Quartiere dei samurai ad Hagi

La cittadina di Hagi svolse un ruolo fondamentale nella storia del Giappone e retaggio del suo periodo di maggiore prosperità sono il Castello di Hagi e il vicino quartiere storico, dove ancora oggi si possono vedere ex residenze di samurai e mercanti, passeggiando tra vicoli profumati di aranci e dominati dal bianco delle recinzioni e delle pareti delle case. Qui tutto è rimasto come un tempo, tanto che si può esplorare persino utilizzando una mappa del periodo Edo!

Alcune delle dimore oggi sono aperte al pubblico e sono interessanti da visitare se volete fare un salto indietro nel tempo e conoscere meglio lo stile di vita dei samurai e dei mercanti di un tempo; oltre alle ex residenze la zona storica ospita anche musei e templi.

Il centro storico di Hagi può essere suddiviso in due aree, Horiuchi e Jokamachi, che offrono una panoramica diversa della vita della cittadina in passato.

Horiuchi

Horiuchi significa “all’interno del fossato” e si riferisce alla vicinanza di questa zona al Castello di Hagi. Questa area si trova ad ovest di Jokamachi e racchiude diversi luoghi storici importanti tra cui il Museo di Hagi, da cui iniziare la visita della città conoscendone meglio la storia: antiche mappe, modellini del castello e racconti dei principali personaggi locali vi accompagneranno nella scoperta di Hagi.

Questo quartiere era considerato una zona prestigiosa e qui vivevano i samurai d’alto rango, le cui residenze sono ancora visibili nell’area. Tra queste c’è la casa natale di Shinsaku Takasugi, fondatore dell’unità militare di samurai Kiheitai che combatté con successo contro le forze dello Shogun Tokugawa. Non distante dalla casa natale di Takasugi sorge la Residenza Kuchiba, un’ex dimora di samurai ben conservata che vanta un bellissimo giardino con un pozzo antico e splendide viste sul fiume Hashimoto. Tra queste due dimore vi invito a scoprire Oimawashisuji, un esempio dei caratteristici vicoli “kaimagari” della zona, progettati accuratamente per confondere nemici e intrusi attraverso alte mura e curve che producono disorientamento. Oimawashisuji è stato lasciato allo stato originale, non asfaltato, proprio per preservarne le atmosfere.

Nella parte settentrionale di Horiuchi si estende la spiaggia cittadina Kikugahama che offre una distesa di sabbia bianca orlata da una pineta verde. In estate è perfetta per nuotare e distendersi al sole e regala bellissimi tramonti e viste su piccoli isolotti disabitati che emergono dalle acque non lontano dalla costa.

Jokamachi

L’area di Jokamachi è quella in cui si concentra il maggior numero di residenze di samurai e mercanti ed è piacevole da esplorare a piedi, perdendosi tra alte mura bianche e bellissimi giardini che si scorgono dietro ai cancelli e piccole dimore in legno dove hanno vissuto diverse generazioni della stessa famiglia.

La Residenza Kikuya ne è un esempio: una dimora elegante e dagli ambienti spaziosi che ha alle spalle oltre 350 anni di storia. Apparteneva ad una ricca famiglia di samurai divenuti poi dei commercianti molto popolari e stimati in città ed è una delle più sofisticate e innovative del suo tempo. Al suo interno potete esplorare le sale degli ospiti, gli ambienti privati arredati con mobili d’epoca, magazzini e incantevoli giardini in stile tipicamente giapponese; nei vari ambienti sono disposti oltre 500 oggetti personali e utensili che aiutano a capire meglio le abitudini e lo stile di vita dell’epoca.

Nei pressi della famiglia Kikuya viveva la famiglia di Kido Takayoshi che, a dispetto delle ricchezze dell’influente politico giapponese, è una dimora semplice in legno e tatami. La residenza ha più di 250 anni e nell’area retrostante nasconde un piccolo giardino.

La Residenza della famiglia Kubota è un’altra dimora da visitare: abitata da una ricca famiglia di commercianti di kimono e sakè, ha circa 200 anni e vanta spazi molto ampi, con un grande cucina e varie sale in tatami separate dalle classiche porte scorrevoli. Antiche lampade e arredi d’epoca risalenti al finire del Periodo Edo (1603-1867) ornano gli ambienti.

Le residenze sono generalmente aperte dalle 9:00 alle 17:00 e hanno un costo di ingresso variabile, ma è possibile acquistare un biglietto combinato al prezzo di 310 yen che consente l’accesso ad una lista di 8 case.

Il Tempio Enseiji

Nell’area di Jokamachi si trova anche il Tempio Enseiji uno dei pochi e rari esempi rimasti in Giappone di luogo sacro in cui un santuario shintoista e un tempio buddista convivono. Questa caratteristica era comune prima del Periodo Meiji, quando il governo obbligò a separare le due religioni. Oltre agli edifici e ad una gigantesca lanterna in pietra, al Tempio Enseiji potrete passeggiare nei luoghi in cui il Primo Ministro giapponese Ito Hirobumi imparò a leggere e a scrivere da bambino.

Altri musei

Oltre al già citato Museo di Hagi ci sono altre gallerie interessanti, alcune delle quali ricavate da antichi edifici, come nel caso del Kumaya Art Museum che occupa un complesso di storici magazzini ristrutturati che arricchiscono di nostalgia questo luogo. Le mostre includono opere calligrafiche e dipinti ad inchiostro, collezioni di set per la cerimonia del tè, oggetti d’antiquariato e antiche monete e l’unico pianoforte che venne importato in Giappone durante il Periodo Edo, quando venne attuata una politica di isolamento e chiusura dei confini.

L’Hagi Uragami Museum è invece collocato in un edificio moderno ed è dedicato all’arte contemporanea con collezioni che includono oggetti in ceramica Hagi e stampe giapponesi.

Restando in tema ceramica, proprio accanto al Castello di Hagi si trova l’Hagiyaki Pottery Museum posto al secondo piano di un negozio di souvenir che vende prodotti artigianali in ceramica; nel museo potrete ammirare pezzi antichissimi, alcuni risalenti al 1600.

Come arrivare

I quartieri storici dei samurai si trovano a circa 2 km dalla stazione Higashi-Hagi e potete arrivarci a piedi con una bella passeggiata o in autobus usufruendo del servizio turistico Maru Bus.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).