Cosa vedere in Belgio

Edifici medievali, romantici canali, deliziose birre e cioccolatini ancora più gustosi: viaggiare in Belgio è questo e molto altro. Nonostante le dimensioni abbastanza contenute del paese, il Belgio è ricco di luoghi da visitare. Dalle città moderne e multiculturali, come la capitale Bruxelles, ai piccoli borghi ben conservati e i siti UNESCO, non perdetevi le principali attrazioni del Belgio: scopriamole insieme in questa guida.

Bruxelles

Bruxelles è la capitale del Belgio ed è il luogo da cui molti turisti iniziano il loro viaggio nel paese. Sede di molte istituzioni europee, Bruxelles è un po’ il cuore dell’Unione Europea e permette di approfondire anche la storia e l’evoluzione dell’UE attraverso musei dedicati. La Grand Place è il centro della città e tutt’intorno si trovano caffè con tavolini all’aperto e pub, così come altri siti di interesse tra cui lo splendido municipio in stile gotico. Come in tutte le grandi capitali troverete una moltitudine di luoghi dello shopping tra cui in particolare le Gallerie Reali St. Hubert, gallerie commerciali dal tetto in vetro nel centro della città, ricche di negozi, caffetterie e teatri.

Bruges

Bruges è una romantica città attraversata da canali che le hanno valso il titolo di “Venezia del Nord Europa”. Fare un tour in barca lungo i canali o passeggiarci intorno è una delle attività preferite da chi visita la città. Facile da esplorare, Bruges è punteggiata da gemme di origine medievale, in particolare nella parte sud del centro principale della città, la piazza Grote Market, sulla quale domina il bellissimo campanile; potete salire in cima per ammirare le guglie e i tetti della città.

Mechelen (Malines)

Pur essendo una città vivace, Mechelen non è ancora una meta molto popolare, il che la rende perfetta per conoscere un volto nuovo e meno turistico del Belgio. Iniziate la visita salendo in cima all’imponente torre della cattedrale di St. Rombout: è il modo migliore per avere una vista panoramica sulla città e sul porto di Anversa in lontananza. Tra le altre cose divertenti da fare, potete prender parte ad un tour del birrificio Het Anker alle crociere in barca sul fiume.

Anversa

Anversa è una città dai mille volti. Anche se non conserva tanti edifici storici come Bruges o Gand, è una città molto dinamica, che offre un perfetto mix di passato e presente. È una tappa ideale se siete amanti del buon cibo, della birra artigianale e cercate una città a misura d’uomo. Anche gli appassionati di arte e cultura troveranno spunti interessanti: il museo Revenshuis espone le opere di Peter Paul Ruebens, mentre il Museo Plantin Moretus è stato allestito nell’ex residenza del tipografo e rilegatore Christoffel Plantin.

Mons

Situata nella provincia di Hainaut, Mons racchiude tanti luoghi interessanti come il campanile, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, e la Chiesa di Sainte-Waudru con i suoi interni impreziositi da opere artistiche e cimeli religiosi. Il centro storico è piacevole e semplice da esplorare, con i suoi stretti vicoli in cui camminare tra edifici in vari stili architettonici. Al centro si trova la Grand Place, una piazza principale abbellita da una varietà di strutture risalenti al XV e al XVIII secolo e che conservano ancora oggi i loro tratti distintivi e originali. Qui sorge il municipio di Mons con il suo stile gotico e una serie di caffè e negozi dove fare una sosta. Se amate l’arte, fermatevi presso la Casa di Van Gogh per saperne di più sulla vita del famoso pittore e ammirare riproduzioni delle sue opere.

Lovanio

Città universitaria delle Fiandre e un grande centro di produzione della birra, Lovanio è una città giovane e dinamica. Ospita la più antica università cattolica del mondo e nella città si conta una popolazione di oltre 30.000 studenti che le donano una vena creativa e frizzante. Avendo un centro storico abbastanza contenuto, è facile a visitare in un giorno. Sulla piazza principale, Grote Market, si affacciano il Municipio e numerosi ristoranti e pub tradizionali dove fermarsi a sorseggiare una birra belga artigianale. Da qui partono stradine di negozi e gallerie commerciali. Il Campanile della Chiesa di San Pietro e il Groot Begijnhof, un ex grande convento di beghine ben conservato, sono altri luoghi da non perdere.

Gand

Città più grande delle Fiandre Orientali, Gand è anche la terza città più grande del Belgio. È una fervente città universitaria e portuale, sebbene a livello turistico passi in secondo piano rispetto ad altre località belghe. Alle spalle ha un passato di splendore: nel Medioevo era una delle città più prosperose e potenti in Europa e questo si riflette oggi nella sua architettura. Chiese, fortezze imponenti e dimore di ricchi mercanti sono alcuni dei luoghi da visitare nella città. La maestosa fortezza di Gravensteen è probabilmente l’esempio migliore, con le sue mura possenti che si innalzano sul fiume nel centro della città; all’interno un museo racconta frammenti di vita medievale e dagli ultimi piani si hanno viste incantevoli sulla città.

Ypres

Per gli appassionati di storia, visitare il Belgio significa anche approfondire tematiche legate alla Prima Guerra Mondiale. Attorno alla città di Ypres, nelle Fiandre Occidentali, si estendono per chilometri i campi di battaglia, trincee in cui hanno perso la vita migliaia di soldati, divenuti oggi un importante luogo di pellegrinaggio. Per questo visitando la cittadina e la campagna che la circonda troverete molti musei di guerra, monumenti commemorativi e cimiteri da visitare.

Valle della Mosa

La valle della Mosa, nel sud del paese, è uno dei posti migliori per immergersi nella lussureggiante campagna belga e qui avrete l’occasione di fare una gita in barca lungo il fiume guardando lo splendido scenario che si dispiega attorno a voi. Vedrete fitte foreste intervallate da graziose cittadine arroccate su colline rocciose. Le principali porte di accesso a questa regione sono le città di Namur e Dinant che offrono una serie di sentieri escursionistici e piste ciclabili per chi viaggia nella bella stagione e desidera dedicarsi ad attività all’aperto.

Waterloo

Per gli esperti di storia Waterloo è principalmente il luogo in cui Napoleone fu sconfitto nella famosa e omonima battaglia. Oggi la campagna in cui un tempo si combatteva è un paesaggio bucolico, fatto di campi agricoli, piccoli villaggi e prati verdi, ma su una collina artificiale è possibile ammirare una scultura commemorativa raffigurante un leone che ricorda proprio quell’evento storico.

Valle del Semois

La lussureggiante valle del fiume Semois è il rifugio perfetto per chi desidera uscire dal contesto urbano. Si trova nella parte sud-orientale del paese, caratterizzata da colline alberate attraverso le quali scorre il fiume Semois: è un territorio molto popolare per cimentarsi in escursioni. Per chi ha poco tempo o non ama camminare, un’alternativa per ammirare il paesaggio è con una gita in barca sul fiume. La valle del Semois offre uno sguardo sul paesaggio belga nella sua bellezza rurale più selvaggia ed è particolarmente bella in primavera quando i campi sono un tripudio di fiori colorati.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).