Shibu Onsen

La storia millenaria di Shibu Onsen emerge nei piccoli vicoli acciottolati del centro, su cui si affacciano locande tradizionali in legno, e dove abitanti e turisti passeggiano spensierati nei loro kimono colorati, con ai piedi i tipici sandali giapponesi, dando così alla cittadina quelle atmosfere nostalgiche e pittoresche del passato. Shibu Onsen è una piccola località termale rimasta ancorata alle tradizioni e allo stile di un tempo: qui si vive a ritmo lento e ci si rilassa tra i vapori termali e le prelibatezze della cucina giapponese, in perfetta sintonia con la natura circostante. Racchiusa in una piccola valle a Yamanouchi, nella prefettura di Nagano, si estende accanto al fiume Yokoyugawa, incorniciata da incredibili paesaggi rigogliosi che offrono tanti spunti per praticare attività all’aperto o anche solo emozionarsi di fronte ai colori delle stagioni.

Shibu Onsen è una di quelle tappe che vi consiglio di inserire nel vostro itinerario in Giappone per concedervi una pausa rilassante lontano dalle grandi metropoli, che sia per una sola giornata o per un weekend.

Cosa fare e cosa vedere a Shibu Onsen

Rilassarsi

Le acque termali di Shibu Onsen sono rinomate sin dal passato per le loro proprietà curative, tanto che samurai, signori feudali e personaggi illustri visitavano la cittadina proprio per le sue sorgenti, Oggi sono gli abitanti, assieme ai turisti, ad usufruire giornalmente degli onsen pubblici che attingono a sorgenti termali differenti e hanno quindi efficacia nell’alleviare diverse problematiche alla pelle e al corpo. Gli onsen pubblici sono 9 in totale ed è un’usanza tradizionale, e oggi un’attività molto popolare tra i turisti, fare un tour completo di tutti gli onsen. Il tour è possibile soltanto per chi soggiorna in uno dei ryokan della cittadina, ma uno dei 9 onsen, Oyu, è aperto ai visitatori che si fermano in giornata con il pagamento di una piccola quota di ingresso.

I 9 onsen sono numerati e si trovano all’interno di edifici con sezioni separate per uomini e donne; pur essendo onsen piuttosto semplici, vale la pena cimentarsi in questo tour che tradizionalmente viene considerato un rito di purificazione e una sorta di portafortuna, in grado di favorire longevità, buona salute e protezione in vari campi della vita. Durante il tour è possibile inoltre collezionare dei timbri da apporre su un’apposita stoffa; i timbri li trovate disponibili all’ingresso di ciascun onsen e al termine del tour avrete di certo un souvenir unico e carino del vostro viaggio a Shibu Onsen.

Per chi non riuscisse a svolgere il tour per questioni di tempo, è possibile anche solo mettere a bagno i piedi nelle due piccole vasche disponibili in città, e rilassarsi al termine di una passeggiata.

In aggiunta agli onsen pubblici ci sono naturalmente quelli disponibili presso i ryokan della zona, alcuni dei quali accessibili anche a chi non soggiorna nella struttura. Tra i ryokan più storici c’è Kanagu-ya, inaugurato oltre 250 anni fa.

Jigokudani Monkey Park

A Shibu Onsen non solo giapponesi e turisti ad amare i caldi bagni termali. Il vicino parco delle scimmie Jigokudani è diventato un’attrazione popolare per i visitatori della città: qui infatti si possono osservare i macachi giapponesi mentre si divertono nella natura e si rilassano con un bel bagno caldo nelle sorgenti naturali, soprattutto durante i rigidi inverni della zona quando la neve cade copiosa imbiancando il paesaggio. È proprio durante il bagno che le scimmie ignorano i visitatori e si possono fotografare molto facilmente. Il parco è visitabile in ogni periodo dell’anno e si trova a circa 2-3 km dalla città; si può raggiungere comodamente a piedi con una bella passeggiata in mezzo alla natura oppure in autobus.

Passeggiare in centro città

Tra le attività più gettonate a Shibu Onsen ci sono le passeggiate nel centro della città con indosso gli abiti tradizionali: potete prendere in prestito lo yukata dal vostro ryokan e avventurarvi tra i piccoli vicoli carichi di atmosfera scattando foto e proiettandovi nel passato ai tempi di samurai e signori feudali. Il centro della cittadina pullula di piccole botteghe artigianali e di alimenti, negozi di souvenir, ristoranti, caffetterie e piccoli take-away dove provare le specialità della zona tra cui le uova cotte nell’acqua termale.

Escursioni nella natura

A circa 30 minuti di auto da Shibu Onsen, si arriva nel cuore del parco nazionale Joshinetsu. Qui potete dedicarvi a tantissime attività a seconda della stagione dell’anno. In estate e in autunno i percorsi di trekking sono frequentati dagli appassionati, impegnati ad attraversare bellissime foreste, ammirare cascate e prati fioriti per poi raggiungere le cime delle vette montuose. In inverno la stazione sciistica del parco permette di divertirsi sulla neve con sci e snowboard.

Come arrivare

Dalla stazione di Nagano raggiungete con un treno express la stazione di Yudanaka. Il viaggio dura circa 50 minuti e da qui potete proseguire verso Shibu Onsen con un breve tragitto in autobus di 5-10 minuti. Ci sono vari collegamenti giornalieri dalla stazione di Yudanaka, con una-due corse ogni ora. In alternativa potete raggiungere la cittadina velocemente con un taxi oppure con una bella passeggiata di circa 30 minuti.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!