Acquario di Osaka

L’Acquario Kaiyukan di Osaka, inaugurato nel 1990, rappresenta una delle più grandi strutture al mondo nel suo genere: attraverso 14 grandi vasche vengono ricreati gli ambienti naturali di dieci aree dell’Oceano Pacifico. Non solo pesci all’acquario di Osaka, ma anche anfibi, rettili, mammiferi, uccelli e piante, per un totale di circa 620 specie e 30.000 soggetti.

Visitare l’acquario è come percorrere l’intero Oceano Pacifico, dal fondo fino alla superficie, partendo da un passaggio nell’acqua attraversando una vasca a forma di tunnel e proseguendo poi attraverso l’ambiente della foresta, per terminare ad una vasca di ben 5.400 tonnellate di acqua, che ospita lo squalo balena.

Uno dei temi principali è quello legato alla fascia vulcanica che circonda il Pacifico, che viene esposto nell’ottica della cosiddetta “ipotesi Gaia”, secondo la quale “l’attività vulcanica della Terra e tutte le creature viventi che vi abitano interagiscono formando un unico organismo vivente”.
Da non perdere le meduse del “Padiglione delle meduse fluttuanti” e la “Sala di progettazione”, dove si svolgono varie esibizioni.

Anello di Fuoco e Anello della Vita

L’Oceano Pacifico è caratterizzato dalla presenza di un’intensa attività vulcanica e sismica, concentrata in quello che gli esperti chiamano l’ “Anello di fuoco”, che gira intorno al Pacifico.
Le forme di vita si concentrano invece nel cosiddetto “Anello della Vita” o fascia vitale dell’Oceano Pacifico.

Le specie in esposizione

Tra le numerose specie presenti all’acquario di Osaka, alcune in particolare destano l’ammirazione dei visitatori. Tra queste lo squalo balena, il più grande pesce della terra con i suoi 12 metri di lunghezza; nonostante la sua mole, lo squalo balena si nutre essenzialmente di plancton e piccoli crostacei.
Un’altra delle specie più ammirate è la lontra marina, presente nei freddi mari del Pacifico settentrionale e in quelli delle Isole Aleutine. La lontra marina mangia ogni giorno una quantità di cibo pari al 25% del suo peso, questo per proteggere il corpo dal freddo, oltre ad essere ricoperta da un fitto strato di peli che evitano che la pelle dell’animale venga a contatto diretto che l’acqua fredda del mare. La lontra marina si nutre di seppie, salmone, granchi, ricci di mare, ecc.
Presenza immancabile in molti acquari del mondo, i pinguini sono presenti anche all’acquario di Osaka in 3 specie, il pinguino reale, il pinguino papua e il pinguino saltarocce, caratterizzato da ornamenti gialli sulle ali.
Tra le specie forse meno conosciute, si può ammirare il lagenorinco dai denti obliqui, un delfino che vive nei mari aperti ed è in grado di fare salti di ben 5 mt in verticale. Questo delfino può emettere una vasta gamma di suoni, tali da permettergli di orientarsi e prendere atto dell’ambiente che lo circonda.
L’otaria della California, che abita le coste orientali dell’oceano Pacifico settentrionale, può raggiungere peso e dimensioni non indifferenti: 2,4 mt e 300 kg nei maschi e 2 mt e 100 kg nelle femmine. Questa otaria è in grado di nuotare e al tempo stesso muoversi sulla terraferma, in virtù delle sue quattro zampe pinnate. Le otarie dell’acquario di Osaka amano molto il contatto visivo con gli esseri umani e non è raro incontrare il loro sguardo mentre nuotano nella loro vasca.

Le vasche

La vasca “Passaggio attraverso i pesci – Passaggio nell’acqua” ha un volume d’acqua di 140 t e ha la forma di un tunnel lungo 11 metri: al suo interno si possono ammirare numerosi e variopinti pesci tropicali e subtropicali.
La vasca “Foresta del Giappone”, con le sue 60 t di acqua, ospita una riproduzione dell’ecosistema della foresta giapponese con tutte le specie che vivono nei pressi dei corsi d’acqua e nei torrenti (lontra nana, salamandra gigante, salmone giapponese ecc.).
La vasca “Isole Aleutine” riproduce l’ambiente rigido di queste isole e ospita la lontra marina.
Tra le altre vasche presenti: Baia di Monterey (otarie e foche), Golfo di Panama, Foresta pluviale dell’Ecuador (scimmia ragno, iguana verde, ecc.), Antartide (pinguini), Mare della Tasmania (Lageronico dai denti obliqui), Grande barriera corallina (pesci tropicali), Oceano Pacifico (Squalo balena, manta gigante, tonno rosso, ecc.), Mare interno di Seto, Coste del Cile, Stretto di Cook, Fossa oceanica del Giappone e il Padiglione delle meduse fluttuanti.

Mappa

Mappa:

Nome: Acquario di Osaka

Foto



Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!