Cosa vedere a Berlino

La capitale della Germania è una metropoli ricca di storia e cultura che nonostante la devastazione della Seconda Guerra Mondiale e la divisione durante il periodo della Guerra Fredda è rinata, trasformandosi in una città multiculturale e all’avanguardia. Un viaggio a Berlino è l’occasione perfetta per conoscerne la storia e le varie sfaccettature: scoprite la capitale della Germania attraverso questa lista delle principali attrazioni.

Porta di Brandeburgo

Costruita alla fine del 1700, la porta di Brandeburgo è l’unica porta originale di Berlino rimasta ancora in piedi. Si trova nella parte occidentale della città e segna l’ingresso del viale Unter den Linden. Utilizzata come uno dei passaggi del muro di Berlino, la porta fece anche da sfondo alle proteste durante la divisione della Germania e alle celebrazioni quando il muro cadde nel 1989. Oggi è il simbolo non solo della turbolenta storia della città, ma anche della riunificazione di Berlino Est e Ovest.

Palazzo del Reichstag

Situato vicino alla Porta di Brandeburgo, il Reichstag è la sede del Parlamento tedesco e un edificio di grande importanza storica. Fu gravemente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale, ma non venne restaurato fino a dopo la riunificazione tedesca. Alcune cicatrici storiche, come i graffiti lasciati dai soldati sovietici, non sono state rimosse proprio a testimonianza del passato dell’edificio. La cupola di vetro nella parte superiore dell’edificio offre una magnifica vista sulla città ma è importante prenotare in anticipo per accedervi.

Isola dei musei (Museumsinsel)

Cinque musei compongono l’Isola dei musei che si trova tra il fiume Sprea e Kupfergraben. L’Altes Museum espone antichi manufatti greci e romani, mentre l’Alte Nationalgalerie ospita la più grande collezione di dipinti e sculture del XIX secolo provenienti dalla Germania. Il Nues Museum raccoglie reperti preistorici e arte egizia, mentre il Pergamon Museum ospita mostre inerenti le antiche civiltà greche e babilonesi: tra i pezzi più preziosi c’è la porta di Ishtar e l’altare di Pergamo. Infine c’è il Bode Museum dove ammirare collezioni di arte bizantina e sculture.

East Side Gallery

La East Side Gallery è il tratto più lungo del muro di Berlino ancora esistente. Spesso descritto come un monumento alla libertà, mette in mostra dipinti di artisti di tutto il mondo. Le opere d’arte, che iniziarono ad apparire nel 1990, documentano il cambiamento avvenuto dopo la caduta del muro di Berlino, oltre a esprimere la speranza per il futuro.

Potsdamer Platz

Arte, divertimento e shopping si concentrano in questo vivace angolo di Berlino. La piazza fu completamente distrutta dopo la guerra, ma è stata ricostruita con un tocco moderno, circondandola di grattacieli di uffici e centri commerciali, ma non mancano alcune curiosità vintage, come la riproduzione del primo semaforo della Germania posta al centro della piazza. Il grattacielo Atrium DaimlerChrysler offre mostre d’arte in continua evoluzione, mentre il Sony Center ospita un cinema multisala e un museo sul cinema, assieme ad un centro commerciale. 

Memoriale dell’Olocausto (Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa)

Vicino alla Porta di Brandeburgo, il Memoriale dell’Olocausto è un tributo semplice ma potente agli ebrei che sono morti durante la Seconda Guerra Mondiale. Le 2.711 stele danno vita ad un moto ondulatorio e irregolare, complice il fatto che ciascuna ha un’altezza diversa. Non esiste un percorso prestabilito ma si può camminare in qualsiasi direzione. Un centro visitatori sotterraneo offre informazioni e ospita un piccolo museo dedicato a questa terribile pagina della storia.

Check Point Charlie

Uno dei posti di blocco più noti del muro di Berlino, Checkpoint Charlie conserva un significato emotivo e storico importante. Questo valico di frontiera era l’unico punto di attraversamento per il personale delle forze alleate, i militari sovietici, diplomatici e i visitatori stranieri. Il posto di guardia originale è ora esposto al Museo degli Alleati di Berlino-Zehlendorf, ma nello stesso punto sorge una riproduzione fedele. Il vicino museo (Museum Haus am Checkpoint Charlie) racconta i tentativi di fuga ed espone alcuni oggetti originali legati a questo luogo.

Tiergarten

Un tempo terreno di caccia dell’élite di Berlino, il Tiergarten è oggi un parco urbano nel centro della capitale tedesca. Dalla Colonna della Vittoria parte una rete di strade e sentieri da percorrere a piedi o in bicicletta tra giardini fioriti e laghi. Vicino alla colonna si trova il palazzo Schloss Bellevue, la bellissima residenza ufficiale del presidente della Germania. Nell’angolo sud-ovest del Tiergarten trovate invece il famoso zoo di Berlino.

Museo Ebraico di Berlino (Jüdisches Museum)

Progettato dall’architetto Daniel Libeskind, il caratteristico design del Museo ebraico di Berlino lo rende uno degli edifici più suggestivi della città. Fondato nel 2001, all’interno troverete una vasta gamma di manufatti storici e mostre che illustrano la lunga storia e la lotta degli ebrei tedeschi, dal Medioevo ad oggi.

Gendarmenmarkt

La Gendarmenmarkt è una delle principali piazze di Berlino. Sebbene molti degli edifici storici nel Gendarmenmarkt siano stati distrutti durante la guerra, rimangono molti punti di riferimento importanti. Visitando la piazza Gendarmenmarkt potrete vedere il Deutscher Dom (Duomo Tedesco) e il Französischer Dom (Duomo francese), oltre al teatro dell’opera Konzerthaus, dove si esibisce l’Orchestra di Berlino. Durante l’inverno i mercatini di Natale animano e illuminano la piazza.

Castello di Charlottenburg

Se amate visitare i palazzi, non perdetevi il ​​Castello di Charlottenburg: è il palazzo più grande della Germania e si trova nel quartiere City West di Berlino. Il castello di Charlottenburg fu costruito alla fine del 1600 in stile barocco, con splendidi giardini e sculture all’aperto. Durante la visita potrete accedere alle stanze restaurate e vedere lo stravagante stile rococò degli appartamenti nonché ammirare collezioni di porcellane, gioielli della corona e argento reale. 

Alexanderplatz

Questa grande piazza pubblica si trova proprio nel cuore del quartiere Mitte ed è il principale snodo dei trasporti di Berlino. Ospita anche alcune delle attrazioni storiche più famose della città, come la Torre della televisione di Berlino che domina l’orizzonte, l’orologio universale (Urania Weltzeituhr) e la fontana di Nettuno. Nei dintorni della piazza ci sono anche molti negozi, ristoranti, un casinò e la Galeria Kaufhof, una delle zone commerciali più frequentate della zona.

Torre della televisione di Berlino

Vicino alla Alexanderplatz si trova la Torre della televisione di Berlino, la struttura più alta di tutta la Germania. Il suo osservatorio offre viste mozzafiato su gran parte della città e vanta anche un ristorante di lusso dove si può godere la vista mentre si sorseggia un drink o si fa una cena completa. La Torre della televisione di Berlino è stata costruita negli anni ’60 ed è uno degli edifici moderni più significativi della metà del secolo in Germania. Al momento della sua costruzione, era considerata una vera e propria meraviglia ingegneristica. 

Kurfurstendamm

Kurfürstendamm è considerata un po’ la versione tedesca degli Champs-Elysee di Parigi: l’ampia strada è fiancheggiata da alberi ed edifici eleganti. Era il cuore della Berlino Ovest ed è ancora il viale dello shopping più famoso della città. Le strade laterali di Tauentzienstraße e Fasanenstraße sono fiancheggiate da centri commerciali e negozi di alta moda tra cui il popolare complesso KaDeWe (Kaufhaus des Westens) dove potrete acquistare ogni tipo di prodotto, dalle scarpe ai cibi freschi.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).