Sicurezza in Malesia

La Malesia è una meta turistica molto popolare e un paese che si sta sviluppando sempre di più diventando una delle nazioni più ricche del sud-est asiatico. La Malesia è generalmente un paese sicuro da visitare ed è improbabile che un turista subisca alcun tipo di violenza, ma è importante sempre stare attenti per quanto riguarda piccoli reati come furti e truffe. Inoltre è importante seguire alcune regole quando si viaggia in determinate aree e tener conto che il paese è esposto a un maggior rischio di attacchi terroristici. 

Taxi

Una delle truffe più comuni riguarda i taxi. Molti tassisti infatti rifiutano di usare il tassametro, applicando tariffe maggiorate ai turisti. Per ovviare al problema è importante negoziare il prezzo prima di salire a bordo del veicolo oppure usufruire delle app di car sharing come GrabTaxi. Inoltre se dovete prendere un taxi a tarda notte, non fermatelo in strada, ma piuttosto chiamare il servizio di taxi o prenotarlo tramite app: ci sono stati casi di tassisti che hanno aggredito e derubato i passeggeri. Controllate che ci sia una licenza con foto sul cruscotto o sul sedile posteriore prima di salire su un taxi e che il guidatore corrisponda alla foto.

Borseggi e rapine

Il piccolo crimine è comune. Spesso si verificano rapine e borseggi, perciò evitate di portare con voi i vostri effetti personali e oggetti di valore: tenete in borsa solo lo stretto necessario o, meglio ancora, tenete l’essenziale nelle tasche degli indumenti. State attenti in particolare nei luoghi affollati e sui mezzi.

Ci sono anche ladri che usano scooter per le rapine, tirando le borse delle vittime e provocando loro lesioni: se potete evitate la borsa oppure portatela sul lato opposto al traffico, ma meglio ancora è uno zainetto o una cintura portasoldi da viaggio. 

Fate attenzione quando uscite alla sera e non fidatevi di nessuno: non accettate mai cibi o bevande da estranei e non lasciate bevande incustodite nei locali che frequentate. Alcuni turisti sono stati derubati dopo avergli messo delle sostanze nei drink per stordirli.

Carte di credito

La clonazione della carta di credito è un’altra spiacevole situazione che capita di frequente ai turisti. Purtroppo le persone disoneste possono trovarsi ovunque, dai piccoli negozi ai grandi magazzini e gli hotel. Tenete sempre sott’occhio la vostra carta di credito e cercate di pagare il più possibile con i contanti.

Catastrofi naturali

In Malesia durante la stagione delle piogge, che dura da ottobre a febbraio, inondazioni e frane sono una minaccia comune, a causa delle forti piogge. Le coste oceaniche possono essere soggette a maremoti e il sito web del Pacific Tsunami Warning Center offre costanti aggiornamenti e ulteriori informazioni sul pericolo tsunami.

Se vi capita di viaggiare nei periodi di maggiore rischio, monitorate i media locali e i bollettini meteorologici e verificate con i tour operator prima di recarvi nelle aree interessate. Proteggete il passaporto in un luogo sicuro e impermeabile e restate in contatto con amici e familiari.

Da giugno a ottobre troverete molta foschia per via del fumo degli incendi boschivi che soffia dall’Indonesia e che potrebbe causarvi problemi se soffrite di asma o difficoltà respiratorie.

Terrorismo

Gli attacchi terroristici oggi sono un pericolo in tutto il mondo, perciò anche in Malesia, e possono interessare luoghi popolari frequentati da occidentali. L’ultimo attacco è stato nel 2016, dove è stato preso di mira un bar di Puchong, a Kuala Lumpur. Pattuglie congiunte di polizia e militari si vedono spesso in giro nei luoghi pubblici a Kuala Lumpur, compresi i luoghi di shopping e di intrattenimento. Collegato a questo tema vi è il rischio di rapimento, in particolare sulla costa orientale dello stato di Sabah, nelle isole vicine all’arcipelago di Sulu, nelle Filippine meridionali dove sono attivi dei gruppi di estremisti.

Le autorità malesi hanno aumentato la sicurezza nella regione ed è stato istituito un coprifuoco dalle 18:00 alle 06:00 in 6 distretti costieri dello stato orientale di Sabah. Ad oggi è meglio evitare la zona.

Sport e tour

Non sempre vengono soddisfatti gli standard di sicurezza che ci si aspetta dalle compagnie di trasporto, in particolare i traghetti, e dagli operatori turistici. Ciò include anche i tour e gli sport acquatici come le immersioni. Quando prenotate un’escursione o un’attività cercate sempre di affidarvi ad aziende rispettabili e con ottime recensioni, soprattutto quando si tratta di sport acquatici; chiedete sempre informazioni sui requisiti minimi di sicurezza. Assicuratevi inoltre che l’assicurazione vi copra in caso di incidenti. Se volete fare trekking nelle foreste pluviali è sempre meglio prendere parte ad un tour di gruppo e non avventurarsi da soli.

Donne in viaggio da sole

La Malesia è generalmente sicura per le donne che viaggiano da sole, ma come sempre è bene adottare delle precauzioni di base. Di notte cercate di evitare di camminare in vicoli bui, zone scarsamente illuminate o deserte, e state lontane dalle zone dei bar e club perché potreste ricevere attenzioni indesiderate. Cercate di confondervi tra le donne del posto vestendovi in maniera non troppo appariscente e sensuale. In particolare sulle spiagge copritevi un po’ più del solito quando siete fuori dall’acqua: anche una maglietta sopra il costume da bagno è una buona idea solo per non attirare troppa attenzione.

Se avete paura di viaggiare da sole, prenotate una camera-dormitorio femminile in ostello e cercate di fare amicizia. Fate sempre sapere ai vostri amici e familiari il vostro itinerario e restate in contatto con loro.

Le leggi

È importante sapere cosa è vietato e considerato illegale per non avere problemi con la giustizia. In particolare tenete presente che ci sono pene molto severe per il possesso di droghe, anche leggere, che possono portare a diversi anni di galera e persino alla pena di morte. I rapporti tra persone dello stesso sesso sono illegali e si rischia l’arresto se si viene beccati in effusioni o atteggiamenti ambigui in luoghi pubblici.

Alla guida

Guidare in Malesia è abbastanza sicuro. Le strade sono in buone condizioni, soprattutto se si fa un confronto con i paesi vicini come la Thailandia. Per prima cosa vi consiglio di trovare una società di noleggio affidabile. Quando prendete l’auto, controllate che non sia danneggiata e scattate una foto di eventuali ammaccature e graffi esistenti. Le città possono essere troppo frenetiche e trafficate per rendere piacevole la guida, perciò vi consiglio di noleggiare un mezzo solo per guidare fuori dai grandi centri abitati. Fate attenzione ai limiti di velocità e ai sorpassi di moto e altri mezzi. Noleggiare una moto o uno scooter può essere divertente per esplorare aree più remote, ma anche in questo caso prestate attenzione agli altri conducenti e assicuratevi di indossare un casco.

Cibo e acqua

Mangiare in Malesia è perlopiù sicuro in particolare in zone turistiche: cercate i posti affollati e con tanti clienti malesi per una maggiore garanzia di qualità. Preferite i cibi cotti e caldi, in quanto la cottura consente di eliminare i batteri, soprattutto se mangiate negli stand dei mercati in giro per la città.

Per andare sul sicuro optate per le food court dei centri commerciali, dove troverete tante opzioni di piatti locali e internazionali in un contesto più pulito e igienico. Se soffrite di allergie e siete intolleranti a qualche ingrediente, portate con voi una traduzione in lingua locale per spiegare al personale cosa non potete mangiare. Per quanto riguarda l’acqua è consigliato bere sempre quella in bottiglia. 

In conclusione, quanto è sicura la Malesia?

La Malesia è un paese relativamente sicuro da visitare. I tassi di criminalità violenta sono bassi, tuttavia potrebbero verificarsi rapine e aggressioni, quindi è meglio stare sempre attenti. Il più grande problema di sicurezza della Malesia sono i piccoli reati come i borseggi, i furti e le truffe da parte dei tassisti. Ci sono poi aree che è meglio evitare, come tutte le isole al largo della costa orientale di Sabah, da Kudat a Tawau. Dal momento che la Malesia è un paese multiculturale, e a maggioranza musulmana, assicuratevi di mostrare rispetto per i costumi, le tradizioni e la cultura locali per non offendere accidentalmente qualcuno.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).