Cosa vedere in Corea del Sud

Completamente distinta e indipendente dalla vicina Corea del Nord, la Corea del Sud è una destinazione moderna e avventurosa per i viaggiatori. Le città principali come Seoul offrono l’energia instancabile di una metropoli urbana insieme a una fantastica vita notturna e la possibilità di scoprire le ultime meraviglie tecnologiche e le innovazioni in ambito architettonico. Tuttavia, la Corea del Sud è anche sede di pittoreschi parchi nazionali, cittadine e luoghi in cui è possibile rallentare e godersi l’atmosfera e le tradizioni orientali. Dalle isole idilliache al largo della costa alla zona di confine (DMZ) nel mezzo della penisola coreana, ci sono innumerevoli cose da fare, vedere ed esplorare durante un viaggio in Corea del Sud e in questa guida vi riassumo le principali.

Seoul

Capitale del paese, Seoul è di gran lunga la città più grande della Corea del Sud e una delle principali destinazioni dell’Asia. Solitamente rappresenta il punto di arrivo e partenza per molti viaggiatori e resistere al suo fascino è impossibile. Non c’è fine alle attrazioni della città, ma gran parte dei visitatori inizia con uno dei meravigliosi palazzi di Seoul: le migliori scelte includono l’incredibile Gyeongbokgung e il Changdeokgung. Troverete anche antichi templi e santuari, splendidi parchi pubblici, un’architettura all’avanguardia, centri commerciali e una delle migliori cucine di tutta l’Asia.

Suwon

La città di Suwon è la capitale della provincia di Gyeonggi e si trova a soli 30 km da Seoul. È facilmente raggiungibile da Seoul in auto o in treno, ma spesso viene trascurata dai viaggiatori, nonostante le numerose attrattive che offre. Qui potrete visitare lo stadio che ha ospitato i quarti di finale di calcio della Coppa del Mondo FIFA 2002, chiamato affettuosamente Big Bird (grande uccello) per la forma del tetto, ma se non siete appassionati di sport, dirigetevi verso la storica fortezza di Hwaseong del XVIII secolo, dove potete persino cimentarvi con il tiro con l’arco.

Chuncheon

Circondata da laghi panoramici e imponenti montagne, Chuncheon è capoluogo della provincia di Gangwon ed è famosissima tra i coreani in quanto è la location di una famosa soap opera locale chiamata Winter Sonata, e molti appassionati giungono in città proprio per visitare i luoghi delle riprese. Altri viaggiatori, invece, arrivano a Chuncheon per la sua scena gastronomica: la città è nota come il paradiso dei buongustai. Dopo aver visitato le principali attrazioni come la diga di Soyang, il parco delle statue Statue Park e il tempio di Cheongpyeong-sa, dirigetevi verso Dakgalbi Street, dove si concentra una moltitudine di ristoranti specializzati nel piatto simbolo della città, il dakgalbi, una pietanza a base di pollo alla griglia accompagnato da verdure piccanti e riso. Ogni ristorante propone la propria versione di questa ricetta.

Busan

Busan è la seconda città più grande del paese ed è anche un porto commerciale importante. Busan è ricca di attrattive, con le sue splendide spiagge, le sorgenti termali e le numerose opportunità per fare trekking e attività all’aperto. Il villaggio culturale Gamcheon di Busan, soprannominato il “Santorini di Corea”, è una comunità collinare straordinariamente colorata e traboccante di opere di street art che si affaccia sull’acqua. A Busan avrete anche la possibilità di visitare diversi templi, il più famoso dei quali è il Tempio Beomeosa, e di scegliere tra una grande offerta di negozi e musei. Alcune delle attrazioni più popolari di Busan includono la spiaggia Haeundae Beach, l’area naturale Taejongdae Park e il bellissimo santuario per gli uccelli migratori dell’estuario del fiume Nakdong.

Jeonju

Al culmine dell’epoca della dinastia Joseon, Jeonju era la capitale spirituale del regno, un passato importante che ha lasciato in eredità alla città una ricchezza di templi e musei. Oggi Jeonju è uno dei posti migliori da visitare in Corea del Sud se volete abbracciare la cultura locale e conoscerne la storia; tra i luoghi da non perdere c’è il villaggio di Jeonju Hanok. Qui potete vedere case tradizionali dei primi anni del 1900, prendere parte a laboratori per creare la tradizionale carta hanji e sorseggiare il tipico liquore coreano soju prodotto artigianalmente. Un’altra attrazione popolare in città è l’imponente Museo Nazionale di Jeonju, sede di un’impressionante collezione di manufatti. Se visitate Jeonju, provate il famoso piatto coreano bibimbap, che proviene originariamente proprio da questa regione.

Parco nazionale di Seoraksan

Se amate la natura e volete fare delle escursioni, approfittatene per raggiungere la catena montuosa più conosciuta della Corea del Sud e scattare delle foto incredibili della vostra vacanza: tutto questo potete farlo visitando il Parco Nazionale di Seoraksan. All’interno del parco troverete paesaggi fatti di pinete, cime montuose e rocciose, ruscelli cristallini e laghi meravigliosi che sono la casa di oltre 2.000 specie animali. Iniziate la visita presso il National Park Visitor Centre, dove potete richiedere mappe gratuite in inglese e decidere quale sentiero percorrere tra i tantissimi che attraversano l’intero parco.

Andong

Con i suoi oltre 2000 anni di storia, Andong viene talvolta definita la capitale della cultura spirituale coreana ed è un luogo affascinante da visitare. L’attrazione principale della città è probabilmente l’Andong Hahoe Folk Village, dove il patrimonio culturale locale è stato preservato per essere condiviso con i visitatori. Tuttavia anche gli appassionati di sapori coreani apprezzeranno una visita ad Andong: la città è nota per le sue numerose e deliziose specialità gastronomiche locali, a cominciare da un famoso piatto di pollo e noodle chiamato jjimdak, da abbinare naturalmente al soju prodotto in loco.

Jeju Island

Al largo della costa meridionale della Corea del Sud si trova l’isola di Jeju, l’unica provincia autonoma speciale del paese. Soprannominata “isola degli dei”, Jeju è una destinazione tropicale considerata una delle migliori destinazioni della Corea del Sud per viaggi di nozze e vacanze con i bambini. Oltre a bellissime spiagge, paesaggi lussureggianti e vette vulcaniche, Jeju vanta una lunga lista di attrazioni turistiche e parchi di divertimento: potete approfondire la conoscenza della cultura locale al Seongeup Folklore Village oppure visitare il Glass Castle, un parco a tema che ruota attorno a sculture di vetro. Ma probabilmente l’attrazione più singolare e curiosa di Jeju è Loveland, un parco di sculture con attrazioni romantiche e per soli adulti.

DMZ

La DMZ, o zona demilitarizzata, è l’area di confine tra la Corea del Nord e quella del Sud. Sebbene i viaggiatori possono visitare la DMZ e i tour sono estremamente popolari, non tutte le aree della zona sono sicure e l’unico modo per visitare la DMZ è una visita autorizzata e guidata. Solo una piccola parte della DMZ, nota come JSA o Joint Security Area, è aperta al pubblico. Nella JSA vi ritroverete fisicamente nella Corea del Nord, anche se all’interno di un edificio che ospita anche soldati sudcoreani. Qui è presente anche un negozio di articoli da regalo della Corea del Nord che vende francobolli, vino e altri gadget del paese.

Gyeongju e Seokguram

Gyeongju è l’antica capitale di quello che un tempo era il regno di Silla e questo significa che la città ha alle spalle una storia di più di 2000 anni. Oltre al suo ruolo importante nel passato della Corea del Sud, Gyeongju è una destinazione incredibile che vanta numerosi templi e festival culturali. Iniziate la vostra visita al Tempio Bulguksa, un vero capolavoro della religione e dell’arte buddista che risale all’VIII secolo, e proseguite con un’escursione alla grotta di Seokguram per scoprire ulteriori oggetti e manufatti buddisti. Da non perdere il Covered Market, un mercato che vende di tutto, dai souvenir vintage alle prelibatezze gastronomiche coreane.

Boseong

Anche se non siete grandi appassionati di , adorerete i panorami verdi e lussureggianti di Boseong, considerato uno dei posti più suggestivi da visitare in Corea del Sud. Viene considerata la capitale del tè del paese per via dei suoi vasti terrazzamenti di riso che attirano ogni giorno fotografi e turisti, grazie ai suoi scorci mozzafiato. Oltre ai panorami Boseong offre anche gustose specialità a base di tè verde, come il gelato, i dolci e i noodle.

Parco Nazionale Dadohae Haesang

Composto da oltre 1700 isole e isolotti, il Parco Nazionale Dadohae Haesang occupa gran parte della costa e delle acque costiere della regione di Jeollanam-do. Alcune isole sono abitate da piccole comunità dedite alla pesca e al turismo, mentre altre sono completamente disabitate e dominate da una natura incontaminata.

La città di Mokpo è la porta di accesso al settore occidentale di questo arcipelago e il punto di partenza migliore per visitare le due isole di Hongdo e Heuksando, le più visitate e panoramiche delle isole. A luglio e agosto il parco è preso d’assalto dai turisti, quindi prenotate per tempo.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).