Blue Mountains

Se desiderate sfuggire un po’ al trambusto della città e immergervi in paesaggi che sembrano un dipinto, raggiungete le Blue Mountains, ad un paio di ore da Sydney. È un luogo mistico e incantato, a cui sono dedicate tante leggende aborigene del Tempo del Sogno che cercano di spiegare la nascita di un paesaggio così incredibile da lasciare tutti senza fiato: vi troverete di fronte a imponenti formazioni rocciose, canyon, cascate dirompenti e una distesa di foreste di eucalipto, responsabili delle sfumature di colore blu; sono gli oli dell’eucalipto che sprigionano una nebbiolina fine di questa tonalità conferendo al paesaggio un effetto pittura davvero strepitoso. Patrimonio dell’Umanità, le Blue Mountains sono accessibili solo dal 1868, quando fu costruita la ferrovia che passa attraverso le montagne e consentì ai cittadini di Sydney di raggiungere questo luogo di montagna. Fino ad allora, nonostante i rilievi non superino i 1000 metri, le Blue Mountains rappresentavano una barriera difficile da valicare per i primi coloni e gli unici a conoscere bene questa zona erano le tribù di aborigeni. Solo agli inizi del 1800 tre esploratori trovarono la via per attraversarle.

Il resto è storia: già nei primi anni del ‘900 la zona era diventata una grande località turistica, con i primi resort di villeggiatura, i ristoranti, bar e i negozi che attiravano i signori benestanti della città; chi poteva permetterselo costruì nella zona una seconda casa per le vacanze.

Oggi le Blue Mountains sono una destinazione popolare in particolare tra le famiglie, gli appassionati di natura, trekking e arrampicata, e i fotografi: tra le montagne si snodano bellissimi sentieri di trekking o per mountain bike che conducono a cascate, fiumi sotterranei, punti panoramici e grotte, mentre chi non ama camminare può optare per un giro suggestivo sulla funivia o sulla ferrovia più ripida del mondo. Sono visitabili anche in una giornata da Sydney, ma se avete abbastanza tempo concedetevi un paio di giorno in questo luogo: tra le varie formazioni di roccia arenaria e i boschi di eucalipto troverete deliziosi ristoranti in cui assaporare le specialità locali, sistemazioni accoglienti e un’interessante serie di eventi dedicati all’arte.

Cosa fare e cosa vedere alle Blue Mountains

Visitare da Katoomba

Katoomba è il principale centro delle Blue Mountains: si erge sulla Jamison Valley, offrendo scenari spettacolari in ogni periodo dell’anno. È la base di partenza ideale per esplorare le Blue Mountais ed è ottima se arrivate in treno da Sydney, in quanto la stazione si trova proprio qui, o se avete solo una giornata da trascorrere in questo luogo. Qui si concentra il maggior numero di hotel, B&B e locande e da questa cittadina tutto è raggiungibile in breve tempo a piedi o in alternativa con l’autobus.

Concedetevi una breve passeggiata su Katoomba Street, la via principale, dove troverete negozietti di antiquariato e souvenir, gallerie d’arte, ristoranti e bar, tra cui lo storico Paragon Café, uno dei più antichi (risale al 1916) e famoso per i decori interni e la pasticceria artigianale. Da questo viale raggiungete Echo Point, un punto panoramico da cui si gode una vista eccezionale sulle Three Sisters, formazioni rocciose che prendono il nome da una leggenda aborigena.

Ammirare le Three Sisters

Queste tre cime in arenaria plasmate nel corso di migliaia di anni, raggiungono un’altezza di circa 900 metri e si stagliano verso il cielo sulla Jamison Valley. Oltre alla bellezza naturale, questo luogo incuriosisce per la leggenda aborigena che si cela dietro al loro nome: gli aborigeni raccontano che un tempo le formazioni rocciose erano tre affascinanti sorelle, figlie di un potente capo tribù. Le donne si innamorarono di tre fratelli appartenenti ad un’altra tribù, ma alcune leggi tribali impedivano loro di unirsi in matrimonio con i tre uomini, i quali decisero allora di rapire le tre donne scatenando una guerra tra clan. Il capo tribù trasformò le figlie in pietra per proteggerle, ma dato che morì in battaglia non si poté sciogliere l’incantesimo.

Da Echo Point è possibile raggiungere la valle sottostante, scendendo fino alla base delle Three Sisters, percorrendo il “Giant Stairway”,  un percorso di oltre 800 gradini scavati nella roccia.  Una volta arrivati in fondo, troverete vari percorsi escursionistici, tra cui lo Scenic Walkway, una passerella in legno lunga poco più di 2 k che vi porterà attraverso un’antica foresta pluviale risalente al periodo  jurassico, dove oltre a piante e cascate avrete modo di osservate i resti di antichi siti minerari. Sempre dalla valle partono anche i sentieri che conducono a siti popolari come la formazione rocciosa di Ruined Castle o, per chi vuole fare un percorso più lungo, le grotte Jenolan Caves, distanti circa 40 km. Nei dintorni si trovano anche la Scenic Railway e la Scenic Skyway.

Fare un tour panoramico sulla Scenic Railway o sulla Scenic Skyway

Allo Scenic World potete acquistare i biglietti per il treno o la funivia che offrono panorami mozzafiato sulle Blue Mountains. La Scenic Railway è perfetta per chi ama un po’ di adrenalina: è infatti la ferrovia più ripida al mondo, con un’inclinazione di 52°, e attraversa la foresta pluviale, passando poi sui pendii delle montagne e regalando splendide viste sulle valli sottostanti. I passeggeri possono anche variare l’inclinazione del proprio sedile in base alla pendenza.

La funicolare Skyway è ancora più spettacolare perché permette di passare da una montagna all’altra sospesi su una funivia a circa 270 metri di altezza. Per una migliore visuale la funivia è stata dotata di un fondo in vetro. Durante il tragitto avrete una visuale incredibile delle Three Sisters, delle Katoomba Falls e della Jamison Valley.

Fate attenzione a non confondere la Scenic Skyway con la Cableway che è un’altra piccola funivia che invece effettua un tragitto di 510 metri dalla cima della montagna fino giù alla Jamison Valley, offrendo una prospettiva unica su meraviglie quali le Three Sisters, Orphan Rock, Mt Solitary e le Katoomba Falls. La stazione in fondo alla valle si trova accanto all’accesso dello Scenic Walkway.

Scoprire la cultura aborigena

Oltre alla leggenda delle Three Sisters, ci sono tanti luoghi ricchi di leggende e storie legate alla cultura aborigena: potete visitare la grotta di Lyrebird Dell, un antichissimo sito aborigeno, ammirare le pitture realizzate dalle tribù sulle rocce nella grotta Red Hands Cave oppure prenotare uno dei tanti tour con guida aborigena che vi accompagnerà attraverso le “vie dei canti” (songlines) un reticolato di percorsi che attraversano la foresta passando nei luoghi più sacri degli aborigeni; durante la passeggiata ascolterete storie suggestive e spesso assisterete a riti, cerimonie e dimostrazioni di pittura.

Esplorare le grotte di Jenolan Caves

A sud-ovest di Katoomba si trovano le Jenolan Caves, una rete di 300 grotte calcaree divenute una delle attrazioni turistiche principali delle Blue Mountain. Non sono accessibili con i mezzi pubblici, se non prenotando un tour che comprenda le grotte, ma ci si può arrivare in auto o a piedi lungo un antico sentiero per cavalli di circa 40 km chiamato Six Foot Track, perfetto per i più atletici e gli amanti del trekking. Il percorso può essere fatto in 2/3giorni e durante il cammino troverete dei campeggi. Delle 300 sono solo 11 le grotte aperte al pubblico e sono visitabili solo con tour guidato da prenotare in loco. Ogni grotta ha un diverso livello di difficoltà a seconda del numero di gradini che è necessario scendere.

Visitare le Wentworth Falls

Un’altra attrazione del Blue Mountains National Park sono le suggestive cascate Wentworth Falls. Esistono vari percorsi per raggiungere i vari livelli della cascata: il più semplice e veloce, anche se un po’ ripido, parte dall’area picnic accanto alle cascate e prevede circa 200 scalini che conducono al punto panoramico Fletchers lookout. Il percorso invece più difficile è il National Pass, una passeggiata di 6 km costruita sulle ripide scogliere attorno alle Wentworth Falls: è piuttosto ripido e faticoso, ma di certo ne vale la pena, considerato la vista mozzafiato. Un altro percorso molto semplice e di breve durata (30 minuti circa) è il Princes Rock Lookout Track, che conduce ad un punto panoramico con incantevoli viste su Wentworth Falls, Kings Tableland e Mount Solitary.

A breve distanza dalle cascate sorge anche l’omonima cittadina, un luogo pittoresco che offre le tipiche atmosfere di un paesino di montagna, con piccole casette, una scuola, negozietti, caffetterie e ristoranti e aree giochi per i bimbi.

Fare un tour in auto

Se amate i tour on the road e avete noleggiato un’auto potete visitare le Blue Mountains percorrendo la Greater Blue Mountains Drive, una rete stradale che circonda le montagne. In questo modo avrete di certo una maggiore autonomia e libertà e potete fermarvi ad esplorare bellissime cittadine di montagna e luoghi suggestivi che altrimenti non vedreste come Kurrajong, The Mounts e Megalong.

Visitare Leura

Distante soli 3 km da Katoomba, Leura è una cittadina più piccola ma anche più graziosa e caratteristica, dove si respira ancora un’atmosfera tipica degli anni ’20 nelle splendide caffetterie, gallerie d’arte e nei negozietti d’antiquariato.  Oltre alla ricca vegetazione da cui è circondata, Leura vanta tantissimi giardini con aree giochi per i bimbi e zone picnic.

Dalla cittadina partono alcuni sentieri panoramici conducono a bellissime cascate della zona, tra cui le Leura Cascades, Bridal Veil Falls e Gordon Falls.

Provare i ristoranti del posto

Le Blue Mountains sono il luogo ideale per assaporare i prodotti enogastronomici australiani. Ci sono tanti ristoranti dagli ambienti eleganti o informali, che propongono menù tipici del posto o specialità giapponesi, italiane, francesi, ecc. Alcuni di questi sono locali storici, che offrono viste panoramiche dall’alto sul paesaggio meraviglioso delle Blue Mountains. Non dimenticatevi poi di fare una merenda golosa nelle pasticcerie locali. A 200 metri da Echo Point si trova anche la famosa Chocolate Company, rinomata per il cioccolato finissimo utilizzato nelle sue creazioni; approfittatene per fare una merenda a base di gustosi cioccolatini o, in inverno, assaggiate la loro cioccolata calda.

Come raggiungere le Blue Mountains

Raggiungere le Blue Mountains è molto semplice, basta prendere il treno dalla stazione centrale di Sydney (Sydney Central). Sono disponibili diverse corse giornaliere, ma vi consiglio di partire molto presto per sfruttare al meglio la giornata.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).