Isole della Malesia

La Malesia ha più di 800 isole su entrambi i lati della penisola e intorno al Borneo che offrono splendide spiagge, foreste tropicali e siti storici. Un gran numero di queste isole sono diventate popolari destinazioni per le immersioni e lo snorkeling per le loro acque cristalline e un ricco mondo marino di coralli e pesci tropicali. Fuori dall’acqua, ci sono villaggi coloniali, bellissimi templi, località vivaci e altre attività avventurose a contatto con la natura. Per aiutarvi a scegliere l’isola migliore per le vostre vacanze, vediamo nel dettaglio cosa offrono le migliori isole della Malesia.

Langkawi

Langkawi è un arcipelago di 99 isole nel Mare delle Andamane, vicino al confine thailandese, ed è la destinazione turistica più conosciuta della Malesia. Le isole abitate sono solo due, tra cui l’isola principale che dà il nome all’arcipelago. Con i suoi numerosi paesaggi diversi di spiagge, montagne, foreste pluviali e zone umide di mangrovie, Langkawi offre ai turisti una grande varietà di cose da vedere e da fare: potete rilassarvi in spiaggia, fare un giro in funivia fino allo Sky Bridge per ammirare incredibili panorami attraverso la Thailandia, fare trekking nella foresta e molto altro.

Isole Perhentian

Molo all'isola Perhentian.
Molo all'isola Perhentian.
Situate al largo della costa nord-orientale della Malesia, nello stato di Terengganu, le isole Perhentian si trovano vicine al confine thailandese e sono la meta di giovani e viaggiatori con budget limitato con la presenza di numerosi alloggi a basso costo. Le due isole principali sono Perhentian Besar (“Grande Perhentian”) e Perhentian Kecil (“Piccola Perhentian”) famose per avere alcune delle spiagge più belle della Malesia con ottimi punti per le immersioni. L’entroterra è coperto da giungle tropicali dove è possibile fare trekking ed escursioni.

Tioman

Considerata da molti come una delle isole più belle del mondo, Tioman è stata il set di diversi film. Nonostante la grande popolarità turistica l’abbia resa meno incontaminata di un tempo, Tioman conserva ancora gran parte della sua bellezza naturale e la sua fauna endemica. Poiché Tioman è circondata da barriere coralline, l’isola è popolare per le immersioni e lo snorkeling, ma è possibile anche fare trekking nella giungla, nuotare sotto le cascate e sperimentare la cultura locale nel tradizionale villaggio di Juara Beach.

Redang

Una delle isole più grandi della Malesia, Redang si trova al largo della costa orientale della Malesia ed è apprezzata per le sue spiagge di sabbia bianca e soffice e le acque cristalline. Le barriere coralline circostanti ospitano una varietà di creature marine, come pesci, squali e meduse, che rendono Redang una destinazione popolare per le immersioni e lo snorkeling e per questo l’isola ha una grande offerta di tour e attrezzature a noleggio.

Penang

Pur non avendo spiagge così belle come altre isole, Penang offre comunque un’atmosfera metropolitana e coloniale, un’ottima scena gastronomica e un ricco patrimonio culturale. Storicamente considerata la Perla d’Oriente per la sua importante posizione tra le rotte commerciali marittime, Penang regala tante esperienze diverse: fate una passeggiata nel centro storico di Georgetown per vedere i suoi edifici coloniali, palazzi signorili, opere di street art e templi. Popolare è il giro in funivia fino a Penang Hill.

Pangkor

Se cercate una meta tranquilla, Pangkor fa al caso vostro. La maggior parte dei turisti la visita per la sua atmosfera serena e le splendide spiagge deserte che includono Niphah Bay, Teluk Belanda, Pasir Bogak e Coral Bay. Altre attrazioni turistiche sono i templi, i resti di una fortezza olandese e il trekking nella giungla. Proprio accanto all’isola di Pangkor si trova l’isola più piccola di Pangkor Laut, sede di uno dei resort più lussuosi di tutta la Malesia.

Sipadan

Situato al largo della costa orientale del Borneo malese, Sipadan è tra le migliori aree di immersione al mondo. Le acque intorno all’isola sono ricche di vita marina con specie esotiche come pesci di barriera corallina, tartarughe marine e squali martello. Recentemente, Sipadan è diventata un’area protetta e vi è un numero limitato di accessi per preservarne il delicato ecosistema. Non ci sono alloggi sull’isola e si deve prendere parte ad un tour per poterla visitare. Un’ottima base per esplorare Sipadan è l’isola di Mabul che ospita numerosi hotel di fascia alta e alcuni ostelli.

Mabul

Una piccola isola al largo della costa sud-orientale di Sabah con belle spiagge orlate da palme, soffice sabbia bianca e acque turchesi, l’isola di Mabul è una delle migliori destinazioni al mondo per le immersioni. Ospita una delle riserve più ricche al mondo di piccola vita marina che comprende specie come pesci rana, scorfano, seppie, calamari e vari molluschi. Alternate le attività in acqua alle passeggiate per l’isola dove troverete villaggi tradizionali con capanne in paglia.

Kapas

Appena al largo della costa dello stato di Terengganu si trova l’isola di Kapas, una meta ancora poco conosciuta. Kapas si può tradurre come “isola di cotone”, un nome dato dalla gente del posto per via delle sue morbide spiagge bianche. Questa è una delle isole più belle della Malesia per coloro che desiderano rilassarsi tutto il giorno in spiaggia, ma non mancano opportunità per praticare snorkeling e immersioni.

Una manciata di pensioni economiche lungo la spiaggia accolgono giovani viaggiatori con budget limitato.

Tenggol

L’isola di Tenggol, situata verso l’estremità meridionale dello stato di Terengganu, offre ai visitatori la sensazione di essere sulla propria isola tropicale privata. L’isola era un tempo disabitata, ma ora ospita solo alcuni resort. Le splendide spiagge bianche di Tenggol Island sono incorniciate dalle foreste tropicali color smeraldo degli interni dell’isola e qui potete prendere parte ad una vasta gamma di attività, dallo snorkeling alle immersioni e il trekking nella giungla. 

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).