Wall Street

Strade eleganti affollate di uomini d’affari e una giungla di grattacieli tra cui si fanno spazio edifici carichi di storia: si presenta così Wall Street, il cuore finanziario della Grande Mela. Qui si trova la  New York Stock Exchange, la più grande borsa valori al mondo il cui andamento decide le sorti del mercato globale. Sebbene da qualche anno la Borsa di New York non sia più visitabile all’interno, vale la pena comunque fermarsi ad ammirare dall’esterno l’elegante edificio in stile neoclassico e avventurarsi all’esplorazione del distretto finanziario di New York.

Anche se a primo impatto la Lower Manhattan sembra un quartiere nato di recente, in realtà è da questa zona acquistata dagli Olandesi per pochi spiccioli che è nata New York e dunque è da qui che i turisti dovrebbero cominciare la loro vacanza per comprendere meglio la storia della città e come sia diventata quella che è oggi.

Palazzo della Borsa e il Toro

Il palazzo della Borsa di Wall Street è riconoscibile dalla splendida facciata dominata da imponenti colonne e da una serie di sculture che raffigurano l’Integrità affiancata dall’Agricoltura, l’Industria mineraria, la Scienza, l’Industria e l’Invenzione.

Una delle usanze più famose e antiche della Borsa di Wall Street è il rintocco delle campane, che segna l’inizio e il termine delle contrattazioni; è un rituale che viene spesso effettuato anche da grandi imprenditori e politici. Dopo l’attacco dell’11 settembre si è deciso di vietare l’ingresso ai turisti, ma chiunque sia interessato alla storia della finanza americana può visitare la Federal Reserve Bank of New York, la banca più importante d’America che offre anche tour guidati gratuiti (con prenotazione) e l’interessante  Museum of American Finance, in cui viene ripercorsa l’evoluzione della moneta, dal baratto fino ad oggi e si analizzano gli andamenti delle borse in relazione agli eventi storici più importanti.

Non dimenticatevi inoltre di scattare una foto con il celebre Toro di Wall Street che si trova al termine di Broadway Street, vicino al Bowling Green Park, ma che in origine venne “depositato” dal suo stesso creatore Arturo di Modica di fronte al palazzo della Borsa; gli amministratori non gradirono e lo fecero spostare e fu così che la statua cambiò location, ma divenne una delle attrazioni principali di questo quartiere.

Cosa vedere

Lo stesso nome Wall Street ci racconta un po’ del passato di New York: lungo questo viale sorgeva un muro eretto dagli olandesi nel 1600 per proteggersi dagli attacchi dei nemici; oltre al muro comparvero anche una serie di edifici che piano piano spazzarono via le foreste e le paludi che in origine ricoprivano interamente questa zona.

Un’altra testimonianza del dominio olandese è la bellissima chiesa gotica Trinity Church, che sorge a pochi passi dal palazzo della borsa e risale al 1600; oggi sembra quasi nascosta tra i grattacieli circostanti, ma quando fu costruita era l’edificio più alto di New York. Nel cimitero della chiesa sono seppelliti alcuni personaggi importanti che hanno contribuito allo sviluppo della città.

Il centro della vita quotidiana e delle attività commerciali degli Olandesi era nel punto in cui sorge oggi il Bowling Green Park, il parco più antico di New York: qui si svolgeva il mercato del bestiame e del grano e i principali eventi della New Amsterdam; a pochi passi si trovava il Fort Amsterdam, sulle cui rovine è stata poi costruito l’Alexander Hamilton Custom House, l’ex palazzo della dogana che oggi ospita il Museo dedicato alla storia dei nativi americani, visitabile gratuitamente. Sulla facciata principale potete ammirare quattro statue raffiguranti l’Asia, le Americhe, l’Europa e l’Africa. Ancora più antica è la strada su cui si affaccia il Bowling Green Park: Broadway Street era già stata tracciata dai nativi americani.  Un altro spazio verde è Battery Park, situato a pochi passi lungo le sponde del fiume Hudson: dal molo partono i traghetti per la Statua della Libertà ed Ellis Island e nel parco è possibile visitare ancora il forte Castle Clinton, costruito nel 1800 per custodire la batteria di cannoni da utilizzare in caso di invasioni e attacchi di nemici. Battery Park è incorniciato da una serie di grattacieli, tra cui spicca la One World Trade Center, meglio conosciuta come la Freedom Tower, nata sulle macerie delle due Torri Gemelle; è possibile accedere all’osservatorio in cima al grattacielo per godersi la splendida vista a 360° su New York. Accanto alla Freedom Tower si trova il toccante 9/11 Memorial & Museum, nato per commemorare le vittime del tragico attacco dell’11 settembre.

Ma il distretto finanziario di New York regala sorprese continue ed è così che proprio dinanzi al palazzo della borsa si erge un edificio che narra la storia più recente degli Stati Uniti: la Federal Hall, famosa perché qui George Washington prestò il suo giuramento per diventare il primo presidente americano; poco distante, al numero 54 di Pearl Street si trova la Fraunces Tavern, un’ex taverna, oggi museo e pub-ristorante in cui lo stesso George Washington nel 1783 fece il suo discorso di addio all’Esercito Continentale. Se volete rivivere le atmosfere dell’epoca, fermatevi a pranzo in questo ristorante. In alternativa potete optare per uno dei bar e locali di Stone Street, famosa per essere stata la prima strada asfaltata di New York: mangiare in questo viale acciottolato su cui si affacciano dimore ed edifici storici è un’esperienza incredibile; in estate i locali allestiscono i tavolini all’aperto e sembra quasi di essere in una grande piazza.

Consigli per la visita

Durante la settimana questa zona è piuttosto vivace e movimentata, soprattutto nelle ore di punta, mentre nel weekend si respira un’atmosfera particolare e ogni angolo è pervaso da una calma a dir poco surreale.

Per esplorare il quartiere al meglio si può prendere parte ad uno dei tanti Wall Street Walking Tour, ovvero delle visite gratuite effettuate da volontari.

Galleria Foto


Mappa:

Nome: Wall Street

Nelle vicinanze:

By: wyliepoonA 115 metri
By: Brian LauerA 188 metri
By: Michael DaddinoA 193 metri
By: Wagner T. Cassimiro "Aranha"A 233 metri
burger-burger-24A 257 metri
By: Reading TomA 258 metri