Yongsan Family Park

Inaugurato nel 1992, questo parco di Seoul è una delle mete preferite dalle famiglie e gli amanti del relax, in quanto rappresenta un’oasi rigenerante e rinfrescante nel centro della capitale sudcoreana.

Il parco ospita un pittoresco laghetto circondato da salici piangenti, prati e panchine. Il lago fa da casa a numerose tartarughe e ninfee. Per chi desidera fare un pic-nic l’area dispone anche di appositi tavoli e sedie. Infine, a disposizione dei bambini c’è un bellissimo parco giochi con scivoli e sabbia circondati da un vasto prato.
Vicino al lago, si trova un parco delle sculture ospita varie sculture realizzate da artisti provenienti da tutto il mondo.

Sentieri

Yongsan Park dispone di numerosi e ampi spazi aperti dove passeggiare e rilassarsi, incluso un percorso a piedi di ben 4 km, immerso tra alberi e natura: molti amano percorrerlo a piedi nudi, in quanto è stato progettato per alleviare lo stress del corpo e contribuire ad abbassare la pressione sanguigna, grazie ad un particolare effetto simile all’agopuntura che si avverte camminando scalzi.

Museo Nazionale della Corea

Il Museo nazionale della Corea rappresenta il più importante museo di tutta la Corea del Sud, ed è inoltre il sesto museo più grande al mondo, basti pensare che il solo spazio espositivo copre oltre 26mila metri quadrati ed è tre volte maggiore rispetto a quello risalente alla vecchia sede nel palazzo Kyŏngbok-kung.
A partire dall’anno della sua istituzione, il museo si è fatto promotore di varie iniziative e ricerche in campo culturale, archeologico e storico, e funge inoltre da complesso culturale, grazie alla presenza di uno spazio per i seminari, un teatro, una biblioteca, un ristorante e un negozio.
La collezione ospita il più alto numero di beni culturali designati dallo stato, rispetto a qualunque altro museo della Corea. Dal 2005 al 2012 è stato visitato da oltre 20 milioni di visitatori.

Per contribuire a mantenere alto il numero di visitatori, il museo viene aperto gratuitamente al pubblico una volta al mese.

Breve storia del parco

Nonostante il parco sia stato aperto al pubblico solo nel 1992, la sua storia affonda le radici in un passato ben più lontano: nel corso della guerra Imjin contro il Giappone (1592-1598), il parco venne usato come base giapponese. Durante la guerra di Corea, vi venne installato un posto di comando americano e un campo da golf.

Finalmente, all’inizio degli anni ’90 divenne uno spazio pubblico per i cittadini e nel 2005 vi venne spostata la sede di un museo nazionale (fatto che portò ad una riduzione delle dimensioni del parco stesso), l’ideale per coloro che desiderano abbinare natura e cultura.

Come arrivare

Metropolitana

  • Ichon Station (Linea 1 e 4), uscita 2
  • Seobinggo Station (Linea 1 ), uscita 1, 10 minuti a piedi.

Bus

  • Linee 0211 e 9502. Scendere a Yongsan Family Park

Per chi arriva in auto, è disponibile un piccolo parcheggio appena sotto la rampa del Ponte Dongjakdaegyo.

Dove si trova

Informazioni e mappa

Nome: Yongsan Family Park

Nelle vicinanze

Nelle vicinanze:

Il Ponte Banpo di notte.A 1246 metri
La moschea centrale di Seoul.A 1778 metri
Il memoriale della Guerra a Seoul.A 1823 metri
La zona di Namdaemun e l'omonimo portale, la sera.A 4346 metri
La cattedrale di Myeongdong.A 4649 metri
Il Seoul Museum of Art.A 4813 metri
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).