5 giorni in Romania

Cinque giorni non sono molti per visitare la Romania, ma con questo itinerario riuscirete a scoprire il meglio del paese, a partire dalla capitale Bucarest fino alla parte meridionale della Transilvania, una terra ricca di storia e fiabe, castelli e città medievali. Questo itinerario di 5 giorni in Romania include tutti i luoghi imperdibili, più o meno conosciuti, ma se avete più tempo a disposizione leggete il mio itinerario di “10 giorni in Romania”.

Giorno 1: arrivo a Bucarest

Il centro di Bucharest, nel quartiere Lipscani.
Il centro di Bucharest, nel quartiere Lipscani.
Dopo aver lasciato i bagagli in hotel, partite alla scoperta di Bucarest. La capitale della Romania è piena di vita e offre diversità e contrasti: gloriosi edifici della Belle Époque, eredità dell’era comunista come il Palazzo del Parlamento, l’architettura del XVIII secolo della Città Vecchia e grattacieli di vetro sormontati da rooftop bar.

Il centro storico è dove iniziare la visita. Definita la “Parigi dell’Est” per le sue strade acciottolate e i bar e ristoranti alla moda, questa è l’area più bella in cui passeggiare. Dopo un pranzo prendetevi del tempo per esplorare le stradine laterali e i siti storici che includono numerose chiese antiche. Se avete tempo, da non non perdere la visita al Museo del Villaggio, un museo etnografico all’aperto nel Parco Herăstrău con oltre 200 fattorie e case contadine autentiche provenienti da tutta la Romania. Alla sera l’area della Città Vecchia resta animata grazie alla presenza di numerosi bar e pub.

Giorno 2: Bucarest – Palazzo Peles – Castello di Bran – Brasov

Il secondo giorno vi porterà tra castelli e borghi medievali. Salite su un treno da Bucarest verso Sinaia (un’ora e mezzo di viaggio) e visitate lo splendido Palazzo Peles, ex rifugio privato della famiglia reale rumena e attualmente sede di una delle più grandi collezioni d’arte dell’Europa orientale. Sinaia è la porta d’accesso alla Transilvania, quindi dopo aver trascorso mezza giornata esplorando l’affascinante città e il famoso palazzo, tornate alla stazione dei treni per un viaggio di un’ora verso Brasov, un gioiello medievale che riposa ai piedi del Monte Tampa.

Qui l’attrazione principale è il Castello di Bran, dove potrete scoprire il mito del Conte Dracula e conoscere le leggende della Transilvania. Alla sera esplorate il centro storico di Braslov con le sue strade affascinanti e regalatevi una vista mozzafiato su tutta la città dalla cima della Torre Bianca.

Giorno 3: Brasov – Cittadella di Rasnov – Viscri – Sighisoara

Da Brasov vi sarà facile raggiungere la cittadella medievale fortificata di Rasnov situata in cima a una collina a circa mezz’ora di treno o auto. Con 800 anni di storia alle spalle, si tratta della cittadella meglio conservata della Transilvania e una delle strutture più antiche del suo genere.

Una volta visitata Rasnov, partite verso Viscri, un piccolo borgo dove si possono scoprire tradizioni antiche ancora intatte e dove poter viaggiare indietro nel tempo. Il fiore all’occhiello qui è la Chiesa fortificata di Viscri, patrimonio UNESCO.

L’ultima tappa della giornata è Sighisoara, uno dei borghi medievali meglio conservati d’Europa. Ci sono alcuni hotel e pensioni proprio all’interno del centro storico, tra le strade colorate, vecchie botteghe, fortificazioni e caffè dalle atmosfere bohémien. Sighisoara è un luogo che sembra uscito da un libro di fiabe.

Giorno 4: Sighisoara – Biertan – Sibiu

La prima tappa della giornata è a Biertan, a 40 minuti a sud-ovest di Sighisoara. Biertan è probabilmente una delle più belle cittadine sassoni in Transilvania ed è famoso per la sua chiesa fortificata, una costruzione medievale sulla collina circondata da tre mura. Dopo aver trascorso un pomeriggio tranquillo nel borgo, dirigetevi a Sibiu (un’ora di viaggio in auto), un’altra meraviglia medievale della Transilvania. Fondata oltre 800 anni fa da coloni tedeschi, la città vecchia è circondata da fortificazioni ben conservate e sfoggia un mix di architettura gotica, barocca e rinascimentale. Il centro storico pedonale ricorda città eleganti come Vienna.

Giorno 5: Sibiu – Transfagarasan – Bucarest

È arrivato l’ultimo giorno di viaggio. Rimettetevi in strada verso Bucarest e attraversate i meravigliosi paesaggi dominati dai Carpazi percorrendo sulla Transfagarasan, conosciuta come una delle strade più panoramiche del mondo. Dal punto più alto, vicino alla riva di un lago glaciale, è possibile vedere l’intero Altopiano della Transilvania. Tenete presente che la strada Transfagarasan è aperta solo da giugno a ottobre perciò se viaggiate nei mesi tra novembre e maggio, un’alternativa per andare a Bucarest è passare per la Valle dell’Olt che attraversa i Carpazi meridionali.

Per chi non viaggia in auto, la soluzione più economica per arrivare da Sibiu a Bucarest è l’autobus che impiega circa 5-6 ore, ma se avete poco tempo potete anche optare per un volo interno e arrivare a Bucarest in meno di 3 ore.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).