Takahashi

Takahashi, chiamata anche Bitchu-Takahashi dal nome della regione che la circonda, è una piccola e pittoresca città nascosta nell’entroterra montuoso della Prefettura di Okayama. Famosa per il suo castello, uno dei pochi ancora originali del Giappone, per il suo quartiere storico molto ben conservato e per i suoi templi, che racchiudono tradizioni zen e giardini incantevoli, Takahashi è una meta piacevole e interessante per i viaggiatori che desiderano avventurarsi al di fuori dei classici itinerari turistici per scoprire il Giappone del passato, con le sue atmosfere e i suoi racconti avvincenti.

Passeggiare tra le residenze storiche e fiori di ciliegio

Alla base del castello che sovrasta Takahashi si estende il centro storico della città: qui, case di samurai ed ex dimore e botteghe di mercanti e artigiani si alternano lungo le stradine offrendo uno scorcio sul Giappone di un tempo. Un paio di dimore di samurai d’alto rango sono aperte al pubblico e permettono di conoscere meglio la vita e le abitudini di queste figure leggendarie del Giappone. Passeggiare in questa zona è molto piacevole e vi ritroverete a camminare in vicoli tranquillissimi e privi di traffico, curiosare nei giardini curati delle residenze o nelle gallerie commerciali ricche di piccoli negozi e ristorantini che invitano a fermarsi per assaggiare specialità del posto e acquistare souvenir perfetti per ricordare il vostro viaggio nel paese. Il fiume Takahashi scorre sinuoso nel cuore della città affiancato da file di alberi di ciliegio che in primavera attirano gli abitanti del posto per il tradizionale hanami.

Non mancano musei e templi a punteggiare il centro storico di Takahashi, tra cui il Takahashi Folk Museum, in cui ammirare reperti, oggetti artigianali e di uso quotidiano collezionati negli ultimi secoli. Il Tempio Raikyuji è un altro luogo da non perdere: qui vi incanterete di fronte al giardino zen realizzato da uno dei più grandi architetti del paese.

Attendere il treno nella biblioteca pubblica della città

Tra tanti edifici tradizionali non manca qualche ventata di modernità, rappresentata in maniera egregia dalla biblioteca pubblica di Takahashi: inaugurata nel 2017 offre ampi spazi contemporanei e tranquilli dove sedersi, un negozio di libri, una caffetteria e piccoli ristoranti dove fare uno spuntino. L’edificio che ospita la biblioteca è collegato direttamente alla stazione JR Takahashi perciò è comodo se ad esempio siete in attesa di un treno e volete riposare prima del viaggio.

Il castello tra le nuvole

Il Castello Bitchu Matsuyama, conosciuto anche come il Castello di Takahashi, è uno dei 12 castelli del Giappone che ancora oggi conservano le loro strutture originali. La posizione privilegiata di questa fortezza, che sorge su una montagna a 430 metri di altezza, lo rende anche il castello più alto del Giappone e gli è valso il soprannome di “castello del cielo” o “castello tra le nuvole” perché in inverno l’area circostante è spesso avvolta da nubi che coprono la montagna alla base della struttura dando l’impressione che fluttui nell’aria. All’interno del castello è collocato un museo che ne illustra la storia.

Visitare il villaggio di Fukiya

Tra le colline vicino alla città, a circa 15 km dal centro di Takahashi, si trova il Fukiya Furusato Village, un distretto storico protetto che comprende numerosi edifici tradizionali in legno e dai caratteristici tetti rossi, da scoprire e osservare passeggiando tra piccoli vicoli carichi di fascino. Tra queste strutture si inserisce anche una scuola elementare che rappresenta la più antica scuola in legno di tutto il paese ed è una parte importante del patrimonio culturale del Giappone.

Danzare sotto il cielo d’estate

Il festival estivo di Takahashi, il Matsuyama Jo Odori Matsuri, si svolge ogni anno attorno alla metà di agosto e per chi viaggia in questo periodo è un’ottima occasione per immergersi nelle tradizioni e nei costumi del posto. La location in cui si tiene non è distante dalla stazione centrale e l’evento coinvolge tutti i cittadini che si ritrovano in strada, ballando alcune danze tradizionali con indosso l’immancabile yukata colorato e confrontandosi in divertenti giochi e gare di ballo. Su un piccolo palco illuminato da lanterne si esibisce un’orchestra di tamburi e altri strumenti tipici giapponesi che accompagnano le danze e intrattengono gli spettatori. Bancarelle di street food e bevande riempiono le stradine vicine offrendo spuntini e drink durante tutta la durata del festival.

Come arrivare

Takahashi si trova a nord di Okayama, lungo la linea ferroviaria che conduce a Matsue. Dalla stazione centrale di Okayama potete prendere il treno express Yakumo che vi permette di arrivare alla stazione Bitchu-Takahashi in circa 35 minuti oppure un treno locale della linea JR Hakubi che impiega un’ora. Il viaggio può essere coperto dal Japan Rail Pass.

Come muoversi

Per esplorare il centro storico di Takahashi e visitarne le maggiori attrattive potete spostarvi a piedi: sono raggiungibili in 10-15 minuti di passeggiata dalla stazione della cittadina. Esistono inoltre due ottimi servizi di trasporto in autobus, lo Youme Town Shuttle Bus e il Takahashi City Loop Bus che dalla stazione effettuano un percorso circolare, facendo tappa presso i luoghi di maggiore interesse; nessuno dei due servizi arriva vicino al castello, ma fermano comunque all’inizio del sentiero che porta alla fortezza, da cui potete quindi proseguire a piedi.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).