Supermercati a New York

Dalle catene come Whole Foods e Fairway, agli storici Zabar’s e Sahadi’s, New York pullula di supermercati di ogni genere. E oltre ad essere utili per acquistare alimenti e spuntini da portare in giro, i supermercati della Grande Mela sono un’ottima alternativa ai ristoranti per chi vuole fare un pasto veloce e soprattutto spendere poco. All’interno di quelli più grandi si trova infatti un’area in stile tavola calda, con buffet di piatti freddi e caldi, tra cui primi e secondi caldi, insalate e zuppe; potete servirvi come in un self service e pagare poi alla cassa in base al peso. In alcuni supermercati attorno al buffet si trovano banconi che servono altre specialità, come sushi, hamburger, pizza, panini fatti al momento, ecc. Se la giornata lo consente lo consente potete prendere da mangiare e recarvi nel parco più vicino per un picnic all’aperto, mentre in inverno potete sedervi nella zona attrezzata con tavolini e sedie che si trova sempre all’interno del supermercato, dove mangiate comodamente e avete spesso anche il bagno a disposizione. Le pietanze sono in generale molto buone e fresche poiché vengono preparate giornalmente, inoltre costano poco (una porzione all’incirca 8 dollari) e non avete l’obbligo di mancia. Un altro vantaggio da non sottovalutare riguarda le bevande: come forse saprete a New York non è possibile bere alcolici per strada e nei parchi, quindi se fate un picnic potete accompagnare il pasto solo con l’acqua o eventualmente dei succhi di frutta; mangiando invece all’interno del supermercato potete accompagnare il pasto con una birra (il vino non è venduto nei supermercati) e pagarla meno rispetto al bar. Se poi trovate supermercati come il 55 Fulton Market, nel Financial District, dove l’area attrezzata è esterna (d’inverno viene chiusa con un tendone) vi sembrerà di essere seduti al tavolino di un bar a gustarvi il vostro pranzo sotto i caldi raggi del sole!

Di supermercati ne trovate tanti e su ogni strada, ma qui ho selezionato per voi i migliori dal punto di vista dei prodotti e degli spazi disponibili.

Il più famoso: Whole Food Market

Quello che vi capiterà di vedere più facilmente è Whole Food Market, che negli anni ’80 era un piccolo grocery store e oggi è una delle catene di supermercati con più punti vendita nel Paese. Va detto che è un supermercato specializzato in prodotti biologici, quindi trovate prodotti e alimenti di qualità, ma ad un prezzo leggermente superiore rispetto ai tradizionali supermercati. All’interno trovate anche un vasto assortimento di prodotti senza glutine, quindi è l’ideale se soffrite di celiachia o particolari intolleranze. A New York trovate numerosi Whole Food Market in vari quartieri della città e solitamente nei pressi di attrazioni turistiche: ad esempio nel centro commerciale Time Warner Center a Columbus Circle, a Union Square, ecc. La maggior parte dei punti vendita resta aperta fino a tardi alla sera, quindi potrebbe essere l’ideale anche per una cena, anche se tenete presente che il buffet offrirà una selezione più ridotta, dato che si avvicina la chiusura e molte pietanze non vengono più rimpiazzate.Whole Food Market è secondo me il migliore dal punto di vista dell’assortimento, della qualità e delle aree attrezzate per mangiare.

Gli storici: Zabar’s e Sahadi’s

Anche se non dovete comprare nulla, vale comunque la pena visitare questi due supermercati storici. Non hanno spazi attrezzati per fermarsi a mangiare all’interno, ma se dovete fare la spesa sono ottimi dal punto di vista dell’assortimento e dei prezzi, perché propongono prodotti provenienti da tutto il mondo. In particolare Sahadi’s è specializzato in alimenti tipici del Medio Oriente, mentre Zabar’s ha una ricca selezione di formaggi, salumi, prodotti da forno e un ottimo caffè.

I biologici: Fairway e Trader’s Joe

Questi due supermercati con varie location sparse a Manhattan sono sempre incentrati sui prodotti biologici ma hanno prezzi più convenienti rispetto a Whole Foods. In entrambi avrete una vasta scelta di cibo e da Fairway trovate anche marchi italiani. Trader Joe’s è quello più famoso dei due e per questo nei punti vendita trovate sempre tanta gente in fila alla cassa.

Gli italiani: Eataly e Fresh Start Marketplace

Oltre ad avere diversi punti di ristoro, Eataly offre una vasta sezione supermercato, con tutti brand italiani. È perfetto per chi non vuole rinunciare (o ha nostalgia) al cibo italiano e i prezzi non sono affatto elevati, con tante promozioni disponibili in vari periodi. Il Fresh Start Marketplace si trova in Montague Street, a Brooklyn, e benché sia un po’ più costoso, vende numerose marche italiane e nella bella stagione dispone di un banco all’esterno dove vengono preparati gelati e frullati freschi.

Come si fa la spesa

I newyorchesi sono noti per non fare grosse spese, quindi in molti supermercati di Manhattan non troverete i carrelli o, quando ci sono, presentano dimensioni molto più piccole rispetto a quelli a cui siamo abituati in Italia. Frutta e verdura non vanno pesate, perché poi viene fatto tutto in cassa e lo stesso avviene per la preparazione delle buste della spesa. Noterete come qui ogni sacchetto della spesa viene preparato usando due buste, per evitare che si possano rompere per strada, dato che molti newyorchesi si spostano a piedi. Vi sorprenderete anche nel notare come l’acqua in bottiglia costi uguale o di più rispetto alle bibite come la Coca Cola per esempio. Un consiglio: l’acqua del rubinetto a New York è potabile e buona, quindi potete riempire la bottiglietta/borraccia o acquistarla nei Newstand dove costa 1 dollaro.

Bodega, Grocery Store, Deli o Market?

Ciò che in Italia chiamiamo semplicemente supermercato a New York ha ben 4 nomi diversi. Ma qual è la differenza? Con il termine “market” si intende un supermercato di grandi dimensioni, come Whole Foods ad esempio, dove trovate di tutto, dagli alimenti ai prodotti per l’igiene personale, e spesso anche la tavola calda e un’area attrezzata per mangiare. Il “grocery store” è un piccolo supermercato, che spesso resta aperto 24 ore, presente in tutti i quartieri per permettere ai residenti di acquistare l’essenziale. Qui trovate pochi prodotti ma di vario genere, tra cui caramelle, snack, noodles e alimenti per lo più confezionati, bevande e gli essenziali per l’igiene personale: sono l’ideale se ad esempio arrivate a New York di notte e vi manca lo spazzolino o se vi viene fame alle 4 del mattino. In italiano è quello che noi chiameremmo bottega ed infatti un altro termine utilizzato per chiamare il grocery store è proprio lo spagnolo “bodega”: poiché a New York la comunità ispanica è molto numerosa, da tanti anni si è diffuso questo termine, usato comunemente da tutti i newyorchesi per indicare il grocery store. Quando un newyorchese parla invece di deli si riferisce invece ad una salumeria, dove si vendono per lo più affettati e carne già pronte e si preparano panini freschi direttamente al banco; anche nei deli trovate comunque altri prodotti come caffè (in alcuni a un dollaro!), snack e frutta.

Ma anche le Pharmacy, ovvero le farmacie, sono in realtà dei veri e propri supermercati! Oltre a medicinali e integratori, vendono infatti cibo e tanti altri prodotti.