Vulcano Aso

Tra le meraviglie della Prefettura di Kumamoto c’è il Parco Nazionale di Aso-Kuju, che si sviluppa attorno al Monte Aso, un enorme vulcano ancora attivo. È un luogo magico e imperdibile, dove l’aria profuma di zolfo e dalla terra ribolle acqua calda termale, mentre tutto intorno si estendono verdi prati, laghi, villaggi, fattorie e foreste. Di certo un luogo da vedere per la sua unicità: il Vulcano Aso è infatti un complesso vulcanico composto da cinque crateri racchiusi in una caldera di 120 km di diametro che rende il vulcano uno dei più grandi al mondo. Migliaia di anni fa in questo punto sorgeva un enorme vulcano che si dice fosse molto più alto del Monte Fuji, che si “autodistrusse” a causa di violentissime eruzioni in seguito alle quali si formò la caldera e i crateri visibili oggi.

L’emozione che si prova ammirando questo paesaggio è unica e sembra quasi di essere stati catapultati su un altro pianeta, con le roccie di tonalità che variano dal nero al grigio, in netto contrasto con il colore azzurro intenso dell’acqua termale che affiora dai crateri. Nonostante appaia “innocuo” l’area talvolta viene chiusa in caso di rischio di eruzione o per l’emanazione intensa di gas, ma se vi è possibile vi consiglio di visitare questo luogo dove non è speciale solo il panorama che vedrete dalla cima ma anche il viaggio in sé, che include un bellissimo giro in funivia.

Cosa fare e cosa vedere al Vulcano Aso

Il monte Naka-dake

Al centro della caldera sorge la vetta più famosa e il vulcano più attivo, il monte Naka-dake, alto 1506 metri, il cui cratere spettacolare è facilmente accessibile ai turisti in funivia o in macchina. Una volta giunti in cima con la funivia si può camminare per raggiungere altri punti del cratere.  Giungendo fino alla vetta è possibile vedere le fumate che si elevano dal cratere del vulcano e riempiono l’aria di zolfo. I gas emanati dal vulcano non sono particolarmente salutari, specialmente per chi soffre già di problemi respiratori e in loco troverete diversi cartelli informativi su questo punto.  Sui lati del vulcano sono stati costruiti anche dei piccoli rifugi in cui ripararsi in casi di leggera eruzione, un evento raro ma che può accadere. Dall’alto la vista è spettacolare e spazia dai paesaggi lunari del cratere fino alle distese verdi che incorniciano questo luogo.

Kusasenri

Non molto lontano dal cratere Nakadake si trova la pianura verde di Kusasenri punteggiata da fattorie e villaggi dove si allevano mucche e cavalli. Qui da marzo a dicembre è possibile fare passeggiate a cavallo per ammirare il vulcano da un’altra prospettiva.

Monte Komezuka

Un’altra attrattiva molto popolare tra i turisti è il monte Komezuka, un piccolo cono vulcanico alto 954 metri che si trova a nord del monte Nakadake. La particolarità del monte Komezuka è il suo cono che appare modellato in maniera uniforme e si presenta interamente ricoperto di vegetazione di un verde brillante. Ci sono bellissimi sentieri da percorrere attorno al monte che conducono a punti panoramici, sebbene non sia possibile arrivare in cima.

Santuario di Aso

Prima di dirigervi sul monte Aso, per chi lo desidera è possibile fare una piccola deviazione culturale visitando l’antichissimo santuario shintoista Aso, nell’omonima cittadina: qui potrete avere una migliore visione storica e anche geologica sull’area. Scoprirete che la regione attorno al vulcano è da sempre una terra molto fertile e questo sin dall’antichità ha spinto le popolazioni a insediarsi qui per coltivare la terra. Lo stesso santuario ha alle spalle una storia lunga circa 2.000 anni.

Rilassarsi nelle località termali

La regione di Aso è naturalmente anche la terra di numerosi villaggi termali racchiusi tra valli verdissime, come Kurokawa, che ospita numerosi onsen adagiati lungo il fiume Tanoharu, con bagni all’aperto posizionati lungo le rive e splendide viste sulle montagne.

Parco Tematico “Aso Farm Land”

Il più grande parco a tema della regione si trova ad un’altitudine di 550 metri all’interno del Parco Nazionale di Aso. Si tratta di un grande parco naturale, con splendide viste sulle cinque vette del Monte Aso e sulla caldera. È un’ottima tappa se viaggiate con i bambini, in quanto ci sono tante attività a contatto con i più docili animali della fattoria, ma anche per gli adulti non mancano spunti per il relax, con sorgenti di acqua calda termale, ristoranti, negozi di artigianato, dolci, liquori della zona e prodotti agricoli e caseari locali. È presente anche un hotel per chi desidera soggiornare in zona.

Come arrivare

Anche solo arrivare al Monte Aso è un viaggio straordinario.  Da Kumamoto potete prendere la linea ferroviaria JR Kyushu Odan Tokkyu (Trans-Kyushu Special Express) che collega la città a Oita fermando in varie famose località termali come Beppu. Il treno è molto pittoresco e viaggia ad una velocità piacevole, fermandosi in vari villaggi lungo la rotta e permettendo così di godersi il paesaggio e la visuale della caldera dal treno. Il treno può essere incluso nel Japan Rail Pass. Scendete alla stazione JR di Aso e da qui potete raggiungere il cratere Nakadake in circa 30-40 minuti in autobus. C’è un autobus ogni una-due ore e il viaggio solo andata costa circa 650 yen.

L’autobus arriva fino alla stazione della funivia Asosan Nishi da cui poi si effettua un breve viaggio fino alla cima al costo di 1200 yen a/r. Per chi lo desidera è possibile eventualmente camminare su sentieri dedicati per raggiungere il cratere in circa 30 minuti.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!