Cosa vedere a Busan

Avvolta dalle montagne e dal mare, Busan è una città estremamente interessante per i viaggiatori. Spesso vista come l’essenza cosmopolita e multiculturale della Corea del Sud, vi trasporterà in un’atmosfera unica e il suo ricco passato culturale e le tante attività disponibili la rendono un’ottima destinazione per tutti: offre una cucina interessante, numerosi templi, attività al mare e un ritmo di vita piuttosto tranquillo rispetto alla maggior parte delle città della Corea del Sud.

In questa guida scopriamo i luoghi da visitare a Busan per esplorare la bellezza dinamica di questa città e immergersi in profondità nella sua ricca storia e cultura.

UN Memorial Cemetery (cimitero commemorativo delle Nazioni Unite)

Lo United Nations Memorial Cemetery è un cimitero per i soldati che hanno sacrificato la vita durante la Guerra di Corea (1950-1953). All’interno ci sono più di 2.300 tombe e questo rappresenta l’unico luogo di sepoltura interamente dedicato ai soldati delle Nazioni Unite nel mondo. Il memoriale stesso si sviluppa su curatissimi prati ed è composto da vari monumenti portati in dono da diversi paesi.

Gamcheon Culture Village

L’abbondante quantità di dipinti, opere d’arte e graffiti che decorano questo villaggio consente ai viaggiatori di cimentarsi nella fotografia, scattando favolose foto del lato più creativo della Corea. Adagiato sul pendio di una montagna, si raggiunge percorrendo un sentiero in salita, ma la fatica è ricompensata da una vista ampia della città, arricchita da un caleidoscopio di colori. Assicuratevi di prendere una mappa all’ingresso: le strade tortuose qui potrebbero disorientarvi un po’!

Tempio Haedong Yonggungsa

Situato lungo la costa all’estremità nord-orientale di Busan, questo tempio costruito dal grande monaco buddista Naong durante la dinastia Goryeo non è solo una destinazione ideale per affacciarsi sul meraviglioso oceano, ma anche un sito per conoscere meglio la religione locale. Costruito nel 1376, è uno dei pochi templi in Corea costruiti sul mare: potete godervi la vista sul mare da un lato e su bellissime montagne dall’altro. All’interno del complesso ci sono decine di sculture, statue e immagini sacre legate alla vita del Buddha. Vi consiglio di visitare il tempio Haedong Yonggungsa durante le celebrazioni del capodanno lunare e del compleanno del Buddha, quando il complesso è illuminato da centinaia di lanterne di carta, che infondono un senso di romanticismo a questo luogo. Lungo le scale che portano al tempio potrete assaggiare autentiche specialità dello street food coreano acquistato presso le bancarelle.

Gwangan Bridge

Con i suoi 6.500 metri, il Gwangan Bridge è il secondo ponte più lungo della Corea e collega i due quartieri di Haeundae-gu e Suyeong-gu, offrendo viste spettacolari. Di notte le migliaia di luci creano effetti e giochi luminosi sensazionali che attirano coppiette in vena di romanticismo e fotografi. Il punto migliore per ammirarlo è la popolare spiaggia Gwangalli Beach. 

Haeundae Beach

Destinazione ideale per una giornata di sole e mare, Haeundae Beach promette di essere un’esperienza eccezionale che unisce intrattenimenti per bambini e adulti, tra cui l’acquario di Busan, e una natura incontaminata. Cinta da hotel di lusso che offrono un servizio impeccabile e un’ampia selezione di attività, ristoranti e negozi, è un luogo perfetto per una passeggiata sul lungomare o anche per distendersi al sole in estate. A ridosso della spiaggia di Haeundae si concentrano alcuni dei migliori bar e ristoranti della città, il che la rende un’ottima tappa anche per la sera. La spiaggia tende ad essere piuttosto affollata durante i mesi di giugno e luglio.

Isola di Dongbaekseom

Passeggiando lungo la spiaggia di Haeundae verso la sua estremità occidentale, si raggiunge questa splendida penisola che offre viste spettacolari che in cui si coniugano scorci sull’oceano con ampie vedute del famoso ponte Gwangan: alla sera il panorama è ancora più spettacolare. Oltre ad ammirare la bellezza paesaggistica di Busan, Dongbaekseom è un luogo perfetto per riconnettersi con la natura, passeggiando tra fiori profumati e alberi.

Mercato di Jagalchi

Il mercato di Jagalchi è uno dei più grandi mercati del pesce della Corea del Sud: qui vedrete una grande varietà di pesci e crostacei freschi come sgombri, polpi, ostriche, cozze e granchi venduti nelle bancarelle o proposti come specialità da assaggiare nei punti di ristoro. Offre ai viaggiatori l’opportunità di assaggiare il meglio del pesce fresco coreano e di assistere a scene di vita quotidiana tipiche di un’affollata città portuale, entrando in contatto con la gente del posto. Lungo la strada principale, una vasta collezione di bancarelle che vendono street food e bevande tradizionali attira l’attenzione dei buongustai.

SEA LIFE Busan Aquarium

L’acquario di Busan, situato a pochi passi dalla spiaggia di Haeundae, offre ai visitatori un viaggio alla scoperta degli abissi marini. L’enorme collezione di creature marine e pesci appartenenti a più di 250 specie è una risorsa di inestimabile valore per far conoscere al pubblico segreti e curiosità del mondo marino e degli animali esotici che popolano le acque di fiumi e mari della Corea. Il percorso di visita si sviluppa attraverso otto zone tematiche nelle quali si possono ammirare diversi ecosistemi e una grande varietà di alghe, rettili e anfibi. Occupa un edificio di 3 piani circondato da un giardino botanico e al primo piano sono collocati aree ricreative, ristoranti e negozi di souvenir. Fiore all’occhiello è il tunnel sottomarino in cui potrete vivere l’emozione di vedere pesci e creature marine nuotare tutt’intorno a voi: vi sentirete come se stesse camminando sul fondo dell’oceano.

Museo di Busan

Ristrutturato nel 2002, questo museo racconta tutte le pagine più importanti della storia coreana, a partire dall’era preistorica, passando attraverso l’occupazione giapponese e i decenni successivi alla Seconda Guerra Mondiale, arrivando fino ai giorni nostri. La gamma di reperti e antichi manufatti comprende statue, utensili e ricostruzioni di scene storiche. Tuttavia la visita non è assolutamente passiva: i visitatori hanno la possibilità di provare costumi tradizionali coreani e di partecipare alla cerimonia del tè.

Museo d’Arte di Busan

Il Museo d’Arte di Busan è una tappa da non perdere per gli appassionati di arte contemporanea. Il museo si sviluppa su 5 piani, che comprendono sale espositive, sale didattiche e archivi, mentre all’esterno potrete passeggiare in un incantevole giardino di sculture. È estremamente consigliato se volete farvi un’idea dell’arte moderna coreana.

Tempio Beomeo-sa

Il Tempio Beomeo-sa è uno dei più grandi santuari della Corea del Sud. Si trova lungo il pendio orientale del monte Geumjeongsa, una posizione isolata che lo trasforma in un’oasi di pace distaccata dal trambusto della città. L’edificio che più attrae i visitatori è la sala Daeungjeon, un esempio ben conservato di architettura tradizionale tipica del periodo della dinastia Joseon.

Taejongdae

Taejongdae è una delle aree più popolari della città. Prende il nome dal re Taejong Muyul, in quanto un tempo questo parco naturale era utilizzato dal re come luogo di svago e riposo. A parte il suo significato culturale, il parco è anche il luogo ideale per ammirare le isole che sorgono al largo della costa della Corea del Sud. Molto bello da percorrere è il sentiero lungo le scogliere rocciose che offre meravigliose viste sulla città di Busan e sull’isola di Daema e permette di arrivare alla base del faro di Taejongdae.

Parco Yongdusan e Busan Tower (Torre di Busan)

Il parco Yongdusan, situato nel cuore di Busan, ospita alcuni dei monumenti ed edifici più importanti della città, tra cui la Busan Tower: con i suoi 120 metri permette di godersi panorami incredibili sulla città. All’interno del parco ci sono anche due musei: scoprite gli strumenti musicali tradizionali di tutto il mondo al Museum of World Folk Instruments e perdetevi nei dettagli delle oltre 80 barche a vela coreane nella sala espositiva di World Model Boats.

Il parco Yongdusan è anche il luogo in cui i residenti amano praticare tante attività all’aperto, da una semplice passeggiata a piedi o in bicicletta ad un picnic con vista sul paesaggio fiorito del parco e su alcune sculture e strutture che lo punteggiano.

40-step Culture & Tourism Theme Street

Uno dei luoghi più particolari di Busan è una storica strada tematica che si sviluppa su 40 gradini commemorando la cultura coreana del dopoguerra a Busan. La via, lunga 450 metri, è tempestata da lampioni, sculture e figure in bronzo che mettono in luce le difficoltà e lo stile di vita di quell’epoca.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).