Cosa vedere in Vietnam

Nel cuore del Sud Est asiatico, il Vietnam è un paese dal ricco patrimonio storico e culturale, con una variegata scena gastronomica e paesaggi mozzafiato, che spaziano dalle dolci colline e le risaie alle foreste tropicali e le spiagge.  Offre dunque un viaggio adatto a tutti i gusti e in cui di certo non avrete modo di annoiarvi, considerate le tante cose da vedere e da fare. Se volete qualche consiglio per pianificare il vostro viaggio, eccovi alcuni consigli sui luoghi da non perdere in Vietnam.

Hanoi

La capitale è senza dubbio tra i luoghi da non perdere: si trova nella parte settentrionale del Paese ed è un mix di tradizioni e modernità, con influenze di varie culture asiatiche. Nel centro storico le anguste stradine traboccano di colori e profumi, con numerose attività commerciali e piccole botteghe sempre aperte e affollate. L’acqua è la protagonista della città: Hanoi è attraversata dal Fiume Rosso, tra i principali corsi d’acqua del Vietnam e proprio il cuore del centro storico è occupato dal magnifico Lago della Spada Restituita, la cui storia è un mix di leggende e curiosità. I brulicanti mercatini sono un’ottima tappa per acquistare souvenir e assaggiare specialità locali, e la loro atmosfera vivace e caotica si pone in netto contrasto con quella che avvolge i piccoli templi della città:  dal famoso Tempio della Montagna di Giada allo storico Tempio della Letteratura, troverete tanti luoghi sacri disseminati in ogni area della città. Un’altra attrattiva interessante è il  Mausoleo di Ho Chi Minh, l’eroe nazionale simbolo dell’indipendenza del Vietnam; si tratta di un luogo storico fondamentale per i vietnamiti e visitandolo avrete modo di conoscere meglio la sua storia. Non lontano dal Mausoleo troverete Thang Long, ex cittadella imperiale e Patrimonio dell’UNESCO.

Ho Chi Minh City

Seconda città più importante del Vietnam, Ho Chi Minh City, conosciuta anche con il nome ufficiale di Saigon, è la città più vasta e popolosa del Paese.  Si trova nel sud del Vietnam e rappresenta il centro commerciale e culturale che ha spinto il paese verso l’innovazione con la sua energia inarrestabile. È una grande metropoli, dall’animo frenetico e moderno che nonostante sia dominata dai profili dei grattacieli conserva ancora le tracce del suo passato nei piccoli templi sparsi qua e là e negli antichi palazzi che ricordano le triste pagini della storia del paese.  Tra le attrazioni da non perdere c’è l’iconico Palazzo della Riunificazione, il Museo della Guerra e la Bixteco Tower, dove salire in cima al Saigon Skydec per godersi una vista mozzafiato di tutta la città.

Delta del fiume Mekong

Situato poco a sud della città di Ho Chi Minh, il delta del Mekong, nel Sud del Vietnam, costituisce una delle mete imperdibili di un viaggio nel paese. Per visitarlo ci sono escursioni che partono proprio da Ho Chi Minh oppure dalla cittadina di Can Tho. A bordo delle imbarcazioni attraverserete un incredibile intreccio di fiumi e paludi, passando accanto a piccoli villaggi agricoli, mercati galleggianti, piantagioni e luoghi sacri. Il fiume è anche una riserva della biosfera protetta dall’UNESCO in quanto nelle sue acque e attorno ad esso vivono diverse specie animali e vegetali che rappresentano una risorsa importantissima per la comunità locale.

Nha Trang

Nha Trang è una famosa località balneare della costa meridionale del Vietnam, apprezzata per le sue ampie spiagge abbracciate da un mare limpido e ricco di vita: è la meta ideale per praticare snorkeling e immersioni tra coralli e pesci tropicali. Nha Trang è perfetta per una vacanza di totale relax in spiaggia, tra attività sportive, giri in barca tra gli isolotti che sorgono di fronte alla costa e passeggiate tra le foreste tropicali che circondano la città.  Oltre al mare, a Nha Trang ha tante attrattive storiche, con edifici antichi, templi buddisti e chiese in stile gotico assolutamente da non perdere. Tra i luoghi più visitati ci sono la Pagoda Long Song, un antichissimo tempio buddista, e la torre Po Nagar, un altro importante luogo di culto. Le tante sorgenti termali offrono un’alternativa alla spiaggia, mentre alla sera non avrete che l’imbarazzo della scelta, tra ristorantini di pesce affacciati sulla spiaggia, mercatini di street food, pub e locali di vario genere.

Baia di Ha Long

Tra le cose da vedere in Vietnam non può mancare la baia di Ha Long: affacciata sulle acque color smeraldo del golfo del Tonchino è inserita tra i siti Patrimonio dell’UNESCO dal 1994. Il paesaggio è davvero incredibile: la baia è un tripudio di faraglioni e isolette che emergono dalle acque e sono ricoperte da una fitta vegetazione. Le isole sono scavate all’interno da centinaia di grotte, meta prediletta di tanti sub. La baia è anche un luogo intriso di leggende:  “Ha Long” significa infatti “dove il drago scende in mare” perché, secondo quanto narra una famosa leggenda locale, durante una battaglia tra vietnamiti e cinesi, dei dragoni accorsero in loro aiuto sputando tantissimi gioielli, che si trasformarono poi negli isolotti della baia.

Hue

Situata nel cuore del Vietnam, Hue è stata la capitale del paese durante l’Impero della dinastia Nguyen e da allora è un importante centro culturale e religioso. Ancora oggi si riesce a percepire lo splendore dell’antico impero vietnamita, nonostante molti dei più sontuosi edifici furono distrutti durante la guerra. Resta una delle città che meritano di certo una vista per la bellezza e l’importanza delle sue rovine storiche.  È una città tranquilla e conservatrice, che si adagia lungo le sponde del Fiume dei Profumi offrendo un’immagine pittoresca e romantica. La vera attrazione è il complesso della cittadella imperiale, dichiarato patrimonio dell’UNESCO: al suo interno è possibile visitare una serie di edifici, militari, amministrativi e residenziali.

Valle di Sapa

La Valle di Sapa è l’ideale se amate la natura e volete immergervi nelle tradizioni del paese, scoprendone il lato più autentico. In questa regione del Nord del Vietnam il paesaggio si estende tra  valli e villaggi tradizionali dove ancora si vive seguendo i ritmi della natura.  È il luogo ideale per fare escursioni e trekking tra colline verdi, valli attraversate da fiumi e i terrazzamenti delle risaie dove vedere gli agricoltori all’opera. In questa regione vivono anche alcune delle minoranze etniche del Vietnam, come i popoli Muong e Tay.

Da Nang

Considerata la maggiore destinazione turistica del Vietnam del centro-sud, Da Nang è rinomata per la sua costa ricca di spiagge incorniciate da meravigliose montagne lussureggianti. È la meta ideale se volete rilassarvi al mare, praticando sport acquatici, facendo giri in barca o semplicemente godendovi una nuotata nelle acque calme della zona. Troverete vari tipi di spiagge, per tutti i gusti: alcune sono distese di sabbia dorata a ridosso delle quali sorgono caffè e ristoranti, altre invece sono spiagge rocciose e più allo stato selvaggio, spesso appartenenti a parchi nazionali. Anche la città riserva tante attrazioni da visitare, con il suo mix di pagode antiche, edifici in stile coloniale francese e alcuni musei interessanti tra cui il Museo della Civiltà Cham, ideale per conoscere meglio questa antica cultura.

My Son

Nei pressi di Da Nang si trova uno dei siti archeologici più importanti e suggestivi del Vietnam: si tratta di My Son, dichiarato Patrimonio UNESCO, il quale racchiude un complesso religioso che in origine comprendeva più di 70 strutture tra templi, monumenti e santuari, sebbene oggi siano sopravvissute appena 20. My Son era infatti il maggiore centro spirituale nel periodo del Regno Champa e a rendere questo luogo ancora più magico c’è lo splendido scenario naturale circostante, fatto di foreste tropicali e bellissime valli verdi.

Da Lat

La cittadina collinare di Da Lat è sin dai tempi del colonialismo francese una popolare destinazione turistica tra i vietnamiti, ideale soprattutto per una fuga romantica o per rilassarsi. Viene soprannominata “la piccola Parigi” per le sue atmosfere romantiche e le tante dimore di epoca coloniale; nella città si trova anche una riproduzione della Torre Eiffel!  Da Lat sorge nella zona dell’Altopiano e questo le consente di avere un clima più fresco e meno umido in estate ma anche più freddo in inverno. È una città frequentata soprattutto da locali e abitata da un gran numero di studenti universitari iscritti alla Da Lat University. Nei dintorni si estendono coltivazioni e risaie, foreste tropicali e piccoli villaggi tradizionali; non molto distante si trova anche un parco avventura, particolarmente indicato a chi viaggia con i bambini.

Hoi An

La città di Hoi An è stata uno dei porti commerciali più importanti del paese tra il 1400 e il 1800 e conserva perfettamente il suo patrimonio architettonico, composto da edifici che coniugano elementi tradizionali vietnamiti e influenze di altre culture.  È una località carica di atmosfera, poco turistica, e offre un paesaggio pittoresco con la sua strategica posizione sulle sponde del fiume. Nel centro storico e lungo il fiume negli ultimi anni hanno aperto varie attività, tra cui botteghe artigianali, caffetterie e ristoranti che permettono di rilassarsi, sorseggiare un drink e assaggiare le saporite specialità vietnamite.  Hoi An non ha un aeroporto e nemmeno una stazione ferroviaria, ma si raggiunge facilmente in auto dalla vicina località di Da Nang.

Parco Nazionale di Phong Nha-Ke Bang

Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 2003, il Parco Nazionale di Phong Nha-Ke Bang racchiude tante meraviglie, tra cui le più antiche montagne dell’Asia, formatesi circa 400 milioni di anni fa e oggi ricoperte da lussureggianti foreste tropicali. Ma il vero fiore all’occhiello si trova sottoterra: nel parco si contano infatti oltre 300 grotte di varia tipologica, alcune tra le più grandi del mondo, che offrono scenari spettacolari, con ruscelli e bacini d’acqua che le attraversano. Oltre a visitare le grotte il parco offre tante attività: potete fare trekking, passeggiare alla scoperta della fauna e flora locale, o praticare alpinismo. Il Parco Nazionale di Phong Nha-Ke Bang si trova nella parte centrale del paese.