Cosa vedere a Matsue

Capoluogo della Prefettura di Shimane, Matsue vanta una posizione privilegiata e unica che ha portato a soprannominarla “città sull’acqua”: si trova infatti racchiusa tra il lago Shinji, il lago Nakaumi e il Mare del Giappone.

Pur essendo poco conosciuta dal turismo di massa, Matsue offre tanti luoghi belli da scoprire e attrazioni storiche da non perdere: castelli, musei, quartieri di samurai e incantevoli giardini sono alcune delle cose che potete vedere a Matsue.

Museo d’arte Adachi

Il museo d’arte Adachi prende il nome dal suo fondatore, Adachi Zenko, che negli anni ’80 decise di creare un luogo in cui coniugare la sua passione per l’arte giapponese e quella per il design di giardini. La collezione d’arte include circa 1300 opere d’arte contemporanea che vengono esposte a rotazione, dando vita così a mostre sempre diverse. Il giardino del museo è considerato uno dei migliori del paese e può essere ammirato solamente dall’interno dell’edificio, senza però accedervi. In ogni periodo dell’anno questo luogo regala emozioni straordinarie attraverso le sue bellissime sfumature, diverse a seconda della stagione. Pur trovandosi leggermente distante dalla città, vale la pena sicuramente visitarlo.

Giardino Yushien

Il giardino Yushien sorge sull’isola Daikonshima, nel cuore del lago Nakaumi, ed è particolarmente famoso per le sue distese di peonie e non solo: i suoi paesaggi incantevoli includono laghetti attraversati da ponti, cascate, ruscelli, prati fioriti, lanterne in pietra e giardini secchi di rocce.  Raggiungibile in breve tempo dal centro di Matsue, è una tappa perfetta se amate i fiori che sono visibili tutto l’anno grazie a delle speciali serre, sebbene naturalmente il giardino offra il meglio di sé in primavera.

Castello di Matsue

Il Castello di Matsue è conosciuto anche come il “castello nero” per via del suo colore scuro e del suo aspetto un po’ austero, che cela una storia avvincente: è uno dei pochi castelli ancora intatti del Giappone, sopravvissuto ad incendi, rivoluzioni politiche, terremoti e altre catastrofi. Si erge su una collina a ridosso della città, circondato da un fossato e da mura possenti concepite per essere indistruttibili in caso di una guerra, un aneddoto che fa sorridere scoprendo che nella sua lunga storia il castello non sia in realtà mai stato teatro di alcuna battaglia. Al suo interno ospita un museo dedicato alla storia di questo luogo e della città, con bellissime collezioni di armi, armature e reperti antichi. Oggi i giardini da cui un tempo si scrutava il territorio sono un’ottima cornice in cui passeggiare tra alberi di ciliegio e bambù, mentre il fossato è diventato una rete navigabile da piccole imbarcazioni turistiche che trasportano i visitatori per una breve crociera di circa 20 minuti attorno al castello.

Quartiere dei samurai

A nord del castello si conservano ancora alcune delle storiche residenze di samurai che donano al quartiere un aspetto vintage e tradizionale davvero magico.

Alcuni edifici sono aperti al pubblico come musei: è il caso della residenza Matsue Buke Yashiki appartenuta ad una famiglia d’alto rango. Nella stessa zona si trova anche l’ex dimora dello scrittore Lafcadio Hearn, che visse e insegnò a Matsue per un breve periodo: oggi la sua casa è un museo dedicato alla vita e alle opere di Hearn.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!