3 giorni a Stoccolma

La combinazione di splendida architettura storica e atmosfere marittime rende Stoccolma una destinazione perfetta per ogni stagione e per ogni tipo di vacanza. Anche se avete solo 3 giorni riuscirete a godervi il meglio della capitale svedese, grazie alle sue dimensioni compatte che la rendono facilmente navigabile a piedi o con i mezzi e in questo articolo voglio consigliarvi un itinerario completo di 3 giorni a Stoccolma.

Giorno uno: centro storico di Stoccolma

Gamla Stan

Dopo aver raggiunto la vostra sistemazione, dirigetevi verso Gamla Stan, il centro storico di Stoccolma ideale per un primo impatto con la città. Fate una passeggiata per le sue strade acciottolate che si aprono su piazzette vivaci sempre piuttosto affollate.

Il modo migliore per esplorare Gamla Stan è semplicemente perdendosi nel suo dedalo di stradine, tra le quali si fanno strada alcuni edifici storici e monumenti. Tra questi noterete sicuramente il bel palazzo barocco Riddarhuset, che ospita la “Casa della Nobiltà”, un’organizzazione nata per proteggere il patrimonio storico e gli interessi della nobiltà svedese; il Bondeska Palatset o “Bonde Palace” è un altro palazzo elegante e venne progettato come residenza privata ma ora ospita la Corte Suprema svedese. Un altro edificio molto importante è il Stockholms Slott o Kungliga Slottet in svedese: si tratta del palazzo reale svedese e gli appartamenti reali e i tre musei ospitati all’interno sono aperti al pubblico. È uno dei punti di interesse più popolari di Stoccolma.

Non mancano le chiese, tra cui nel centro domina la Cattedrale di Stoccolma, statue sparse qua e là per il quartiere e alcuni luoghi particolari come il vicolo Mårten Trotzigs Gränd, largo solo 90 cm che rappresenta il vicolo più stretto di Stoccolma ed è piuttosto apprezzato dai fotografi.

Sempre a Gamla Stan si può visitare anche il Nobelmuseet, il Museo dei Nobel insieme all’Accademia svedese e alla Biblioteca Nobel, tutti ospitati nell’ex edificio della borsa di Gamla Stan.

Riddarholmen

Dopo il pranzo nel pomeriggio potete visitare Riddarholmen, una piccola isola collegata da un ponte a Gamla Stan. Date le sue piccole dimensioni potete facilmente abbinarla al resto della città vecchia. Qui potete ad esempio passeggiare nell’area verde Evert Taubes Terrass, da cui si gode una splendida vista su Södermalm da un lato e sul centro città dall’altro. Il parco prende il nome dall’artista, autore, compositore e cantante svedese Evert Taube, che è stato immortalato con una statua proprio in questa zona.

Riddarholmskyrkan, la chiesa di Riddarholmen, è uno degli edifici più antichi di Stoccolma ed è anche l’unica abbazia medievale rimasta di Stoccolma, perciò vale la pena farci un salto per vederla.

Secondo giorno: musei e shopping

Djurgården

Iniziate la giornata a Djurgården, una delle isole di Stoccolma dove si concentrano alcuni dei musei più importanti della città, tanto che viene chiamata “l’isola dei musei”. Djurgården, sebbene sia situata proprio nel centro della città, appare come una grande riserva naturale, con tanti spazi verdi e attrattive per le famiglie, tra cui il parco dei divertimenti Tivoli e molti ristoranti.

In quest’isola si trova il più famoso dei musei di Stoccolma, il Museo Vasa che ospita l’omonimo vascello del diciassettesimo secolo affondato nel suo viaggio inaugurale proprio di fronte alla costa di Stoccolma.

A seconda del numero dei musei e di ciò che volete vedere e fare a Djurgården, potreste decidere di trascorrere qui anche l’intera giornata, rilassandovi nelle aree verdi o visitando il parco dei divertimenti se viaggiate con i bambini.

Norrmalm

Se invece volete solo esplorare l’area velocemente, nel pomeriggio potete recarvi a Norrmalm, fulcro commerciale e moderno di Stoccolma. Qui potrete passeggiare lungo grandi vie dello shopping come Drottninggatan, Hamngatan e Kungsgatan, lungo le quali si alternano boutique, grandi centri commerciali e ristorantini di vario genere. Norrmalm mostra un volto di Stoccolma completamente diverso rispetto ai vicoli stretti e acciottolati del centro, ma non manca di alcune attrattive molto belle da visitare come la chiesa Adolf Fredriks Kyrka, nota per la sua grande acustica, la sala da concerti Konserthuset, un imponente edificio classico che domina la piazza Hötorget, costruito appositamente per ospitare la Royal Stockholm Philharmonic Orchestra. Altre strutture popolari sono le due torri gemelle Kungstornen che si innalzano ai lati del viale Kungsgatan, collegate da un ponte ad arco.

La piazza Hötorget è presidiata ogni giorno da bancarelle di prodotti freschi e fiori, mentre alla domenica il mercato si trasforma in un mercatino delle pulci. Sempre in questo quartiere si trova il famoso mercato coperto Hötorgshallen dove potete acquistare carne, pesce, tè, caffè e spezie, e tutti i tipi di cibi internazionali. È un ottimo posto dove passare anche per uno spuntino veloce.

Terzo giorno: Drottningholm Palace e Södermalm

Drottningholm Palace

Il Drottningholm Palace è un palazzo reale risalente al diciassettesimo secolo ed è inserito tra i siti patrimonio mondiale dell’UNESCO. È una delle migliori attrazioni da vedere a Stoccolma e oltre a visitare le sale interne del palazzo, che è aperto al pubblico, si può passeggiare nei suoi giardini, arricchiti da un padiglione cinese e assistere a uno spettacolo al Palace Theater.

Potete raggiungere il Palazzo di Drottningholm in autobus o in barca e quest’ultima alternativa è ideale se volete godervi anche una piccola crociera panoramica.

Södermalm

Nel pomeriggio potete fare una bella passeggiata nel quartiere di Södermalm, famoso per essere una zona alla moda, con le sue boutique indipendenti, i graziosi caffè e i negozi vintage.

Södermalm è anche il luogo dove si trova SoFo, l’abbreviazione di “South of Folkungatan”. È una zona piena di negozi eleganti, ristoranti e caffè situati tra Fokungatan a nord, Ringvägen a sud, Erstagatan a est e Götgatan a ovest.

Questa non è l’unica cosa che potete vedere a Södermalm: tra le altre attrattive c’è il percorso panoramico Monteliusvägen che su un lato presenta una sfilza di case molto pittoresche che sfoggiano un tradizionale design nordico, mentre dall’altro offre una vista straordinaria sull’acqua e sul resto della città.

In alcuni luoghi di Södermalm è ancora possibile trovare le tipiche case in legno del XVIII e XIX secolo spesso dipinte in colori come il rosso e il giallo che si prestano bene ad una fotografia. Tra queste c’è anche la casa più piccola di Stoccolma che si trova al civico 5 del viale Nytorgsgatan: il suo colore rosso contrasta piacevolmente con il grande edificio giallo accanto.

Un’altra attrattiva del quartiere è Fotografiska, un museo e centro dedicato alla fotografia, in cui sono ospitate mostre temporanee, una libreria, una galleria e un ristorante rinomato.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).