ad esplorare questo splendido paese nordico, ma incentrate l’itinerario su una o due aree specifiche. Se invece avete la fortuna di avere una settimana o più e un sufficiente budget a disposizione, ancora meglio perché potete godervi le attrazioni della Norvegia con maggiore calma e includere anche aree remote come le Isole Lofoten o le Svalbard.

Le stagioni

La durata di un viaggio in un paese nordico come la Norvegia è anche fortemente influenzata dalla stagione: in estate potrete vivere in tre o quattro giorni quasi le stesse esperienze che in inverno richiedono almeno una settimana per via delle poche ore di luce. Durante l’estate si consigliano almeno tre giorni interi poiché la praticamente ininterrotta luce solare permette di avvistare meglio la fauna selvatica e crea un’atmosfera magica che non vorrete lasciare. D’altra parte, se avete intenzione di visitare il paese nei mesi autunnali o invernali a caccia dell’aurora boreale, è utile tenere a mente che più a lungo rimanete, maggiore è la probabilità di vedere l’Aurora Boreale. Una piccola nota da considerare è che alcuni dei luoghi più remoti, come le Isole Svalbard, sono più accessibili al di fuori dei mesi invernali. Se avete intenzione di viaggiare durante la tarda primavera o all’inizio dell’autunno, assicuratevi di avere un giorno o due in più poiché gli avvistamenti di animali non sono così frequenti in questo periodo dell’anno.

Due o tre giorni in Norvegia

Con solo un paio di giorni o tre, non sarete in grado di esplorare molto oltre alla capitale, Oslo, ma se avete solo questo tempo potete comunque dedicarlo alla visita di questa città, strutturando l’itinerario tra musei e passeggiate tra il centro città e il porto. Se avete tre giorni potete concedervi una crociera in barca oppure fare una gita di un giorno nella campagna circostante.

Quattro o cinque giorni in Norvegia

Se avete più di un solo fine settimana, Bergen e Sognefjord sono l’aggiunta perfetta per farsi un’idea dalla vita fuori dalle grandi città. Bergen è piuttosto piccola e qui potete visitare lo storico molo di Bryggen e salire sulla funicolare del Monte Fløyen, mentre i fiordi circostanti sono enormi con infinite opportunità di esplorazioni e divertimento: in questo caso è meglio avere almeno due giorni interi poiché la maggior parte delle escursioni a piedi, in bicicletta o in barca vi richiederà almeno mezza giornata.

Da cinque a sette giorni in Norvegia

Con circa una settimana di tempo le opzioni per avventurarsi oltre i classici itinerari aumentano notevolmente. Un’aggiunta comune è Alesund e i suoi dintorni che offrono un numero sorprendente di attività e meraviglie da visitare: la città stessa regala bellissimi edifici in stile Art Nouveau, interessanti musei e un acquario. Da qui è un peccato non trascorrere almeno una giornata esplorando il fiabesco Geirangerfjord, con tutte le sue montagne innevate e le sue cascate e se avete un giorno o due in più, le gite ai vicini parchi nazionali di Jostedalsbreen e Jotunheimen meritano una visita: il primo ospita il più grande ghiacciaio dell’Europa continentale, mentre il secondo ospita la famosa passeggiata di montagna Besseggen. Detto questo potreste anche decidere di visitare solo pochi luoghi ad un ritmo lento, prendendovi anche del tempo per riposare: del resto questo paese invita ad immergersi nei suoi paesaggi senza fretta.

Da otto a dieci giorni in Norvegia

Un periodo da otto a dieci giorni potrebbe sembrare tanto, ma vi permette di scoprire angoli remoti di natura incontaminata. Diventa possibile ad esempio esplorare i confini dell’estremo nord come Tromso e dirigersi verso alcune delle più remote frontiere norvegesi. Raggiungere le isole Lofoten può facilmente richiedere quasi un’intera giornata a tratta, ma se non volete girare tanto potete anche riposare e dedicarvi a varie attività che vanno dall’escursionismo allo sci alla visita di colorati villaggi di pescatori.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).