Dove dormire a Monaco di Baviera

Che desideriate immergervi nella cultura della città visitando i migliori musei o che preferiate fare shopping e tuffarvi nella vita notturna, Monaco di Baviera offre tutto questo e molto di più, ma per poter vivere al meglio la propria vacanza è importante scegliere il quartiere giusto in cui dormire. Monaco è un mosaico di aree molto diverse tra loro e anche se la maggior parte delle principali attrazioni si trovano nel centro storico della città e nel quartiere dei musei di Maxvorstad, esistono altre zone da non sottovalutare: Isarvorstadt e Haidhausen sono i principali fulcri della vita notturna, mentre altre aree prevalentemente residenziali sorprendono con alcune gemme nascoste e un’atmosfera rilassata e autentica, oltre che per i prezzi convenienti. Se avete deciso di trascorrere le prossime vacanze a Monaco di Baviera, eccovi alcuni consigli sui migliori quartieri in cui alloggiare.

Altstadt & Hauptbahnhof

Un dedalo di vicoli medievali, piccole piazzette su cui svettano le guglie di chiese imponenti ed edifici antichi: è questo il paesaggio del centro di Monaco, una zona dalle dimensioni contenute ma ricca di fascino e storia.  Alloggiare qui significa essere a pochi passi da tutto: monumenti, musei, ristoranti, pub e negozi, che affiancano alcuni degli hotel più lussuosi della città. Il cuore del quartiere è Marienplatz, la piazza in cui convergono tutte le strade e su cui domina il Municipio con il suo splendido stile gotico; a sud della piazza si trova il mercato Viktualienmarkt, dove fermarsi ad assaggiare deliziose specialità locali. Il costo elevato delle sistemazioni è il prezzo da pagare per la comodità di soggiornare nella zona più ricca di attrazioni e quella meglio servita dai mezzi pubblici, che consentono di spostarsi rapidamente verso altri quartieri. Il centro storico è la scelta migliore per chi ha pochi giorni a disposizione e per chi non vuole utilizzare spesso i trasporti pubblici perché magari viaggia con dei bambini. Poco più ad ovest della piazza si trova Hauptbahhof, la stazione principale della città: se siete di passaggio e volete alloggiare vicino ai collegamenti per l’aeroporto, scegliete una sistemazione in quest’area.

Schwabing e Maxvorstadt

A nord del centro si trovano Schwabing e il vicino quartiere di Maxvorstadt, che rappresentano il volto culturale, giovane e artistico di Monaco. Maxvorstadt è un distretto antico che si sviluppa attorno alla monumentale piazza Odeonsplatz, ed è una zona tranquilla ed elegante, punteggiata da aree verdi, perfetta per le famiglie e gli appassionati di arte e cultura. Maxvorstadt è infatti famoso per i suoi musei e le gallerie d’arte: ospita il Kunstareal Museum Quarter e le Pinakothek, dove sono esposti i capolavori di celebri artisti come Rembrandt e Magritte. Schwabing è un quartiere giovane e multietnico dall’atmosfera frizzante: qui si trova la prestigiosa Università Ludwig-Maximilian. Popolato da giovani, il quartiere offre un’ampia selezione di ristorantini etnici, locali notturni, birrerie, negozietti, caffetterie e librerie.  È indicato a giovani e a chi ama un quartiere molto dinamico, ma anche a chi è appassionato di shopping di qualità: Schwabing è famoso anche per il Leopoldstrasse boulevard, un ampio viale alberato su cui si affacciano boutique di marche lussuose.

Gli hotel di queste zone sono di qualità ma hanno tariffe più contenute rispetto al centro perciò potrebbero essere indicate per chi vuole risparmiare e al tempo stesso non alloggiare troppo distante dal centro, che si può facilmente raggiungere a piedi o con la metro.

Lehel

A nord-est di Altstadt si trova l’elegante quartiere residenziale di Lehel, che sembra quasi un tutt’uno con il centro storico della città, per il suo labirinto di piccole stradine costellate di imponenti edifici risalenti al 1800 e ville restaurate, molte delle quali sono state convertite in graziosi B&B e piccoli hotel in cui tornare indietro nel tempo. Al suo interno ospita alcuni luoghi di interesse culturale, come il Bavarian National Museum, lo State Museum of Ethnology e l’Archaeological Collection.

La posizione è strategica, vicinissima al centro, ma al tempo stesso distante abbastanza da offrire un contesto tranquillo e meno caotico di Altstadt.

Isarvorstadt e Haidhausen

Poco più a sud di Altstadt, si trova il vivace quartiere di Isarvorstadt, che non ospita grandi attrazioni eccetto il Deutsches Museum, considerato uno dei migliori musei della scienza al mondo. Ma Isarvorstadt è famoso per la sua vita notturna movimentata grazie all’elevata concentrazione di teatri, pub e locali serali. Questo è anche il quartiere dove si svolge l’Oktoberfest. Lungo la sponda opposta del fiume Isar River si estende il quartiere di Haidhausen, dove nell’aria risuonano le note della musica classica che arrivano direttamente dal Gasteig Centre, sede del Conservatorio Strauss e dell’Orchestra Filarmonica di Monaco. Ma nonostante la sua lunga e affascinante storia, Haidhausen è un quartiere in perenne trasformazione e tra le zone più trendy della città: i viali pullulano di ristoranti, caffetterie, pub e mercatini, tra cui il singolare Weiner Markt, il più piccolo mercato alimentare di Monaco.

Numerosi alberghi, ostelli e pensioncine costellano questi due quartieri offrendo sistemazioni per tutti i gusti e per tutte le tasche.  

Neuhausen e Nymphenburg

A circa 20 minuti di tram dal centro, nella parte nord-occidentale della città, si trovano questi due quartieri residenziali tranquilli, che danno quasi la sensazione di trovarsi distanti anni luce dal trambusto del centro. Perfetti per le famiglie, per chi cerca una vacanza all’insegna del relax o vuole entrare in contatto con il volto più autentico di Monaco, questi due quartieri offrono un paesaggio completamente diverso dal centro: ampi viali alberati, tante aree verdi, eleganti dimore, musei e castelli tra cui il famoso Schloss Nymphemburg, una delle attrazioni più visitate di Monaco. Sono zone in cui alloggiare se avete diversi giorni da trascorrere in città e volete vivervi la vostra vacanza in tutta calma, ma non pensate che si tratti di zone poco movimentate e noiose, tutt’altro: si trovano ristoranti ad ogni angolo, caffetterie originali e dalle atmosfere retrò, e ogni anno qui si svolge un grande festival musicale. Entrambe le zone sono ben collegate al centro e si trovano molti appartamenti, B&B e hotel a prezzi più contenuti rispetto a zone più turistiche.