Giardini Botanici di Penang

I Giardini Botanici di Penang sono l’orgoglio dell’isola e il paradiso per tutti gli amanti di fiori, botanica e natura. Questo parco di 50 ettari ben curato, noto anche come “Waterfall Gardens” (giardini della cascata), è stato una forte attrattiva per gli abitanti dell’isola sin dalla sua fondazione nel lontano 1884 per la sua grande varietà di specie esotiche e autoctone e un’atmosfera lussureggiante e serena che riflette l’essenza di Penang. Il giardino venne realizzato in epoca coloniale dai britannici sul sito di una vecchia cava. Vale la pena visitarlo anche sua meravigliosa cornice, con la collina di Penang Hill come sfondo e una piccola cascata che offre un dolce sottofondo assieme ai vocalizzi degli uccelli che abitano i giardini.

Visitare i Giardini Botanici di Penang

I giardini sono suddivisi in 12 sezioni tematiche che comprendono un giardino giapponese, un giardino di erbe aromatiche, un giardino acquatico con un laghetto di ninfee, una foresta tropicale attraversata da un percorso di trekking, una serra di felci e di cactus, giardini di orchidee, frutteti e aree ricreative per bimbi.

Visitando i Giardini Botanici avrete modo di osservare piante e fiori unici, come l’albero delle palle di cannone, la principale attrazione del parco, la palma di Betel, il giglio nero, tante specie di orchidee e altro ancora. Nel giardino avvisterete sicuramente tanti animali, come scimmie, scoiattoli giganti, uccelli e una miriade di insetti e farfalle.

Attività ed eventi

I Giardini Botanici di Penang sono anche il luogo preferito dalla gente del posto per passeggiare e fare trekking nella foresta, correre, fare tai-chi o aerobica al mattino. Chi non ama muoversi tanto può semplicemente godersi l’aria fresca che si respira tra la vegetazione e sedersi per un picnic sull’erba o nei vari gazebo e sedute sparsi per il parco.

Con la varietà di piante da fiore colorate, non c’è da meravigliarsi che i Giardini Botanici di Penang siano stati scelti come la cornice dell’annuale Flora Festival che si tiene a maggio di ogni anno. Se vi capita di essere sull’isola proprio in questo mese, visitate i Giardini Botanici per ammirare le fioriture al massimo del loro splendore.

Percorso verso la Penang Hill

Accanto al Moon Gate dei Giardini Botanici parte un sentiero che conduce alla collina di Penang, a circa un’ora di cammino. È un viaggio ripido ma molto suggestivo e naturale durante il quale avrete l’occasione di avvistare numerosi macachi: non a caso il sentiero viene chiamato anche “Monkey Path”. Fate attenzione a non avvicinarvi troppo e non cercare di nutrirli o toccarli.

Informazioni generali per la visita

I Giardini Botanici sono aperti tutti i giorni, dalle 05:00 alle 20:00, e l’ingresso è gratuito. 

Come arrivare

I giardini distano circa 8 km da Georgetown e dispongono di un ampio parcheggio se noleggiate un’auto. Se preferite i mezzi pubblici, dalla stazione degli autobus Komtar o dal terminal dei traghetti Weld Quay potete prendere la linea di autobus n. 10.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).