Dogo Onsen

Lasciatevi catturare dalle atmosfere nostalgiche e rilassate di Dogo Onsen, una località termale che ha alle spalle circa 3.000 anni di storia. Un’esperienza assolutamente senza tempo è quella che potreste vivere in questa cittadina situata a est di Matsuyama: da secoli meta prediletta di imperatori, nobili e samurai, i suoi vicoli trasudano un fascino senza eguali con le piccole locande e le dimore in legno, le botteghe di articoli artigianali e prodotti locali, i musei e i tradizionali stabilimenti termali.

Alla sera le stradine sono illuminate dalla luce fievole delle lanterne e degli onsen ancora aperti, mentre nell’aria riecheggia il suono dei sandali in legno di turisti e residenti che fanno rientro a casa o in hotel con indosso il loro yukata, connotando di magia Dogo Onsen.

Una “città incantata”

La principale attrazione di Dogo Onsen è lo stabilimento termale pubblico Dogo Onsen Honkan, risalente al 1894. La facciata in legno cattura lo sguardo per i numerosi dettagli in stile tradizionale, impreziosita da una torretta con vetrate di colore rosso e statue di aironi, simbolo dell’onsen, che punteggiano il tetto. Gli interni sono ancora più incredibili: un labirinto di scale, stradine e stanze che pare abbiano ispirato gli ambienti e le atmosfere raffigurati da Miyazaki nel celebre film di animazione “La città incantata”.

Lo stabilimento Honkan è composto al suo interno da due aree onsen: Kami no Yu offre la vasca pubblica più grande e spesso affollata, mentre Tama no Yu è più piccola e tranquilla. Lo stabilimento offre diverse formule di ingresso che includono l’accesso a differenti livelli della struttura, ed eventualmente anche una piccola merenda con del tè verde. Pagando un supplemento è possibile inoltre fare un tour nella stanza che ospita la vasca onsen privata riservata alla famiglia imperiale.

Onsen per tutti

Naturalmente non c’è solo lo stabilimento Dogo Onsen Honkan: la cittadina termale dispone di altri due stabilimenti, nonché di una vasta gamma di ryokan che offrono l’opportunità anche a chi si trattiene solo in giornata di accedere alle vasche pubbliche.

Il secondo stabilimento più noto è Asuka no Yu, situato a pochi metri da Honkan. Inaugurato nel 2017 è il più moderno della cittadina ed è particolarmente curato nei suoi dettagli di design offrendo ai visitatori spazi contemporanei ma con un pizzico di tradizione. Anche in questo caso sono disponibili diverse formule di ingresso che prevedono l’accesso a vasche pubbliche o private e alla sala relax in tatami dove sorseggiare un tè.

Tsubaki No Yu è un altro stabilimento in stile tradizionale, nato negli anni ’80 del Novecento. Si trova adiacente ad Asuka no Yu e offre ambienti semplici e vasche interne con acque dall’alto contenuto di minerali.

Gli stabilimenti restano generalmente aperti fino alle 23:00.

Ricaricare le energie con le prelibatezze locali

Dopo un bel bagno onsen sicuramente vi verrà un po’ di fame, quindi non c’è niente di meglio che concedersi una passeggiata nel centro della cittadina per assaporare la cucina locale. Una specialità della zona è il taimeshi, un gustoso e ricco piatto a di riso accompagnato dalle orate che possono essere servite cotte o crude. Per una merenda golosa e fresca potete provare il gelato all’arancia mikan, coltivata nella regione e usata anche per produrre ottimi succhi di frutta e birra. Se amate i dolci vi consiglio di provare il tortino taruto e i botchan dango a base di riso, venduti in molti negozietti e gallerie commerciali.

Fare shopping

Le gallerie commerciali di Dogo Onsen offrono il giusto contesto per acquistare souvenir e prodotti locali. La più affollata è quella che collega il Dogo Onsen Honkan alla stazione con 250 metri di negozietti di regalo, snack, dolci e prodotti artigianali, tra cui ci sono articoli laccati, ceramiche, teli da bagno Imabari e perle, tutte eccellenze della regione. Per i fan dello Studio Ghibli, c’è anche un negozio del famoso studio di animazione che vende merchandising.

Gran parte dei negozi restano aperti fino a tarda serata con gli ospiti dei ryokan che curiosano tra le vetrine con indosso il loro yukata, rendendo l’atmosfera particolarmente piacevole e animata.

La novella prende vita

Al termine della galleria commerciale, accanto alla stazione dei treni, si trova l’orologio Botchan Karakuri, che prende vita allo scoccare di ogni ora tra le 8:00 e le 22:00. Il divertente spettacolo ha come protagonisti alcuni personaggi di una famosa novella giapponese, Botchan, scritta da Natsume Soseki. La danza di queste figure è accompagnata da una musica tradizionale e mentre assistete allo spettacolo potete riposare le gambe nella vasca termale per i piedi gratuita, situata nei pressi dell’orologio. Già che ci siete, date uno sguardo ancora più ravvicinato alla stazione di Dogo Onsen: costruita nel 1895, è uno splendido esempio dell’architettura tipica di quegli anni. È il terminal delle tre linee di tram che servono la stazione ed è possibile vedere un modello della storica locomotiva a vapore “Botchan” posta di fronte all’edificio.

Immergersi nella cultura locale

Tra i musei della città, è da segnalare il Masaoka Shiki Museum, a pochi passi dal Parco Dogo. Il museo e memoriale è dedicato ad uno dei cittadini più celebri di Matsuyama, Masaoka Shiki, padre della moderna poesia haiku. Il percorso di visita permette di osservare i poemi e anche i dipinti di questo artista dai mille talenti, con tanto materiale informativo sulla sua vita.

Tra i ciliegi del Parco Dogo

Dove un tempo sorgeva il Castello Yuzuki, oggi si estende una magnifica area verde che diventa un bellissimo punto di ritrovo nei weekend quando gi abitanti si ritrovano per passeggiare attorno al laghetto di carpe e tartarughe e sedersi sui prati per un picnic. In primavera questo è uno dei luoghi migliori della città per ammirare i fiori di ciliegio. Dell’antico castello oggi resta un piccolo museo dedicato, situato proprio accanto all’ingresso del parco.

Templi e santuari

Se avete ancora del tempo potete esplorare i santuari e i templi più famosi dell’area.

Il Tempio Ishiteji si trova a Matsuyama, a circa 20 minuti di passeggiata dal centro di Dogo Onsen o ad un breve tragitto in autobus e vanta un ampio complesso composto da diversi edifici, una pagoda a tre piani e una porta di ingresso designata Tesoro Nazionale. Una curiosità del Tempio Ishiteji è la sua grotta che conduce ad un secondo complesso sacro alquanto bizzarro.

A 200 metri dalla stazione di Dogo Onsen potete invece visitare il Santuario Isaniwa, anticipato da una scalinata che permette di accedere al cuore del complesso composto da due grandi sale con i tetti collegati tra loro. Corridoi coperti, colonne color vermsglio e pareti decorate da dipinti sono alcuni degli splendidi dettagli che caratterizzano questo luogo sacro.

Come arrivare

La stazione di Dogo Onsen è il capolinea di tre linee di tram. Dalla stazione JR Matsuyama potete prendere la linea n. 5 oppure se partite dalla stazione Matsuyama-shi, la linea n. 3. Il tragitto dura circa 15-20 minuti.

Un modo decisamente romantico e suggestivo per arrivare a Dogo Onsen è a bordo della locomotiva a vapore Botchan che offre un servizio meno frequente e rapido, ma di certo unico. Una volta arrivati, l’area si esplora comodamente a piedi.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!