Come muoversi a Bucarest

Bucarest ha uno dei sistemi di trasporti pubblici più estesi d’Europa, che include metropolitana, filobus, autobus, tram e taxi che consentono di raggiungere ogni area della città in base alle proprie esigenze. Tuttavia molte parti della città, in particolare quelle centrali, si possono esplorare tranquillamente a piedi riuscendo così a cogliere anche gli angoli più nascosti della capitale rumena.

Se siete in partenza per Bucarest, eccovi una guida su come muoversi in città, a partire dall’arrivo in aeroporto.

Dall’aeroporto al centro

Tutti i voli di linea, compresi quelli operati da compagnie aeree low cost, atterrano all’aeroporto internazionale Henri Coanda, situato a Otopeni, a 18 km a nord del centro.

Ci sono diverse opzioni per arrivare dall’aeroporto al centro di Bucarest:

  • Autobus. L’autobus express 783 collega l’aeroporto direttamente al centro di Bucarest. Ci sono partenze ogni 20 minuti circa tutti i giorni, compresi i fine settimana e le festività (ogni 40 minuti durante la notte). Il viaggio in autobus dura circa 40 minuti o anche di più a seconda del traffico. L’autobus express 780 è un’altra linea utile e collega l’aeroporto con la stazione ferroviaria principale, Bucuresti Nord (Gara de Nord). Parte circa ogni 40 minuti, tutti i giorni (compresi i fine settimana e i giorni festivi) dalle 5.30 alle 23.00. Il tragitto, andata e ritorno, costa 8,60 lei rumeni e potete decidere se acquistare i biglietti singoli oppure comprare una tessera “Activ Card” dal prezzo di 3,70 lei, a cui aggiungere 7 lei per due viaggi da / per l’aeroporto. La tessera potete poi utilizzarla per spostarvi in città.
  • Treno. Il servizio Henri Coanda Expres combina un viaggio in minibus+treno per la stazione Nord di Bucarest. I biglietti possono essere acquistati all’interno dell’aeroporto presso la biglietteria del CFR e il prezzo è 8,1 lei. Il viaggio inizia con un trasferimento in navetta di due chilometri, seguito da viaggio in treno di 30 minuti per Gara de Nord. La durata totale del viaggio dall’aeroporto a Gara de Nord è di circa 50 minuti e una volta giunti a destinazione potete prendere i mezzi pubblici (metro e autobus) verso le altre zone di Bucarest. Romania. Il servizio prevede una partenza ogni ora tra le 5.15 e le 20.20.
  • Taxi. Il taxi è un’opzione comoda se viaggiate di notte o se avete molti bagagli. La corsa in questo caso viene pagata a tassametro ma ci si munisce di un biglietto presso delle macchinette, le quali emettono una ricevuta con il numero di taxi designato: questo sistema è stato adottato per evitare truffe ai danni dei turisti che un tempo erano molto comuni. Non consegnate la ricevuta al tassista ma conservatela fino all’arrivo in caso di controversie.

Spostarsi in città

Bucarest in metropolitana

La metropolitana conta quattro linee (M1, M2, M3, M4) e copre la città in modo piuttosto esteso. È un modo economico (5 lei per 2 viaggi, 20 lei per 10 viaggi e 25 lei per un abbonamento settimanale), semplice e rapido per spostarsi nonostante ci siano sorprendentemente poche fermate nel centro della città, poiché il sistema era stato originariamente costruito per trasportare lavoratori e pendolari dai quartieri periferici alle aree industriali passando attraverso la città.

La rete offre partenze frequenti ed è affidabile e facile da usare.

La linea M1 inizia nella parte orientale della città e poi attraversa il centro su un percorso circolare, passando dalla stazione ferroviaria principale Gara de Nord e incontrandosi con la linea M2 (che corre da nord a sud) alle stazioni Piaţa Unirii e Piaţa Victoriei. La linea M3 collega le parti occidentali e orientali della città. La sezione centrale sulla M3 tra Eroilor – Nicolae Grigorescu è condivisa con la M1. La linea M4 corre su un breve percorso che parte da Gara de Nord 2 e arriva al Parc Bazilescu, nel quartiere Bucureştii Noi.

Biglietti o abbonamenti possono essere acquistati nelle stazioni della metropolitana, segnalate da un grande cartello blu (M) e quindi possono essere facilmente identificate in strada.

Bucarest in autobus, tram e filobus

Bucarest ha una rete molto complessa di autobus, tram e filobus che a prima vista potrebbe apparire abbastanza confusionaria per un turista. La capitale rumena è servita infatti da un’intricata rete di centinaia di linee di autobus, tram e filobus che però rappresentano un ottimo e comodo modo per spostarsi dato che c’è una fermata praticamente ovunque in città e le linee consentono di raggiungere davvero ogni zona. I mezzi di solito sono molto frequenti, ma gli orari variano da una linea all’altra. Tutte le stazioni del trasporto pubblico sono segnalate con una piccola targa bianca e una scritta rossa con il nome della stazione e il numero di tutti gli altri autobus e tram che si fermano lì. Includono gli autobus notturni, che contengono una “N” prima del loro numero.

Nella maggior parte dei filobus e in alcuni autobus e tram moderni, le fermate vengono annunciate automaticamente e visualizzate su uno schermo all’interno del veicolo. La RATB (Regia Autonomă de Transport Bucureşti) è la società responsabile della gestione del trasporto pubblico in superficie di Bucarest.

Biglietti e pass

Per quanto riguarda i biglietti, il vantaggio principale è che i biglietti per autobus, tram e filobus possono essere usati su tutte e tre le tipologie di mezzo. Inoltre i punti di vendita dei biglietti si trovano in tutta Bucarest, principalmente presso o nelle vicinanze delle stazioni. I biglietti devono essere convalidati dopo essere saliti sul veicolo al fine di evitare possibili circostanze spiacevoli, il cui esito è costituito da una multa di 50 lei (il valore equivalente di circa 13 euro).

I biglietti non vengono venduti singolarmente ma va acquistata una smart card ricaricabile chiamata Activ card al costo di 3,70 lei sulla quale può essere caricato ogni tipo di biglietto o pass. Molto convenienti sono il pass giornaliero dal costo di 8 lei rumeni (1,7euro) e quello settimanale al prezzo di 17 lei rumeni (3,60euro). La carta magnetica può essere utilizzata sia per i trasporti in superficie che per il trasporto sotterraneo, a seconda del tipo di formula acquistata. Ricordatevi che non è possibile acquistare i biglietti a bordo. 

La tessera va convalidata dopo essere entrati in un veicolo (o nella stazione della metropolitana), posizionandola davanti al dispositivo di convalida fino a quando non sentite un breve segnale acustico e il display mostra la scritta “Calatorie Placuta” che significa “Buon viaggio”. Se viene emesso un segnale acustico prolungato seguito dal messaggio “Repetati validarea la acelasi validator”, ovvero “Ripeti la convalida” o qualsiasi altro messaggio, provate a convalidare nuovamente la scheda. Un biglietto è valido solo sull’autobus / tram / filobus in cui è stato convalidato e per un solo viaggio, quindi se si effettua un cambio è necessario avere un secondo biglietto o convalidare nuovamente la tessera.

Bucarest in taxi

A Bucarest ci sono diverse compagnie di taxi che offrono a turisti e gente del posto la possibilità di spostarsi in città senza i vincoli del trasporto pubblico. Tuttavia è consigliabile scegliere solo taxi autorizzati (vetture di colore giallo) e prestare attenzione al tassametro, assicurandosi che la tariffa esposta sulle portiere posteriori del veicolo (o sui finestrini) sia quella addebitata dal tassametro.

I taxi dovrebbero esporre solitamente una tariffa minima iniziale (tra 1,6 e 3 lei), una tariffa per km (da 1,4 a 3,6 lei) e una tariffa oraria. Diffidate dei tassisti che si approcciano a voi e se possibile evitate quelli appostati nei luoghi molto turistici. Le grandi compagnie più famose e sicure sono Speed Taxi, Meridian, Taxi 2000, National Taxi, Cobalcescu e Dartex. Uber è un’alternativa economica e sicura, con un servizio che opera anche dall’aeroporto.

Bucarest a piedi

Esplorare Bucarest a piedi può essere un’alternativa piacevole, sebbene a differenza di altre capitali le attrazioni di Bucarest sono sparse in tutta la città, motivo per cui visitarle tutte potrebbe implicare l’uso di vari mezzi di trasporto.

D’altra parte, fare lunghe passeggiate nei numerosi grandi parchi o sui marciapiedi dei viali dello shopping di Bucarest potrebbe essere un modo bellissimo di conoscere meglio la città e svagarsi all’aperto.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).