10 giorni in Ungheria

Anche se molti viaggiatori si limitano a visitare la capitale Budapest, l’Ungheria ha tanti altri luoghi speciali da non perdere: cittadine pittoresche, laghi e castelli sono alcune delle cose che potrete vedere in un viaggio di 10 giorni in Ungheria. L’Ungheria è un paese molto facile da raggiungere e ci sono diverse compagnie aeree low cost che collegano l’Italia a Budapest. Una volta arrivati nella capitale potete seguire questo itinerario di 10 giorni in Ungheria con partenza e arrivo a Budapest. Potete fare il tragitto sia in auto che in treno.

Giorni 1-2: Budapest

Arrivate a Budapest e dopo esservi sistemati in hotel, partite all’esplorazione della città. Separata in due zone dalle acque del Danubio, Budapest è una bellissima città che offre un meraviglioso mix di grandiosa architettura, bei musei, parchi alberati, ottimi ristoranti e una vivace vita notturna.

Tra le attrazioni imperdibili c’è la zona collinare Varhegy (Castle Hill) che si innalza sopra il Danubio, sul lato Buda di Budapest accogliendo sulla sua cima il Castello di Buda. Le viste da quassù sono sensazionali. Tra le altre cose interessanti da vedere ci sono la Basilica di Santo Stefano e la sede del Parlamento Ungherese, un magnifico esempio di architettura neogotica che appare ancora più bello se visto durante una crociera serale. Nei pomeriggi freddi potete riscaldarvi in uno degli stabilimenti termali di Budapest: il più famoso è lo stabilimento Széchenyi, ospitati in un grande edificio che sembra un palazzo barocco decorato. Alla sera potete invece divertirvi con un tour nei Ruins Bar, pub ricavati da edifici abbandonati.

Giorno 3: Gita a Eger

Dedicate il terzo giorno del viaggio ad una gita di un giorno a Eger raggiungibile in treno in un’ora e mezza circa. Immersa in una fertile valle delle colline Bükk, Eger è un pittoresca cittadina nel nord-est dell’Ungheria ricca di splendida architettura barocca ben conservata e di strade acciottolate. L’attrazione principale qui è il Castello di Eger, un luogo ricco di storia che offre anche fantastici panorami sulla città. Da non perdere le affascinanti strade del centro storico di Eger. Le case colorate e le numerose terrazze fanno di questo il luogo più vivace della città. Un chiaro residuo dell’Impero Ottomano è il minareto nel centro di Eger e la cosa più bella è che potete salire fino in cima per ammirare il paesaggio. Attorno alla cittadina troverete anche la Valle delle Belle Donne, una regione vinicola con tantissime cantine dove potete assaggiare il pregiato vino locale. Alla sera rientrate a Budapest.

Giorni 4 e 5: Pécs

La cattedrale di Pecs.
La cattedrale di Pecs.
Situata nel sud-est dell’Ungheria, in una pianura tra i fiumi Danubio e Dráva, Pécs è una città elegante e multiculturale che è stata insignita del titolo di Capitale europea della cultura nel 2010. Si può raggiungere da Budapest con treni diretti in 2-3 ore. Da non perdere a Pécs ci sono diversi edifici religiosi tra cui la Cattedrale di Pecs, la Sinagoga di Pecs e la Moschea di Pasha Gazzi Kassim. Appena a nord del centro storico di Pécs, Calvary Hill è il posto dove andare per le migliori viste della città.

Giorno 6 e 7: Keszthely (Lago Balaton)

Non c’è un treno diretto da Pécs al Lago Balaton ma inclusi i cambi potete raggiungere questa area in circa 3 ore e mezza. Keszthely è una città di grandi case colorate arroccate all’estremità occidentale del Lago Balaton ed è uno dei luoghi più belli in cui soggiornare per esplorare il lago. Il Lago Balaton è una popolare destinazione turistica in estate per gli ungheresi. Ci sono molte cose da fare intorno al lago, come escursioni, gite in bicicletta, deltaplano, giri in barca e vari tipi di sport acquatici.

Qui potete trascorrere due giornate di relax in riva al lago e alla sera passeggiare tra le affascinanti strade di Keszthely che racchiudono una manciata di musei ed edifici storici (il più impressionante dei quali è il Palazzo Festetics), nonché un numero significativo di invitanti ristoranti, caffè e bancarelle che vendono souvenir e oggetti artigianali.

Giorno 8 e 9: Visegrad

Il Danubio, visto ista dalla collina di Visegrad, in Ungheria.
Il Danubio, visto ista dalla collina di Visegrad, in Ungheria.
Dal Lago Balaton partite alla volta di Visegrad. Visegrad si trova a nord di Budapest, da cui dista circa 40 km, il che la rende perfetta per poi rientrare nella capitale e prendere il volo di ritorno in Italia. In treno si impiegano circa 5-6 ore ripassando per la capitale e con alcuni cambi, mentre in auto potete arrivarci in meno di tre ore. Il castello reale e la cittadella di Visegrad sono famose attrazioni turistiche. Il palazzo è arricchito di opere d’arte e dettagli architettonici in stile italiano che lo classificano tra i più belli d’Europa. L’escursione in cima al castello vi farà apprezzare ancora di più le viste spettacolari.

Giorno 10: Budapest

L’ultimo giorno rientrate a Budapest e godetevi le ultime ore in Ungheria girovagando per la capitale.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).