Cosa vedere a Oslo

Oslo è una delle capitali più belle al mondo grazie anche alla presenza di parchi e spazi aperti che sono parte integrante del paesaggio urbano e sono facilmente accessibili da qualsiasi parte della città. Il centro storico è una gioia da esplorare a piedi grazie ai numerosi percorsi e sentieri che collegano i suoi spazi pubblici, così come le sue numerose aree pedonali. La città offre una vasta gamma di attrazioni turistiche, tra cui edifici storici, musei, gallerie e parchi. In questa guida scopriamo insieme cosa vedere a Oslo.

Parco di Vigeland

L’iconico Parco di Vigeland è racchiuso all’interno del famoso Parco Frogner di Oslo ed è una delle attrazioni turistiche più famose della Norvegia. Aperto tutto l’anno, è un parco di sculture ad opera di Gustav Vigeland e contiene 650 dinamiche sculture in bronzo, granito e ferro battuto. Le statue sono suddivise in cinque gruppi tematici: il più antico è il gruppo di fontane, raffigurante il ciclo della vita umana, al di là del quale si può vedere un monolite alto 16 metri, che comprende 121 corpi umani intrecciati. Trascorrete del tempo esplorando il resto del Parco Frogner, dove ci sono ampi spazi verdi per picnic, strutture ricreative, un enorme roseto e il più grande parco giochi della nazione. Qui potete trovare anche il Museo della Città di Oslo e il Museo Vigeland, che si trovano appena fuori dal parco.

Fortezza di Akershus

Sul promontorio di Akernes sorge la maestosa Fortezza di Akershus, costruita da Håkon V alla fine del tredicesimo secolo. Prendetevi tutto il tempo necessario per vagare nel complesso a partire dalle mura con le loro meravigliose viste sul porto per poi esplorare la pittoresca cappella con la tomba di Håkon VII e i resti del castello medievale originale. Nel parco si trova anche il Museo della Resistenza norvegese, dove approfondire il periodo dell’occupazione tedesca.

Museo delle Navi Vichinghe

Nessun viaggio in Norvegia sarebbe completo senza visitare almeno uno dei numerosi musei e mostre dedicati al passato vichingo del paese. Uno dei migliori è il Museo delle Navi Vichinghe di Oslo che ospita tre navi storiche del IX secolo, tra cui la famosa nave Oseberg lunga 21 metri. Insolitamente le navi furono utilizzate come siti funerari per quattro importanti membri della società vichinga, che vennero sepolti con una vasta selezione di oggetti, inclusi mobili, abbigliamento e oggetti personali, che forniscono una grande visione della vita vichinga. Il film del museo “Vikings Alive” offre uno sguardo affascinante su questi manufatti e mostra il lungo processo di costruzione navale vichinga. I Vichinghi hanno avuto un ruolo importante nella cultura scandinava e il Museo delle navi vichinghe è il luogo perfetto per iniziare il vostro viaggio in Norvegia.

Museo Nazionale

Il Museo Nazionale di Oslo comprende la Galleria Nazionale e il Museo Nazionale – Architettura, nonché ulteriori collezioni di arte e design contemporanei. La Galleria Nazionale di Oslo ospita la più grande collezione d’arte del paese, con opere di artisti norvegesi dal XIX secolo ad oggi, tra cui J. C. Dahl e diverse opere di Edvard Munch, tra cui il suo capolavoro più famoso, “L’Urlo”. Il nuovo Museo Nazionale, che dovrebbe essere completato entro il 2020, ospiterà infine le collezioni del Museo di Arte Contemporanea e del Museo di Arte e Design attualmente chiusi, oltre a diventare la sede di una parte delle collezioni della Galleria Nazionale. Il Museo Nazionale – Architettura, che comprende modelli storici e contemporanei, nonché schizzi e bozze concettuali, rimarrà nella sua posizione attuale presso Bankplassen 3.

Museo Munch

Dedicato alla vita e alle opere del più grande pittore norvegese, Edvard Munch (1863-1944), il Munch Museum contiene una vasta collezione di dipinti, disegni, acquerelli e sculture del grande artista. Contiene quasi 28.000 opere d’arte oltre ad oggetti personali, strumenti e persino la sua biblioteca privata. Il museo organizza anche mostre speciali dedicate a particolari aspetti dei lavori di Munch approfonditi attraverso proiezioni di film, concerti, visite guidate e lezioni.

Palazzo Reale

Il Palazzo Reale norvegese, costruito nel 1825, domina il paesaggio urbano di Oslo. L’imponente edificio di 173 stanze e sale è aperto al pubblico per visite guidate solo durante l’estate, con guide in lingua inglese quattro volte al giorno. I tour includono la visita nei luoghi più significativi, come il salotto bianco, la sala degli specchi, la sala grande, la sala banchetti e altri ancora. I visitatori sono anche liberi di passeggiare per i giardini e assistere al cambio della guardia tutto l’anno. Appena a sud del palazzo si trova il Norwegian Nobel Institute, dove viene assegnato il Nobel per la pace.

Museo Fram

Questo museo prende il nome dalla prima nave norvegese costruita appositamente per le esplorazioni al Polo Nord ed è un must per chiunque abbia interesse per l’Artico. L’attrazione principale del museo è la Fram, un’icona grazie ai suoi numerosi viaggi polari di successo, così come Gjøa, la prima nave a navigare nel passaggio a nord-ovest. Il museo merita sicuramente una visita se volete scoprire di più sulla storia marittima della Norvegia e com’era la vita a bordo di queste pericolose esplorazioni.

Holmenkollen (Museo dello Sci e Torre del Trampolino)

Il Museo dello sci di Holmenkollen è il più antico del suo genere al mondo: è aperto dal 1923. Qui gli appassionati di sci troveranno mostre e manufatti che raccontano quasi 4000 anni di storia di questa disciplina. Lo sci più antico in mostra risale al 600 d.C. e ci sono molti altri esempi, tra cui gli sci dell’VIII, X e XII secolo che spaziano tra un’ampia varietà di usi. Il museo ha anche una “Hall of Fame” dedicata ai grandi sciatori norvegesi, mostre interattive su sci e snowboard moderni e anche informazioni sulle esplorazioni polari di Fridtjof Nansen sulla nave Fram. Le visite guidate includono anche l’accesso alla Torre del Trampolino, da dove avrete una vista fantastica; potete inoltre provare a vivere in prima persona un salto dal trampolino, grazie ad un simulatore.

Cattedrale di Oslo

Sebbene sia nata nel 1697, la Cattedrale di Oslo è stata ricostruita e rinnovata numerose volte. La sua torre fu ricostruita nel 1850, mentre il suo interno fu rinnovato poco dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Tra le caratteristiche degne di nota vi sono la facciata principale con le sue porte decorate in bronzo, i dipinti sul soffitto, il pulpito e l’altare barocco e le vetrate di Emanuel Vigeland. Dopo aver visitato la chiesa, assicuratevi di esplorare il Bazar di Oslo lungo le antiche mura della chiesa, che oggi ospita gallerie, caffè e antiquari.

Municipio (Rådhuset)

L’enorme municipio di Oslo (Rådhuset) è senza dubbio uno dei grandi monumenti della città. Questo imponente edificio quadrato è stato progettato da Arnstein Arneberg e Magnus Poulson e ha due torri, una delle quali ornata da un enorme orologio. Una delle torri ospita le 38 campane che si sentono suonare in tutta l’area del porto. Oltre alla sua affascinante facciata con sculture e rilievi, merita una visita anche l’interno, che vanta un ricco affresco realizzato da Henrik Sørensen, Per Krohg, Edvard Munch e altri famosi artisti norvegesi.

Aker Brygge

Costruito attorno a un cantiere navale abbandonato, l’area di Aker Brygge è il cuore e l’anima della città. Vivace e vibrante giorno e notte, la sua straordinaria architettura, una magnifica miscela di vecchio e nuovo che si abbina perfettamente alla straordinaria bellezza naturale della Norvegia, è mozzafiato. Si stima che 12 milioni di visitatori si dirigano verso Aker Brygge ogni anno, attirati dal suo lungomare, negozi raffinati, ottimi ristoranti e accoglienti bar all’aperto tutto l’anno. Durante la visita, approfittatene per entrare nel nuovo Museo di Arte Moderna Astrup Fearnley che è composto da due edifici: uno espone la collezione permanente di opere di grandi artisti come Andy Warhol, Damien Hirst e Jeff Koons, l’altro invece ospita mostre temporanee a rotazione.

Museo di Storia Naturale e Giardini Botanici

Il Museo di Storia Naturale di Oslo, che comprende il Museo Geologico, il Museo Zoologico e i Giardini Botanici, custodisce la più grande collezione di storia naturale della Norvegia. Il Museo Geologico comprende minerali, metalli preziosi e meteoriti, oltre a un’impressionante collezione di scheletri di dinosauri, mentre nel Museo Zoologico troverete mostre dedicate alla fauna norvegese. Il preferito da visitatori, tuttavia, sono gli incantevoli Giardini Botanici. Nati nel 1814, i giardini ospitano oltre settemila specie di piante diverse dalla Norvegia e da altre parti del mondo e uno splendido giardino roccioso con cascate.

Teatro dell’Opera di Oslo

Sede dell’opera e del balletto nazionale norvegese, il Teatro dell’Opera di Oslo sembra quasi voler scivolare nel porto della città, un effetto voluto dalle superfici esterne inclinate. Rivestito in marmo italiano e granito bianco, il Teatro dell’Opera è il più grande edificio culturale costruito in Norvegia ed ha una capienza di 1.364 posti a sedere. Oltre alle sue numerose esibizioni, i visitatori possono anche partecipare a una serie di interessanti programmi pubblici e tour dietro le quinte, nonché godere una meravigliosa vista dal tetto dell’edificio.

Fiordo di Oslo

Se viaggiate durante la bella stagione non potete perdervi una crociera attraverso il fiordo di Oslo. I traghetti partono dai moli di Aker Brygge e fanno parte della rete di trasporto pubblico quindi sono semplici da utilizzare, ma ci sono anche compagnie di tour privati. Nell’esplorazione del fiordo potrete visitare isole come Langøyene, Gressholmen, Lindøya e Hovedøya, ognuna delle quali offre ottime opportunità per nuotare, prendere il sole, fare un barbecue e fermarsi in campeggio.

Quartieri Grünerløkka e Torshov

Il fiume Akerselva percorre Oslo da nord a sud e proprio adagiato sulle rive del fiume si trova il quartiere di Grünerløkka, uno dei più interessanti e particolari della città: qui scoprirete numerosi piccoli caffè, ristoranti e bar. Grünerløkka è anche un famoso quartiere dello shopping, con negozi di design originali e molti negozi vintage e di seconda mano. Appena a nord di Grünerløkka troverete Torshov, una zona tranquilla con centri culturali, grandi parchi e caffetterie rilassate.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).