Myeongdong Nanta Theater

Il Myeongdong Nanta Theater è il primo luogo della Corea esclusivamente concepito per ospitare spettacoli Nanta, un tipo di performance che viene scandito sul ritmo della Samulnori, un quartetto di percussioni tradizionali coreani, e che gioca su situazioni comiche ambientate in una cucina, il tutto senza utilizzare le parole (le poche parole che vengono pronunciate sono per lo più in inglese): attraverso colpi ritmici di coltelli, pentole e padelle, Nanta racconta la storia di quattro chef un po’ pazzi che tentano l’impresa impossibile di realizzare un banchetto di nozze in una sola ora. Quello che segue è puro caos musicale. Dal momento che gli strumenti utilizzati sono per lo più utensili da cucina, lo spettacolo è stato ribattezzato “Cooking” negli Stati Uniti.

Il primo spettacolo ha debuttato in Corea nel 1997 e da allora più di 350.000 spettatori di diverse età e provenienza hanno assistito a questa performance. Grazie alla sua popolarità, il teatro è stato costruito solo ed esclusivamente per questo spettacolo. Il primo teatro è stato aperto il 1 luglio 2000, mentre il secondo teatro è stato inaugurato nel quartiere di Gangnam, nel 2002. Circa l’80% degli spettatori sono stranieri. Attualmente ci sono tre teatri Nanta a Seoul: Jeongdong, Myeongdong e Gangnam

Caratteristiche

ll Myeongdong Nanta Theatre è un teatro con 386 posti a sedere su due livelli. I sedili sono disposti il più vicino possibile al palco, e vi sono pareti appositamente progettate in modo tale che il pubblico possa davvero sperimentare l’energia della performance. L’auditorium comprende anche una sala speciale per le famiglie con bambini piccoli, che si trova al terzo piano. Questa camera è dotata di vetri insonorizzati e un sistema stereo, in modo che spettatori di tutte le età possano godere al meglio della performance.

Quando le luci si abbassano e la musica inizia, il pubblico viene immediatamente coinvolto dal suono incalzante delle percussioni, che per l’occasione sono rappresentati da utensili da cucina trasformati in veri e propri strumenti musicali. Gli spettacoli di Nanta sono anche interattivi e i membri del pubblico sono spesso invitati sul palco per unirsi alla performance.
La storia alla base di una performance Nanta è molto semplice e ruota intorno a tre cuochi che cercano di finire di preparare un banchetto di nozze nell’arco di un’ora, tutto questo mentre il capo decide di inserire anche il nipote incompetente tra il personale di cucina . Lo spettacolo coinvolge acrobazie, trucchi magici, commedia, pantomima e la partecipazione del pubblico . L’elemento unificante è l’uso della tradizionale musica coreana detta Samul Nori, che in questo caso viene eseguita con strumenti improvvisati come taglieri, taniche d’acqua e coltelli da cucina.

Un successo senza confini

Il successo del Nanta ha varcato i confini della corea, fino ad arrivare al celebre Festival di Edimburgo, senza contare che è il primo spettacolo coreano di lunga durata a Broadway. Il musical ha fatto il suo debutto internazionale nel 1999, proprio al Festival di Edimburgo, dove è stato inoltre premiato. Da allora è stato messo in scena in 18 paesi in tutto il mondo.
In Corea, gli spettacoli hanno avuto talmente tanto successo che attualmente vengono inscenati in ben tre teatri esclusivi di Seoul, dotati di una speciale illuminazione e sistemi audio per creare il massimo impatto sul pubblico. Circa 380.000 turisti internazionali visitano il Nanta Theater ogni anno.
Al Nanta Theater lo spettacolo Nanta va in scena ogni giorno. Dal momento che si tratta di uno spettacolo non verbale, esso trascende le barriere linguistiche tanto da diventare un successo senza confini, godibile da spettatori di qualsiasi nazionalità. Nanta vanta infatti i più alti dati di affluenza nella storia dello spettacolo coreano ed è inoltre lo spettacolo più longevo nella storia coreana.

Informazioni e mappa

Nome: Myeongdong Nanta Theater

Nelle vicinanze:

La cattedrale di Myeongdong.A 315 metri
Maiale fritto da Tonkatsu Anzu.A 623 metri
La zona di Namdaemun e l'omonimo portale, la sera.A 838 metri
Il Seoul Museum of Art.A 884 metri
Il tempio Jogyesa a Seoul.A 1223 metri
Il Palazzo di Changgyeonggung.A 1970 metri
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).