Magome

Magome è una di quelle città che permettono ai visitatori di tornare indietro nel tempo, immaginando il Giappone leggendario dei signori feudali e dei samurai, dove il paesaggio era caratterizzato da verdi valli punteggiate da villaggi tradizionali, montagne e ruscelli tra cui si snodavano tortuosi sentieri.  Situata nella valle del Kiso, nella prefettura di Nagano, Magome era una delle varie “stazioni di posta”, ossia uno di quei piccoli villaggi dove viaggiatori, mercanti e samurai erranti facevano sosta e si fermavano per la notte nelle locande tradizionali. I villaggi erano posti lungo la Nakasendo, un’antica strada che collegava Tokyo a Kyoto.

Magome è una cittadina che vi consiglio assolutamente di visitare se amate le atmosfere magiche e volete avere uno spaccato di quello che era il Giappone di un tempo.

Video

Cosa vedere e cosa fare a Magome?

Percorrere l’antica Nakasendo

Se volete calarvi nei panni dei samurai o dei viaggiatori che un tempo si spostavano a piedi da un villaggio all’altro, allora potete percorrere un tratto dell’antica Nakasendo, partendo da Magome e dirigendovi a nord fino a Tsumago, un’altra antica “stazione di posta” del Giappone, oppure in senso contrario, ovvero da Tsumago a Magome. Oggi la valle del Kiso è l’unico luogo dove si può ancora camminare su questa via e il percorso è assolutamente non impegnativo e ben segnalato sia in giapponese che in inglese: in totale il sentiero è di 8km quindi richiede circa 2/3 ore per essere completato ad un ritmo piacevole.

Il percorso attraversa la bellissima campagna giapponese, passando accanto a coltivazioni e case, con alcuni tratti in pendenza su per le colline; durante la passeggiata avrete modo di ammirare anche due splendide cascate, chiamate Otaki e Metaki (Uomo e Donna) Falls. Le due cascate sono citate in una novella dello scrittore Eiji Yoshikawa intitolata “Miyamoto Musashi”, che narra la vita del più grande spadaccino del paese attraverso un romanzo d’amore in cui Miyamoto viaggia verso Tokyo in compagnia della sua amata Otsu. Se amate la natura e il trekking, intraprendere questo percorso è di certo un modo piacevole per visitare la valle del Kiso.

Se avete dei bagagli con voi è possibile approfittare di un servizio di trasporto offerto dalle due cittadine, da prenotare presso i centri di informazione turistica: in pratica potete depositare i vostri bagagli nella città di partenza e poi ritirarli all’arrivo nell’altra città pagando una quota per ogni bagaglio. Il servizio non è attivo in inverno.

In alternativa per chi non se la sente di fare il tragitto a piedi è disponibile un comodo servizio di trasporto in autobus.

Visitare il centro storico di Magome

Oltre a percorrere il tragitto a piedi, la cittadina di Magome è bellissima da visitare in quanto si è conservata in ottime condizioni nel corso dei secoli, con case tradizionali in legno, alcune delle quali molto antiche, mentre altre risalgono al 1900, e locande che si fanno spazio tra piccole stradine alberate libere dal traffico di veicoli e dai cavi della corrente elettrica: tutto questo si traduce in un’atmosfera suggestiva che vi permette di vedere com’era il Giappone di un tempo.

Nel weekend potrebbe essere particolarmente affollata di turisti, quindi è consigliabile visitarla, se possibile, durante la settimana per respirare un’atmosfera più tranquilla. Nella città troverete bancarelle di street food e botteghe di souvenir perfette per acquistare un regalo o un ricordo del vostro viaggio: tra gli acquisti più gettonati ci sono oggetti artigianali, sake e birra prodotti localmente.

All’entrata di Magome avrete modo di osservare anche una torretta di controllo in legno e una riproduzione di un “kosatuba” ovvero un avviso per i visitatori della città che nel periodo dello shogunato Tokugawa veniva apposto per indicare le leggi in vigore e le regole da rispettare.

Musei e templi

Il cittadino più famoso della città è lo scrittore Toson Shimazaki, vissuto tra la fine del 1800 e la prima metà del 1900, il quale descrisse nelle sue novelle, in particolare nel romanzo “Yoakemae”, la vita della popolazione della regione del Kiso durante i primi anni del Rinnovamento Meiji. Nel centro storico di Magome potete visitare il piccolo museo Toson Kinenkan, dedicato allo scrittore, in cui si racconta la sua vita e le sue opere attraverso pannelli informativi, volumi e bozze. Il museo è ospitato all’interno di un edificio storico, ovvero la principale locanda della città, nelle cui stanze pernottavano i signori feudali e gli ufficiali al servizio dello Shogun.  La tomba dello scrittore si può ammirare nel cimitero situato presso il Tempio Eishoji, un’altra attrazione importante della città. Il tempio è un centro importante del buddismo zen e i visitatori possono provare l’esperienza della meditazione e per chi lo desidera è possibile dormire negli alloggi disponibili presso il tempio.

Un altro museo interessante e utile per conoscere meglio la storia di Magome e della via Nakasendo, è il Magome Wakihonjin Museum, allestito all’interno di un’altra storica locanda, la quale solitamente ospitava mercanti e signori feudali meno potenti. Visitando il piccolo museo Shimizuya Shiryokan, invece, potrete osservare una bella collezione di ceramiche, abbigliamento, pergamene, oggetti di uso quotidiano e utensili appartenuti ai residenti di Magome in epoche passate e che permettono di capire lo stile di vita e le usanze di questo luogo.

Come arrivare

Magome è collegata con un autobus diretto alla stazione JR Nakatsugawa, la stazione ferroviaria più vicina. Il viaggio dura circa 25-30 minuti con una corsa ad ogni ora.

Per raggiungere la stazione di Nakatsugawa da Tokyo dovete prendere la linea JR ”Azusa” per Matsumoto e scendere alla stazione di Shiojiri (durata del viaggio circa 2 ore e mezza); da qui proseguite poi con la linea JR “Shinano” diretta a Nagoya scendendo, dopo circa un’ora, alla stazione Nakatsugawa.

Per chi preferisse l’autobus, sono disponibili le linee Chuo Liner Kani-go 201 e Chuo Liner Nagoya che partono dal terminal di Shinjuku e impiegano circa 5 ore per arrivare alla fermata di Chuo-do-magome, situata lungo la via Nakasendo a circa 25 minuti a piedi dal centro di infomazione turistica della città.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!