Quanti giorni a Berlino

Se state programmando un viaggio a Berlino, la prima cosa da decidere è la durata del soggiorno. Ma quanti giorni servono per visitare la capitale tedesca? Ci sono tante variabili da considerare ma in generale un soggiorno di tre o quattro giorni è consigliato: Berlino è la città più grande della Germania e una delle più grandi città dell’Unione Europea e offre tantissime attrazioni tra cui musei di livello mondiale, belle piazze da visitare e una vasta collezione di siti storici da visitare. Dipende quindi molto dai vostri interessi: in 3-4 giorni potete avere una visione generale abbastanza completa della capitale, ammirare i principali monumenti ed esplorare i viali e i quartieri centrali della città, ma se siete particolarmente interessati a musei e siti storici, allora un periodo compreso tra cinque giorni e una settimana è l’ideale.

Altri fattori da considerare sono naturalmente il budget, sebbene Berlino offra anche opzioni economiche, e il vostro stile di viaggio preferito: se siete viaggiatori che passano da un’attrattiva all’altra con un ritmo abbastanza serrato oppure volete godervi con calma il vostro viaggio, ritagliandovi anche momenti di riposo e di shopping.

Tre giorni a Berlino

Tre giorni sono considerati il tempo minimo per visitare Berlino, quanto basta per farsi un’idea della città e cogliere alcuni aspetti. Riuscirete a vedere alcune delle principali attrazioni senza andare troppo oltre la superficie. Iniziate dalla famosa Porta di Brandeburgo, vicino a Pariser Platz, poi dirigetevi verso il Bundestag tedesco (il Parlamento tedesco) e camminate verso il Monumento dell’Olocausto.

Visitate Potsdamer Platz, una delle più importanti e moderne piazze della capitale, un tempo divisa muro di Berlino. Se siete interessati alla cultura per voi c’è Museum Island, altrimenti Friedrichstraße è l’ideale per dello shopping. Palazzi, piazze, cattedrali, gallerie e centri commerciali punteggiano la città offrendo spunti per tutti i gusti. Se volete avere una visione generale della città senza camminare troppo, prendete un autobus turistico per una giornata e vi godrete Berlino comodamente seduti.

Da cinque giorni ad una settimana

Cinque giorni potrebbero sembrarvi troppi, ma sono certo rimarrete sorpresi da quante cose ci sono da fare e da vedere a Berlino. Nonostante sia possibile visitare la città in meno giorni, restando più a lungo riuscirete a “graffiare” la superficie di Berlino e andare oltre, scoprendone l’anima più autentica. E se poi avete ancora più tempo, potete sicuramente dedicarvi alla scoperta di luoghi meno turistici, rilassarvi con crociere in barca o fare una gita fuori città: tra le escursioni più popolari c’è Potsdam, raggiungibile in soli 30 minuti in treno. Dresda è leggermente lontana quindi richiede almeno un paio di giorni. Se poi viaggiate in estate allora potete godervi un po’ di relax nelle aree verdi o lungo il fiume dove si allestisce una sorta di “spiaggia” con sedie a sdraio usate per prendere il sole e chioschi che vendono birra e altre bevande.

E se ho un solo giorno a Berlino?

Un giorno è molto poco per visitare Berlino, considerate le dimensioni estese della città, ma anche se avete solo 24 ore potete visitare le aree principali spostandovi con i mezzi per ottimizzare i tempi. Il Berlin Mitte è il centro storico di Berlino dove si concentrano le attrattive e i musei più famosi della città e da qui potete facilmente raggiungere il quartiere artistico Kreuzberg-Friedrichshain, famoso per i suoi graffiti, la zona elegante di Charlottenburg dove si trova il meraviglioso palazzo di Charlottenburg e il pittoresco Nikolaiviertel, il quartiere residenziale più antico di Berlino. Queste sono le quattro tappe che potreste fare velocemente in un giorno senza soffermarvi troppo oppure potete sceglierne due da visitare con maggiore calma.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).