Cosa mangiare in Malesia

La Malesia vanta una ricca e variegata scena gastronomica, con una miriade di piatti frutto di contaminazioni con altre culture, in particolare quella cinese, indonesiana e indiana, che hanno arricchito il patrimonio di ricette locali e indigene del paese. La cucina malese è caratterizzata da ingredienti semplici e disponibili localmente che vengono combinati ad un gran mix di spezie e aromi in grado di esaltarne i sapori e i profumi e dar vita a piatti deliziosi. Se avete in programma un viaggio nel paese, eccovi una guida su cosa mangiare in Malesia.

La cucina malese

La cucina malese è una cucina piuttosto piccante e saporita, per via dell’aggiunta di peperoncino in molti piatti sia fresco sia sotto forma di una tipica salsa piccante chiamata sambal, abbinato al largo uso di spezie ed erbe, tra cui cumino, coriandolo, cardamomo e pepe. Diffuso anche l’uso del latte di cocco, sia per i dolci che nei piatti piccanti per renderli un po’ più dolci. Come in altre cucine asiatiche, l’ingrediente principe della gastronomia malese è il riso, usato come base di tante ricette o come accompagnamento al posto del pane.

Una parte integrante della cultura malese è lo street food: le bancarelle in strada e i mercati permettono di mangiare spendendo poco e provare tanti deliziosi spuntini e buona parte delle specialità più famose della Malesia le trovate proprio qui!

Nasi Lemak

Considerato il piatto nazionale della Malesia e molto gettonato come colazione tra i locali, il nasi lemak letteralmente significa “riso grasso”. Ed in effetti si tratta di un piatto abbastanza ricco il cui ingrediente principale è il riso al cocco, accompagnato nella ricetta tradizione da gamberi in salsa sambal, un uovo sodo, arachidi e cetrioli, il tutto avvolto da una foglia di banano. Ci sono altre versioni che includono la carne di pollo o altre carni, ma la base di riso, cetrioli e arachidi è sempre presente.

Nasi kerabu

Questo famoso piatto malese catturerà il vostro sguardo, prima del vostro palato, per i suoi colori: l’ingrediente principale è infatti del riso di colore blu, tinto naturalmente con dei petali di un fiore locale. Il riso si accompagna a pollo fritto, uova soda e una sorta di cracker fritti chiamati keropok.

Rendang

Questo piatto piccante a base di carne di manzo in realtà è originario dell’Indonesia ma è molto diffuso anche in Malesia. Si tratta di una ricetta tradizionale storica, nata tra le popolazioni indigene locali che erano solite preparare questo piatto in occasione di cerimonie e feste. Molti lo paragonano ad un curry, sebbene in realtà la preparazione sia diversa: quella del rendang richiede diverse ore in quanto la carne va cotta lentamente per esaltarne il sapore e renderla tenerissima. Anche questo piatto prevede l’utilizzo di tantissime spezie, tra cui zenzero, aglio, peperoncino, curcuma e altre ancora.

Laksa: Assam Laksa e Curry Laksa

Una delle zuppe di noodle più popolari della Malesia è la laksa, di cui ne esistono due versioni, l’assam laksa e la curry laksa, le quali si differenziano per la composizione della zuppa stessa. Entrambe prevedono infatti noodle di riso cotti con pollo, gamberetti o pesce e una grande varietà di spezie che rendono il piatto molto piccante, ma se nel curry laksa la zuppa è fatta con salsa di curry e latte di cocco, nell’assam laksa si usa un brodo dal retrogusto un po’ acidulo a base di tamarindo.

Nasi Goreng

Una delle ricette più tradizionali della cucina malese è il nasi goreng, ovvero del riso fritto accompagnato da uova sode, gamberi e/o pollo, condito con salsa di soia dolce, peperoncino, tamarindo e scalogno che conferiscono un sapore deciso e piccante al piatto.

Hainanese chicken rice

Un piatto semplice e gustoso, molto diffuso in Malesia e consumato in ogni momento della giornata: si tratta del riso al pollo Hainese, un piatto originario della Cina, esattamente della provincia di Haian. La ricetta prevede del pollo arrosto adagiato su un letto di riso cotto nel brodo di pollo per dare un sapore ancora più intenso.

Satay

Non vi sarà difficile individuare le bancarelle che vendono satay in qualunque città della Malesia: è sufficiente seguire il profumo della griglia e i “segnali di fumo” emanati. La cottura alla griglia è uno dei metodi preferiti dai malesi per cucinare pesce o carne e la ricetta del satay prevede proprio degli spiedini di carne di manzo, agnello o pollo che vengono marinati e cotti alla brace, per poi essere serviti con cipolla cruda, cetrioli e salsa piccante alle arachidi. Una specialità sfiziosa e che si presta bene per uno spuntino durante una passeggiata.

Bak kut teh

Una ricetta succulenta e sostanziosa: il bak-kut-teh è un piatto a base di costolette di maiale cucinate in un brodo di erbe e spezie, tra cui cannella, aglio, chiodi di garofano, e altre ancora; in alcune versioni vengono aggiunti anche soia e funghi. Il piatto viene quindi servito come una zuppa, con il classico accompagnamento di una ciotola di riso. Nonostante il nome di questa specialità includa la parola “tè”, la ricetta non ne contiene affatto, ma si pensa che il nome sia dovuto all’usanza tipica del passato di servire la zuppa con il tè.

Lou shu fun

I lou shu fun vengono simpaticamente chiamati “coda di topo” per via della forma che hanno questi noodle di riso, che ricorda proprio ad una codina di topo. Li trovate presenti in molte ricette: presso le bancarelle sono fritti assieme a verdure, carne e salse piccanti, ma vengono preparati anche nella classica zuppa di carne.

Mie Goreng (or Mee Goreng)

Una deliziosa variante al riso fritto sono i noodle fritti, che in questa ricetta sono cucinati assieme a verdure, uova, arachidi, salsa kecap manis (salsa dolce di soia) e salsa piccante sambal. Molto diffuso in tutta la Malesia, è apprezzato per il suo sapore intenso e dal retrogusto di arachidi.

Roti canai

Una specialità della colazione malesiana, ma anche un delizioso spuntino durante una passeggiata, il roti canai è un piatto a base di un pane piatto di origine indiana, servito assieme ad un mix di salse, solitamente curry, sambal e dal (un curry a base di lenticchie). Le salse sono più o meno piccanti e speziate e in questo modo ciascuno troverà quella che preferisce maggiormente. Il roti canai lo trovate nei mamak, ovvero nei locali e bancarelle di cibo indiano dove potete assaggiarlo semplicemente accompagnato dalle salse o farcito con una grande varietà di ingredienti, dalle uova alle banane: in pratica ogni stand ha le proprie varianti!

Ramly Burger

Il rambly burger è un classico intramontabile in Malesia. Servito negli stand in strada e nei mercati, è una specialità gustosa perfetta per un pranzo veloce. Gli hamburger sono fatti di carne di manzo, pollo o agnello, ma il tocco speciale è dato dall’aggiunta di una sorta di omelette ad avvolgere la carne e le salse usate per insaporire la carne stessa. Decisamente un’invenzione geniale per evitare che le salse e i succhi della carne cadano nel piatto!

Bakso

Un’altra pietanza regina dello street food è il bakso, che nasce da una ricetta indonesiana: è composta da polpette di carne di pollo o manzo che vengono cotte e servite in brodo insaporito con varie spezie, con o senza l’aggiunta di noodle.

Dolci

Kaya pau

La kaya pau è una specie di burro cremoso preparato con il latte di cocco e viene utilizzato come ripieno all’interno di piccoli dolcetti e ciambelline che si rivelano perfetti per la colazione o per accompagnare il tè.

Cendol

Il cendol è un dessert molto rinfrescante, ideale per combattere la calura estiva, e lo potete assaggiare in ogni zona della Malesia. Si tratta essenzialmente di una zuppetta fredda a base di latte di cocco, ghiaccio e gula melaka (sciroppo di zucchero di palma) in cui sono immersi nei noodle gelatinosi fatti con la farina di riso. Questa è la ricetta base a cui poi ogni bancarella o locale può aggiungere altri ingredienti, ad esempio della gelatina di riso colorata, fagioli dolci o mais.

Roti tisu

Il roti tisu non è altro che la versione dolce del roti canai e prende il nome da “tissue”, ovvero fazzoletto in inglese, per la sua particolare forma a fazzoletto. Il pane è più sottile rispetto al classico roti e viene ricoperto con dello sciroppo allo zucchero e accompagnato a del gelato o alla kaya pau.

Appam

Ottimo se volete una colazione dolce, l’appam è una specie di pancake o pane morbido fatto essenzialmente con una pastella di riso cotta su una piastra. Ci sono per diverse ricette che prevedono l’aggiunta di latte di cocco, zucchero e altri ingredienti a scelta.