Myoko Kogen

Situata ai piedi della montagna da cui prende il nome, Myoko Kogen è una cittadina che fa innamorare i visitatori per i paesaggi naturali idilliaci che la circondano: montagne, laghi alpini come lo splendido lago Nojiri, cascate e foreste che regalano emozioni in ogni stagione con i loro colori. Il Monte Myoko, alto quasi 2.500 metri, è inserito nella lista delle montagne più belle del Giappone e sin dagli inizi del ‘900 è una meta popolare per una vacanza all’insegna di natura e relax e questo ha portato allo sviluppo della cittadina Myoko Kogen. Inizialmente i giapponesi si rifugiavano qui in estate, per sfuggire al caldo delle città, ma solo pochi anni dopo Myoko Kogen divenne una destinazione perfetta in ogni periodo dell’anno, grazie all’inaugurazione dell’impianto sciistico negli anni ’30 che attirò in zona anche la famiglia imperiale.

Questo rende Myoko Kogen la più antica località sciistica del paese, apprezzata in particolare per le sue piste, che sono tra le più lunghe e di migliore qualità del Giappone. Gli inverni rigidi e le abbondanti nevicate di certo sono un gran vantaggio: del resto la Prefettura di Niigata in cui si trova la cittadina viene definita “regione della neve!”.  Ma Myoko Onsen non è solo sinonimo di sport invernali. Questa località è famosa per la sua lunga storia, una cultura affascinante e le sorgenti termali di qualità che consentono di rilassarsi dopo una giornata sulla neve. Nonostante la fama Myoko Onsen è molto lontana dall’essere un luogo turistico: conserva un fascino pittoresco e tradizionale, tipico dei piccoli borghi di montagna. È dunque un luogo che non potete perdervi.

Cosa vedere e cosa fare a Myoko Kogen

Sport e attività sulla neve

In realtà Myoko Kogen è formato da una decina di località, tra cui le principali sono Myoko Akakura Onsen, Ikenotaira Onsen, Akakura Kanko (Akakan) e Myoko Suginohara, ciascuna con le proprie piste e le proprie particolarità.

Akakura Kanko dispone di diverse piste adatte a tutti i livelli, tra cui una delle più ripide del paese. Da qui partono anche vari percorsi da fare a piedi sulla neve o nella bella stagione che conducono alla cima del monte Myoko. Impossibile non notare quella che è l’attrattiva principale della cittadina: l’Akakura Kanko Hotel è un grande resort che domina il pendio della montagna a ridosso del centro. Fu costruito nel 1937 e rappresenta il più antico resort montano in stile occidentale del paese. La località offre anche un parco giochi sulla neve per i bambini, un’area onsen e una buona selezione di ristoranti e negozi. Dalle piste si godono bellissime viste sul lago Nojiri.

Akakura Kanko si trova vicinissima ad Akakura Onsen, la località più grande: offre numerose piste per tutti i livelli e tanti ski lift tanto che non sembra mai affollata. In alcuni periodi le piste sono aperte anche alla sera. Akarura Onsen è solitamente la scelta più gettonata per quanto riguarda l’alloggio, in quanto offre una vasta scelta di soluzioni; maggiore è anche la selezione di ristoranti e negozi. Ai piedi della montagna si trova una bella area termale, l’ideale per rilassarsi dopo una giornata sulle piste.

Myoko Suginohara vanta la pista più lunga del Giappone, dove si può sciare per ben 8,5 km! È particolarmente indicata per chi ha un livello intermedio o per i più esperti, ma offre anche qualche pista per i principianti e diverse agevolazioni per i bimbi. In alcuni periodi è possibile sciare alla sera.

Ikenotaira Onsen presenta dimensioni contenute con piste non troppo difficili né ripide che sono molto apprezzate da principianti e famiglie, grazie anche all’ampia area giochi riservata ai bimbi. È però particolarmente gettonata tra gli appassionati di snowboard in quanto offre quello che viene dichiarata una delle migliori piste per snowboard del paese.

In queste e in altre località sono disponibili piste per sciatori e appassionati di snowboard di ogni livello ed età, con anche corsi per principianti e bambini e tante attività adatte a tutti, anche a chi non ama sciare: camminate sulla neve e giri in motoslitta sono alcune delle alternative a disposizione. Le quattro località sono accessibili attraverso uno ski pass che parte da un prezzo di 4.800 yen, che consente di sciare su tutte le piste.

Non mancano nelle varie località anche degli intrattenimenti e servizi, come una vasta selezione di alloggi, ristoranti, pub e negozi dove trascorrere qualche momento di svago lontano dalle piste.

Akakura Onsen è il principale villaggio dell’area e qui si concentra buona parte delle sistemazioni, tra cui ci sono anche hotel di classe.

Le località sono collegate tra loro da un servizio navetta che offre corse frequenti. Il bus navetta passa in tutte le località principali le quali, a loro volta, sono collegate alle località minori.

Rilassarsi negli onsen

Grazie alle varie sorgenti termali di origine vulcanica, Myoko Kogen è perfetta anche per chi vuole concedersi un po’ di relax, godendosi dei bagni caldi nei vari ryokan o stabilimenti termali della zona, meglio ancora se in vasche all’aperto affacciate sul paesaggio innevato.

Gli onsen degli hotel sono accessibili anche ai visitatori che non soggiornano nella struttura, dietro il pagamento di una quota di ingresso. Molte località dispongono di onsen e il più popolare è quello dell’hotel Tsubame, che però non è accessibile in inverno.

Prendere parte ai festival tradizionali

Myoko Kogen è animata da vari eventi durante tutto l’anno. Il Dontoyaki Fire Festival (festival del fuoco) che ha luogo a gennaio è tra i più popolari: il segnale di inizio viene dato da uomini e donne dello stesso segno zodiacale del nuovo anno, che si ritrovano per accendere un fuoco.  Il festival prevede vari rituali, ad esempio vengono bruciati gli addobbi di capodanno e oggetti dell’anno passato come buon auspicio, si arrostiscono i tipici dolcetti mochi sul fuoco e si beve del sake. Uno spettacolo di fuochi d’artificio conclude l’evento.

Apprezzato è anche il Kamakura Festival che si tiene in febbraio ed è molto amato dai bambini che si divertono a costruire degli iglù con la neve. Nella località di Akanan viene costruito un iglù gigante, in cui i partecipanti possono sedersi all’interno e godersi questo ambiente innevato e illuminato di notte, sorseggiando del buon sakè.

Assaggiare bevande e piatti tipici

Nelle varie località troverete diversi ristoranti che servono sia specialità giapponesi che internazionali. Non perdetevi i piatti locali, a base di verdure stagionali della zona e pesce, ma in particolare assaggiate il riso koshihikari per cui la prefettura di Niigata è famosa e il sakè artigianale prodotto in zona. Il sakè viene preparato con il riso di qualità della regione ed è ideale per accompagnare le specialità gastronomiche giapponesi. Negozi e hotel spesso propongono una degustazione di sakè, che potete poi acquistare come souvenir nelle botteghe alimentari delle cittadine. In aggiunta vi consiglio di provare la birra locale, Myokokogen, che potete sorseggiare alla Tatra-kan Beer Hall ad Ikenotaira Onsen.

Visitare il parco delle “scimmie della neve”

Una delle escursioni giornaliere più gettonate tra i turisti è quella volta alla scoperta del Jigokudani Monkey Park. Visitando il parco delle scimmie scoprirete che non sono solo giapponesi e turisti ad amare i bagni termali. Il parco è abitato da una numerosa comunità di scimmie della neve, i macachi giapponesi, che sfruttano le calde sorgenti termali naturali per proteggersi dal freddo durante il lungo inverno.  È proprio durante il bagno che le scimmie ignorano i visitatori e si possono fotografare molto facilmente e si lasciano riprendere nelle pose più bizzarre e dolci! Il parco è visitabile in ogni periodo dell’anno.

Fare un giro panoramico sul Myoko Sightseeing Train

Una delle attività recentemente introdotte a Myoko Kogen è un bellissimo giro a bordo del treno “Echigo Tokimeki Resort Setsugekka” che offre tour panoramici attraverso la regione di Myoko/Itoigawa. Nelle carrozze i viaggiatori possono godersi splendide viste sulle montagne e sull’oceano seduti in comode poltrone vintage, mentre una carrozza è riservata dal ristorante in stile francese, che propone ottimi piatti per accompagnare il viaggio. I materiali utilizzati per il treno, tra cui il legno che crea un’atmosfera molto retrò, sono tutti provenienti dalla regione di Niigata.

Quando andare

Le piste da sci sono aperte generalmente tra dicembre e gli inizi di aprile e il periodo di alta stagione è solitamente tra gennaio e febbraio quando è consigliabile prenotare con un certo anticipo.

Myoko Kogen è però bellissima tutto l’anno. Anche quando le nevi si sciolgono, il paesaggio naturale circostante consente di praticare tante attività: si può passeggiare sui percorsi di trekking, ammirare il foliage in autunno, andare in bicicletta e visitare le meraviglie dei dintorni come il lago Nojiri, dove in estate si praticano vela, sci d’acqua, canottaggio, giri in barca, e tanto altro ancora.

Come arrivare

Ci sono varie alternative per raggiungere Myoko Kogen, ma quella più comoda è senza dubbio il treno. Da Tokyo prendete la linea Hokuriku fino alla stazione di Nagano e da qui proseguite su un treno locale per  Myoko-Kogen. Da Osaka o Kyoto è leggermente più complicato: prendete il treno express Thunderbird per la stazione Kanazawa e cambiate sulla linea Hokuriku fino a Joetsu Myoko; da qui prendete un treno locale per la stazione Myoko-Kogen. Il viaggio può essere compreso nel Japan Rail Pass.

Una volta giunti alla stazione potete prendere un taxi oppure un bus locale per raggiungere la vostra destinazione finale. Molti hotel offrono un servizio di trasporto gratuito da/per la stazione.

In alternativa durante la stagione invernale è disponibile un servizio di trasporto in autobus diretto dai due aeroporti di Tokyo (Narita e Haneda), chiamato Nagano Snow Shuttle, che opera diverse corse giornaliere; il tragitto dura circa 6 ore.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!