Nozawa Onsen

Situata a circa un’ora dalla città di Nagano, Nozawa Onsen è un piccolo e affascinante villaggio termale adagiato ai piedi del Monte Kenashi-yama dove ci si rifugia per dimenticare i ritmi serrati e la frenesia delle metropoli. Lo stile di vita a Nozawa Onsen invita al relax e all’immersione nella natura con tanti spunti per praticare attività all’aperto: nella bella stagione si passeggia tra foreste e valli, mentre in inverno è la protagonista è la neve, con le piste da sci che si riempiono di appassionati. Ciascuno può ritagliarsi il proprio spazio e  concedersi una vacanza in linea con i propri gusti e questo è uno dei maggiori punti di forza di Nozawa Onsen, un villaggio rinomato sin dal 1600 per le sue sorgenti termali, attorno alle quali sono nate locande tradizionali che in passato hanno ospitato aristocratici, signori feudali e samurai. Oggi alle locande si sono aggiunte altre tipologie di sistemazioni, dalle pensioni agli hotel moderni fino agli appartamenti che riescono a soddisfare le esigenze di tutti i viaggiatori. Essendo molto popolare tra i turisti internazionali, avendo ospitato anche le Olimpiadi Invernali di Nagano del 1998, Nozawa Onsen è aperta e accogliente verso gli stranieri, con tanti servizi e informazioni disponibili in inglese. È inoltre uno dei migliori luoghi in cui abbinare un’esperienza culturale allo sport sulla neve e un po’ di relax in tradizionale stile giapponese, e questo la rende una tappa imperdibile per chi visita la prefettura di Nagano.

Sciare e divertirsi sulla neve

Inaugurata nel 1924, la stazione sciistica di Nozawa Onsen è una delle più antiche del Giappone. Ma nonostante “l’età” è votata alla modernità, con ski lift ad alta velocità, funivia e piste di eccellente qualità, adatte ad ogni livello con anche sezioni dedicate allo snowboard e una vasta gamma di attività: corsi per ogni età, passeggiate sulla neve e tanto altro. A questo poi si aggiunge la splendida vista che consente di praticare sport e divertirsi con un meraviglioso panorama montuoso che nei giorni di cielo limpido comprende anche le Alpi Giapponesi.

Per gli appassionati di sci potrebbe essere interessante visitare il museo dedicato proprio a questo sport: situato vicino alla funivia Hikage, trasporta i visitatori in un viaggio nella storia dello sci nel mondo e in Giappone.

Se inverno questa parte della cittadina è piuttosto animata, nel resto dell’anno si respira un’atmosfera tranquilla. La neve si scioglie lasciando affiorare una ricca vegetazione e prati di fiori alpini che fanno la gioia di escursionisti e appassionati di trekking. Alcuni servizi dell’area restano in funzione proprio per i turisti di questa stagione ed è possibile praticare diverse attività sportive, dal golf ai tour in mountain bike. Per i momenti di riposo, non c’è niente di meglio che immergersi nelle calde acque di un onsen.

Rilassarsi negli onsen

Situata alla base della stazione sciistica, il villaggio termale accoglie i visitatori con le sue atmosfere nostalgiche e vintage che caratterizzano i piccoli vicoli e i canali affiancati da ryokan e hotel, negozi, ristoranti e piccoli pub in stile giapponese. L’attrattiva principale di questa località sono le sue sorgenti termali, ideali per rilassarsi e allontanare la fatica dopo una giornata di sci o trekking.  Gli onsen sono presenti in tutti i ryokan della città, spesso con la possibilità di accedervi anche se non si soggiorna nella struttura, ma per un’esperienza autentica e diversa dal solito, ci sono tredici sotoyu, dei tradizionali bagni pubblici sparsi per la cittadina che sono gestiti e mantenuti in ottime condizioni dalla comunità locale sin dal periodo Edo e oggi sono accessibili gratuitamente a tutti, sebbene sia gradita una piccola donazione come contributo alla manutenzione.  Si tratta di onsen semplici e dall’aspetto rustico con una sola vasca per genere e uno spogliatoio, ma proprio per questo offrono un’esperienza più vicina allo stile di vita locale.

Il più grande di questi bagni pubblici è Oyu che si presenta come un bellissimo edificio in legno nel centro della città. Dopo una recente ristrutturazione che lo ha riportato alle origini, consentendogli di sfoggiare uno stile tipico del periodo Edo, è oggi uno dei simboli della città.  Gli onsen pubblici si trovano a breve distanza l’uno dall’altro perciò potete comodamente spostarvi a piedi e fare una sorta di piccolo tour provandone più di uno.

Bella da vedere (ma non immergetevi perché l’acqua sfiora i 90°C!) è la sorgente termale naturale Ogama, che si trova lungo il pendio sopra la località termale in direzione della stazione sciistica. È considerata quasi un monumento naturale dalle persone del posto e sebbene non sia usata per il bagno, non è raro vedere la gente del posto cucinare o realizzare oggetti artigianali sfruttando il calore della sorgente.

Come arrivare

Se partite da Tokyo, potete raggiungere Nozawa Onsen con la linea ferroviaria Hokuriku Shinkansen fino a Iiyama per poi proseguire in autobus con la linea Nozawa Onsen Liner Bus fino alla cittadina. In totale il viaggio dura quasi 3 ore ed è possibile includere il tragitto in treno nei pass Japan Rail Pass e JR East Nagano Niigata Area Pass.

Nella stagione invernale vengono aggiunti collegamenti diretti in autobus da varie città giapponesi, con pacchetti che possono includere anche il pass per le piste.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!