New York con il cane

Viaggiare a New York in compagnia di Fido non è un’impresa facile, in particolare per quanto riguarda il volo, che per gli animali rappresenta sempre una fonte di stress, e la documentazione necessaria per far sì che il cane abbia il permesso di entrare negli Stati Uniti. Se avete una soluzione alternativa o qualcuno a cui affidarlo durante la vacanza sarebbe preferibile, ma se ad esempio dovete stare via tanto tempo o se non potete fare altrimenti, non preoccupatevi: basta solo un po’ di organizzazione in più!

Del resto poi la Grande Mela è una delle città più dog-friendly al mondo: qui trovate tante aree verdi in cui passeggiare con il vostro amico a quattro zampe e numerosi negozi, spa e “asili” proprio per i cani! Se già vi immaginate a camminare nel verde di Central Park con il vostro cane, eccovi una guida utile con tutte le informazioni!

Documenti necessari

Partiamo innanzitutto da quali documenti servono per poter andare non solo a New York, ma negli Stati Uniti in generale, con il cane.

In primis ci sono il microchip e l’iscrizione all’Anagrafe Canina, che sono obbligatori anche in Italia, quindi dovreste già esserne in possesso.

A questi vanno aggiunti:

  • il passaporto, che viene rilasciato dai Servizi Veterinari della AUSL;
  • il certificato di vaccinazione antirabbica che deve essere fatto almeno un mese prima della partenza;
  • una dichiarazione rilasciata dal veterinario (e autorizzato dall’AUSL) che attesti la buona salute del cane, e che sia rilasciato non più di 10 giorni prima dalla partenza.

In volo

La programmazione del volo è la parte fondamentale di un viaggio con il cane, soprattutto quando si tratta di viaggi della durata di 9-10 ore come quello verso New York. Per le regole inenerenti al volo dovete far riferimento a quelle imposte dalla compagnia aerea, poiché ciascuna ha la propria politica per il trasporto di animali, che può essere fatto in stiva o in cabina a seconda del peso e delle dimensioni. Informatevi quindi sul sito delle varie compagnie aeree per conoscere tutte le condizioni legate alla prenotazione a anche al trasporto dell’animale. Tenete presente che il cane dovrà restare per tutto il volo nel suo trasportino, quindi le dimensioni della gabbietta, oltre a soddisfare le condizioni della compagnia aerea, devono essere tali da consentire all’animale di potersi muovere. Vi consiglio inoltre di preferire un volo diretto per non causare uno stress ancora maggiore al cane e di consultarvi con il veterinario per preparare il vostro amico a quattro zampe al viaggio.

In aeroporto

A chi viaggia con il cane consiglio di atterrare all’aeroporto JFK, che di recente ha inaugurato un intero terminal dedicato proprio agli animali. Questa “oasi” aperta 24 ore su 24 si chiama The Ark ed è la prima al mondo di questo genere, nata proprio per verificare le condizioni di salute degli animali nel periodo pre e post viaggio, assistendoli e curandoli grazie ad un team di veterinari ed esperti. Da qui passano non solo cani e gatti, ma tutti gli animali che devono entrare a New York, dai cavalli agli esemplari esotici, di cui vengono controllati i documenti, i certificati e lo stato di salute prima che entrino sul suolo americano. In questa zona troverete anche tanti servizi pensati per gli animali, come una zona per la toelettatura e spazi gioco all’aperto.

L’alloggio

Un’altra considerazione da fare riguarda l’alloggio. Ormai quasi tutti gli hotel di New York accettano cani, ma alcuni forniscono anche servizi particolari con menù studiati appositamente per i vostri amici a quattro zampe, l’assistenza di un dog sitter nelle giornate in cui non potete portare il cane con voi e  persino trattamenti estetici. In alcune strutture, come il Benjamin Hotel, troverete in camera anche un set di cortesia per Fido, con giocattoli, croccantini, buste di plastica da portare in giro e kit per il bagno. Se vi capiterà di lasciare il vostro cane in stanza da solo, prima di uscire controllate che la camera sia sicura per lui e che non ci siano oggetti pericolosi in giro. Se preferite una soluzione più casalinga, potete sempre affittare un appartamento: in questo modo avrete anche una cucina a disposizione per preparare una cena a casa per voi e Fido!

Qualunque soluzione scegliate, assicuratevi di trovare una sistemazione accanto ad un’area verde o ad un parco in modo che al momento della passeggiata mattutina e serale non dobbiate camminare tanto per raggiungere il parco. Inoltre scegliete un quartiere tranquillo: anche se desiderate restare vicino al centro, tenete presente che le vie e piazze principali, come la Fifth Avenue e Times Square possono diventare molto affollate e troppo rumorose per il vostro amico a 4 zampe.

Spostarsi in città con il cane

I cani sono ammessi sia in metro che negli autobus, sul traghetto e sui treni purché si trovino all’interno di un trasportino.

Per i taxi tutto dipende dal tassista, c’è chi non ha problemi e chi invece vi potrebbe rifiutare la corsa.

Al ristorante con il cane

Per legge non è consentito portare il cane all’interno di ristoranti, cafè o in qualunque altra attività dove viene servito cibo, ma la maggior parte dei locali che offrono tavolini e spazi all’aperto permettono di pranzare con il proprio cane in queste zone. Per questo motivo se viaggiate con Fido vi consiglio di visitare New York nella bella stagione quando potrete mangiare fuori. Oggi molti ristoranti e fast food propongono anche delle specialità gustose pensate per gli amici a quattro zampe: è il caso ad esempio di Shake Shack a Madison Square Park e di by Chloe nel West Village.

Cosa fare con il cane

Tutti i parchi e le aree verdi di New York dispongono di aree apposite per far correre liberamente i cani, oltre ai classici sentieri dove potete passeggiare con loro tenendoli però al guinzaglio. La destinazione preferita da chi viaggia con il cane è indubbiamente Central Park, che offre numerosi spazi dove il cane può accedere con o senza guinzaglio; esistono anche aree in cui non sono ammessi i cani, quindi controllate bene sulla mappa del parco. Ovviamente mentre passeggiate nel parco non dimenticatevi di fare tappa alla statua di Balto, all’altezza della 67th Street vicino al Children’s Zoo, che rende omaggio al celebre cane da slitta che nel 1925 guidò la corsa per trasportare la medicina per la difterite ai residenti di una cittadina dell’Alaska.  Vi consiglio anche di  fare un giro a Prospect Park, nel sobborgo di Brooklyn, dove c’è anche una spiaggia dedicata esclusivamente ai cani, che possono così rinfrescarsi con un bel bagno! Se volete portare il vostro cane in una spiaggia “vera” tenete presente che nei mesi estivi non sono ammessi animali sulle spiagge, ma da metà settembre a metà marzo sulle spiagge del Great Kills Park a Staten Island e del  Jacob Riis Park a Far Rockaway potete tranquillamente passeggiare e giocare in spiaggia con il vostro cane.  Non dimenticatevi inoltre di portare il vostro cane sul ponte di Brooklyn! La corsia pedonale è accessibile anche agli amici a 4 zampe e da qui avrete modo di vedere il bellissimo panorama di Manhattan,  ma prestate attenzione ai ciclisti e alla folla specialmente verso il tramonto; se preferite un’atmosfera più tranquilla per il vostro cane gustatevi la passeggiata nelle prime ore del mattino.

Se volete divertirvi potete anche andare con il vostro cane a vedere una partita di baseball! Le squadre di New York, come i Mets, i Brooklyn Cyclones e gli Staten Island Yankees in alcune partite della stagione consentono ai tifosi di portare il cane nello stadio riservando una zona degli spalti attrezzata con acqua e tutto il necessario per gli amici a 4 zampe. L’evento si chiama “Bark at the Park” e potete informarvi sulle date consultando i siti ufficiali delle squadre.

Alcune regole in giro per la città

La prima regola che riguarda i cani è, come forse immaginerete, l’obbligo per il padrone di pulire i “bisognini” del proprio amico a 4 zampe, quindi portate sempre con voi gli appositi sacchettini di plastica altrimenti rischiate una multa di 250 dollari!

La misura del guinzaglio invece non dovrebbe essere un problema perché a New York è prevista una lunghezza massima di 1,80 metri, mentre in Italia deve essere obbligatoriamente di massimo 1,50.

Veterinari a New York

Nella Grande Mela ci sono tantissimi studi veterinari sparsi in tutta la città ed esistono servizi come House Call Vet NYC che prevede l’assistenza sanitaria per il vostro amico a 4 zampe direttamente in hotel, o InstaVet che offre un supporto 24 ore al giorno e anche un servizio di ambulanza per animali. Vi consiglio inoltre di stipulare un’assicurazione che copra l’assistenza agli animali domestici.