Urabandai

Conosciuta anche come “altopiano Bandai”, Urabandai è una meravigliosa destinazione turistica che attira tanti appassionati di natura e attività all’aperto. Si trova sull’altopiano a nord del Monte Bandai ed è nata in seguito ad un’eruzione vulcanica che ha bloccato il corso dei fiumi della zona, creando i tanti piccoli laghi che oggi punteggiano il paesaggio, offrendo uno scenario particolarmente romantico che invita i turisti a passeggiare sui sentieri di trekking e lasciarsi ammaliare dalle sfumature della vegetazione. Urabandai è molto gettonata in autunno, quando appassionati e fotografi affollano i percorsi per catturare con lo sguardo, o con l’obiettivo, le calde tonalità della natura.

A piedi tra i laghi Goshikinuma

A Urabandai troverete diversi percorsi di trekking di varia difficoltà e durata, ma il più popolare è senza dubbio il Goshikinuma Walk, chiamato anche “Percorso dei laghi dai cinque colori”.  Non è un percorso impegnativo, in quanto perlopiù pianeggiante e non troppo lungo: si snoda per circa 4 km, quindi considerate un’ora di camminata, e passa attraverso un’incantevole foresta, tra cui si fanno spazio tanti laghi più o meno grandi. I laghi hanno ciascuno un proprio nome, ma vengono comunemente chiamati laghi Goshikinuma per via delle cinque tonalità delle acque, che variano dal verde smeraldo al turchese, passando per il blu cobalto. Il colore delle acque dipende da una serie di fattori, tra cui il clima, la posizione, i minerali di origine vulcanica contenuti nell’acqua, ecc. Il percorso ha due accessi, entrambi raggiungibili in auto o in bus, quindi potete percorre il tragitto nel senso che preferite.

Lago Hibara

Altri sentieri sono quelli che costeggiano il Lago Hibara, il più grande di Urabandai con i suoi 31 km di circonferenza. In ogni stagione il lago contribuisce a rendere il paesaggio ancora più magico, con alberi di ciliegi in fiore e una vegetazione verde tra la primavera e l’estate, per poi riflettere sulle sue acque i colori nostalgici dell’autunno e circondarsi di bianco con le abbondanti nevicate invernali. Proprio in inverno la superficie del lago ghiaccia a tal punto che si riesce persino a camminarci sopra. Il piccolo isolotto Sakura Island sorge nel cuore del lago, ospitando, come suggerisce il nome, una schiera di alberi di ciliegio che in primavera fioriscono decorando il lago con il loro colore delicato.

Durante la bella stagione, indicativamente da aprile a novembre, vengono effettuate crociere turistiche in barca che permettono di fare un giro completo del lago e cogliere ancora meglio i dettagli del paesaggio, tra cui spicca la vetta imponente del Monte Bandai.

Scalare il Monte Bandai

Più impegnativo è il percorso di trekking che permette di arrivare alla cima del Monte Bandai partendo da Urubandai. In totale richiede 3-4 ore di passeggiata e parte nei pressi dall’accesso occidentale del percorso Goshikinuma Walk.

Osservatorio Nakasenuma

L’osservatorio Nakasenuma è uno dei punti privilegiati più gettonati per ammirare il paesaggio di Urabandai. Si raggiunge in circa 15 minuti passeggiando sul percorso Nakasenuma Pond Walking Trail. Lungo questo sentiero potrete circondarvi di prati ricchi di fiori alpini colorati, piante e alberi autoctoni di questa zona fino a che, a un certo punto, si aprirà di fronte a voi il bellissimo paesaggio di laghi e foreste di Urabandai, con alle spalle il profilo maestoso del Monte Bandai.

In macchina sulla Bandai-Azuma Lake Line

Un’alternativa per immergersi nei paesaggi di Urabandai è percorrere in macchina le strade panoramiche che attraversano la regione.  Tra questa c’è la Bandai-Azuma Lake Line che offre viste sensazionali su tutta l’area dell’altopiano, passando anche accanto a meraviglie naturali come la Gola Nakatsugawa.

Alloggiare a Urabandai

Tra i laghi e le foreste di Urabandai si inserisce la piccola cittadina omonima che offre una serie di alloggi tradizionali, da quelli più piccoli a gestione familiare fino ai ryokan più ampi e moderni, dotati di onsen. Nella città si trova anche un museo dedicato al Monte Bandai e alla sua ultima eruzione.

Come arrivare

Per raggiungere Urabandai potete prendere un autobus dalla stazione di Inawashiro o di Kitakata. Da Inawashiro troverete all’incirca un autobus all’ora che conduce all’accesso orientale del percorso   Goshikinuma per poi fare tappa anche nel centro della cittadina di Urabandai e proseguire per l’accesso occidentale del percorso.

Dalla stazione di Kitakata sono disponibili linee di autobus, con partenze ogni 2 ore circa, che effettuano il tragitto contrario, fermando dapprima all’ingresso ovest del percorso per poi concludere la corsa a quello orientale.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!