3 giorni a Praga

La capitale della Repubblica Ceca è una popolare destinazione europea, con la sua storia affascinante e le sue atmosfere romantiche. Tre giorni a Praga sono un periodo di tempo ideale per visitare la città e vedere le maggiori attrazioni e in questa guida trovate un itinerario completo di 3 giorni che vi aiuterà a trarre il massimo del vostro soggiorno a Praga.

Giorno 1: Castello e Centro storico

Castello di Praga e Cattedrale di San Vito

Iniziate la visita della città dal Castello di Praga che si erge su un promontorio affacciato sul fiume Moldava. È un vasto complesso i cui primi edifici risalgono al IX secolo; tra le strutture ci sono anche la cattedrale gotica di San Vito, la basilica romanica di San Giorgio e la sala cerimoniale Sala Spagnola. Il castello ospita diversi musei nel complesso, tra cui la collezione di arte della National Gallery. 

Fiore all’occhiello del complesso è la Cattedrale di San Vito, che risale alla metà del XIV secolo e sorge sulle fondamenta di una cappella dei primi del X secolo e di una chiesa romanica dell’XI secolo. Ci sono stati molti architetti coinvolti nella progettazione e costruzione dell’edificio, che ha impiegato centinaia di anni per essere completato: è famosa per il suo eccezionale design e i dettagli elaborati, ma l’elemento più noto è la Cappella di San Venceslao.

Ponte Carlo

Il Ponte Carlo, noto anche come Karlov in ceco, è un grande ponte di pietra che si estende attraverso il fiume Moldava collegando la città vecchia con la Praga moderna. Il ponte fu costruito durante il regno di Carlo IV ed è fiancheggiato da bellissime statue barocche, che sebbene rappresentino delle repliche (gli originali si trovano nel Museo Nazionale) danno vita ad un insieme particolarmente affascinante. Nei suoi primi anni di vita, il ponte era l’unico collegamento tra la città vecchia e il Castello di Praga e dalla fine degli anni ’70 è stato vietato l’accesso alle auto, rendendolo completamente pedonale. Il momento migliore per passeggiare sul ponte è la mattina, prima che i venditori ambulanti allestiscano le loro bancarelle o la sera tardi per ammirare Praga illuminata.

Kampa

Quando attraversate il Ponte Carlo, vi consiglio di fare una breve deviazione per visitare Kampa, un’isola nel fiume Moldava che si inserisce tra Mala Strana e Certovka. L’isola offre ai visitatori splendidi panorami, un’atmosfera eccezionale, una rigogliosa vegetazione e musei.

Piazza della Città Vecchia

Il centro storico di Praga, che si trova dall’altra parte del fiume rispetto al Castello di Praga, è il vivace centro turistico della città. La grande piazza nel cuore della città vecchia è conosciuta come Piazza della Città Vecchia ed è circondata da bellissimi edifici e gioielli architettonici tra cui il famoso orologio astronomico situato in cima alla Torre del Municipio.

La torre è la parte più antica del Municipio e risale circa alla metà del 1300. La sua sagoma gotica racchiude all’interno una cappella e cripte sotterranee. L’orologio astronomico cattura lo sguardo degli osservatori ogni ora dalle 9 alle 23, quando va in scena un breve show in cui i dodici apostoli fuoriescono dall’orologio. Sono disponibili dei tour del Municipio che includono una visita alle sale storiche, alla torre e alle aree sotterranee. Approfittate del giro in centro per perdervi tra i suoi vicoli traboccanti di negozietti, ristorantini e cafè. 

Parizska Street

Parizska Street è la strada più elegante di Praga dove, concentrati in un breve tratto, potete trovare negozi lussuosi e ristoranti prestigiosi. Anche se non avete intenzione di acquistare nulla, potete dare una sbirciatina alle vetrine e rilassarvi passeggiando in questa strada. Il viale inizia in Piazza della Città Vecchia e termina presso il fiume Moldava.

Casa danzante

La Casa danzante è un edificio moderno situato nel centro di Praga e, nonostante non sia antico quanto i suoi edifici circostanti, merita comunque una visita per il suo particolare design. Fu progettato nel 1992 dall’architetto Vlado Milunic in collaborazione con l’architetto Frank Gehry e si trova lungo il fiume, nel sito di una casa barocca distrutta dai bombardamenti statunitensi nel 1945.

Il design insolito, composto da una parte statica e una parte “dinamica” dall’apparenza irregolare, rispecchia il momento di incertezza e transizione del Paese negli anni della costruzione.

Giorno 2: la Praga moderna

Torre Petrin

Nel secondo giorno del vostro itinerario di Praga, continuate ad esplorare la città, andando questa volta all’esplorazione del volto più moderno di Praga, rappresentato da edifici come la Torre Petrin che si erge sulla collina Petrin, nel quartiere di Mala Strana. È una torre d’acciaio alta 63 metri che ricorda la Torre Eiffel e offre una meravigliosa vista sul castello e sul fiume.

Il Museo Nazionale

Il Museo Nazionale fu fondato nel 1818 dal conte Kaspar Sternberg, un mineralogista e paleontologo che donò la sua intera collezione al museo.

Si tratta della galleria più grande del paese e l’edificio principale si trova in Piazza Venceslao, ma la collezione è suddivisa in altri edifici sparsi per la città. Il percorso di visita comprende mostre sull’evoluzione della natura e la zoologia, sulla preistoria e la storia ceca e internazionale e molto altro ancora.

Piazza Venceslao

Piazza Venceslao è una delle piazze principali di Praga e rappresenta il centro delle attività commerciali e culturali. Prende il nome del Santo Patrono della Repubblica Ceca ed è anche il luogo in cui nel corso degli anni si sono svolte numerose manifestazioni politiche. Oggi resta una bellissima piazza vivace, fiancheggiata da ristoranti, grandi centri commerciali e hotel perciò vi consiglio di farvi una passeggiata tranquilla.

Il quartiere ebraico

Lasciate Piazza Venceslao per esplorare i vicoli del quartiere ebraico di Praga, noto anche come Josefov, che si trova tra la Piazza della Città Vecchia e il fiume. Risale al XIII secolo, quando gli ebrei di Praga furono costretti a lasciare le loro case per trasferirsi nel quartiere.

La zona racchiude diversi edifici storici e monumenti, tra cui sei sinagoghe e uno dei più importanti cimiteri ebraici in Europa.

Rudolfinum

Camminate verso il lungofiume nei pressi del quartiere ebraico per ammirare il Rudolfinum, un edificio neorinascimentale che sorge sulla Piazza Jan Palach e i cui esterni bellissimi meritano una breve sosta. La sala è stata a lungo associata alla musica e qui si svolgono molti concerti in gran parte di musica classica.

Klementinum

Sulla strada tra il Rudolfinum e il Teatro Nazionale sorge il Klementinum o Clementinum, un complesso di edifici barocchi dove avete la possibilità di entrare e ammirare una delle biblioteche più belle del mondo!

Teatro Nazionale

L’edificio del Teatro Nazionale è uno dei più belli di Praga e il suo tetto d’oro può essere rapidamente riconosciuto da qualsiasi punto di vista sulla città. Inaugurato nel 1881, venne gravemente danneggiato da un incendio solo due mesi dopo, ma fu prontamente ricostruito. L’edificio è eccezionale dall’esterno, ma anche l’interno merita una visita.

Statua di Franz Kafka

Dopo aver visto da vicino il Museo Nazionale, tornate a Piazza Venceslao, ma lungo la strada non perdetevi la statua dedicata a Franz Kafka. Si tratta di un’opera d’arte impressionante che sorprende per una particolarità: la testa mobile. È stata installata nel centro di Praga solo nel 2014, ma da allora è diventata un must per chi visita la città.

Giorno 3: Ancora Praga o Gita di un giorno fuori città

Museo d’Arte Moderna e Contemporanea

Se siete appassionati di musei e d’arte, vi consiglio una tappa al Museo Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea, ospitato nel Palazzo Veletrzni, sul lato nord del fiume.

Conserva una collezione esemplare di arte ceca ed europea del XIX-XXI secolo. Il legame di Praga con l’arte contemporanea è forte: artisti come Le Corbusier, Walter Gropius e Paul Klee hanno vissuto in città e tenuto conferenze qui.

Vinohrady

Non è necessario camminare lontano da Piazza Venceslao per raggiungere Vinohrady, un elegante quartiere residenziale con strade tranquille fiancheggiate da splendidi edifici neorinascimentali e neogotici. Qui potete trovare molti caffè affascinanti, mercati, piccoli ristoranti e molti negozi di alimentari specializzati. Vinohrady ha anche diversi parchi dove la gente del posto va a fare jogging o semplicemente rilassarsi, e il preferito è Grebovka, una splendida area verde con molti percorsi, vegetazione e persino un piccolo vigneto.

Crociera sul fiume Moldava

Riposatevi per un po’ con una gita in barca. Il fiume Moldava si snoda attraverso Praga, ed è impossibile non attraversarlo più volte durante un soggiorno a Praga. Attraversare i suoi ponti offre scenari molto suggestivi, ma se c’è un’esperienza consigliata è quella di fare una crociera sul fiume da dove potete apprezzare ancora meglio la bellezza di Praga.

Alternative

Gita al Parco Nazionale della Svizzera Boema

Il nostro terzo giorno a Praga potreste dedicarlo a fare un’escursione fuori città per esplorarne i dintorni. La tranquillità della campagna circostante offre una boccata d’aria fresca dal trambusto di Praga e una delle mete più gettonate soprattutto se viaggia nella bella stagione è il Parco Nazionale della Svizzera Boema, che si trova a cavallo del confine tra Repubblica Ceca e Germania. Si trova a solo un’ora e quaranta minuti da Praga.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).