Patong

È la località balneare più famosa di Phuket, meta di tantissimi giovani attirati soprattutto dalla moltitudine di go-go bar e discoteche. Oltre a questi, Patong ha la più alta concentrazione di resort e ostelli, caffè e ristoranti, centri commerciali e negozi che la rendono ancora oggi una meta popolare anche tra le famiglie, coppie e viaggiatori più adulti, nonostante la città sia conosciuta per i suoi eccessi e la movimentata vita notturna. Patong ha infatti molto da offrire, anche per quanto riguarda la vita da spiaggia, con centri di immersioni, tour in barca verso le isole vicine e sport da praticare rigorosamente tra le onde. Data l’enorme affluenza di turisti, il traffico intenso durante l’alta stagione, le spiagge sovraffollate, le luci al neon che illuminano Bangla Road e la presenza di servizi dedicati soprattutto agli occidentali, a primo impatto Patong potrebbe non avere quelle atmosfere orientali da paradiso tropicale che caratterizzano altre località della Thailandia, ma basta anche solo allontanarsi un attimo dai luoghi più turistici per riscoprire un volto più autentico, fatto di spa dove concedersi un massaggio tradizionale thai, ristorantini tipici e piccole baie tranquille. Se siete al vostro primo viaggio nella località di Patong, eccovi alcuni consigli utili su quando andare e cosa fare durante il soggiorno.

Quando andare a Patong

Il periodo migliore per visitare Patong è tra dicembre ed aprile, durante la stagione secca, quando le piogge tropicale lasciano spazio a giornate soleggiate e fresche. Da maggio a novembre il clima è  afoso e caldo, con precipitazioni più abbondanti e un vento forte che spesso impedisce di praticare immersioni e altri sport acquatici. C’è da dire però che Patong, come le altre località dell’isola, offrono tante attività da fare anche nelle giornate di pioggia, ma se la vostra idea di vacanza è unicamente improntata alla spiaggia e agli sport acquatici allora vi consiglio di optare per la stagione secca.

Cosa fare e vedere a Patong

La spiaggia

Il cuore pulsante di questa località è la sua spiaggia dorata, che si estende per 3 km costeggiata da Thawiwong Road, meglio conosciuta come Beach Road, il lungomare di Patong. Nel periodo dell’alta stagione, in particolare durante le festività natalizie, la spiaggia di sabbia bianca lambita da un mare cristallino risulta piuttosto affollata e brulicante di vita: potreste stare anche un’intera giornata a guardare il via vai di turisti che se ne stanno distesi al sole, giocano e nuotano in acqua o si dedicano a tante attività sportive. A rendere ancora più vivace l’atmosfera ci sono i vari punti di noleggio che costellano la spiaggia, dove si possono affittare moto d’acqua o prenotare tour in barca, e le voci dei venditori di bibite e snack e delle massaggiatrici che passeggiano tra i turisti a caccia di clienti. I vari resort e i centri sportivi di Patong offrono corsi e attività legate a vari sport acquatici, tra cui snorkeling e immersioni per chi vuole esplorare i fondali marini, il kite surf, lo sci d’acqua, il kayak e windsurf. Nelle ore più calde è possibile trovare un po’ di refrigerio all’ombra di palme e alberi tropicali che delimitano Patong Beach accanto a bancarelle di bevande, gelati e street food, e ristoranti e bar fronte mare dove assaggiare le specialità locali a base di pesce.  Sulla Beach Road si affacciano gli alberghi e i resort più lussuosi della città, che offrono suite con viste panoramiche, piscine e servizi di classe. Passeggiando sul lungomare trovate anche numerosi negozietti che vendono souvenir,  accessori e abbigliamento per la spiaggia; tra la scelta di ristoranti e cafè del lungomare compaiono anche catene di fast food internazionali, come McDonald’s e Burger King. Il tratto più a sud della spiaggia di Patong è il punto in cui sono ancorate numerose barche di pescatori che offrono giri panoramici ai turisti. Se volete rifugiarvi su una spiaggia più intima e tranquilla potete affittare una di queste barche e raggiungere Freedom Beach, una splendida gemma nascosta di Phuket: si tratta di una piccola caletta di sabbia bianchissima incorniciata da scogliere e colline lussureggianti che offre una cornice idilliaca per una giornata rilassante. Oltre a prendere il sole, a Freedom beach si può giocare a beach volley, fare snorkeling nelle acque basse e passeggiare esplorando le meraviglie naturali nei dintorni.

Shopping, Cinema e Bowling

Patong è la località di Phuket che vanta il maggior numero di luoghi per lo shopping: qui troverete   boutique di brand locali e internazionali, vivaci mercati diurni e notturni dove acquistare di tutto, dall’abbigliamento ai souvenir e gli oggetti d’artigianato locale. La città offre anche diversi centri commerciali, un’alternativa perfetta nelle giornate di pioggia o alla sera: oltre ai negozi ospitano anche diversi luoghi di intrattenimento, come le piste da bowling, il cinema, le sale giochi per i bimbi e tanti punti di ristoro. Su Bangla Road sorge il Jungceylon Shopping Complex che vanta circa 200 negozi di abbigliamento, con firme come Armani e Ralph Lauren, calzature, elettronica, cosmetici e un supermercato; nella sezione dell’intrattenimento trovate un cinema multisala, piste da bowling, un museo-negozio dedicato alle conchiglie e diverse sale giochi. Sempre a Patong, su Beach Road, si trova un altro centro commerciale, il Banana Walk: si sviluppa su tre piani e oltre ai classici negozi e punti di ristoro, comprende una spa dove regalarsi un trattamento rilassante, un parrucchiere e un centro estetico.

Se amate maggiormente le atmosfere del mercato, visitate il Banzaan Market dove potete acquistare tanti prodotti alimentari freschi e altri articoli, come souvenir, abbigliamento e accessori a prezzi davvero competitivi. Patog pullula anche di mercatini serali che rappresentano un’ottima alternativa per una tranquilla serata in famiglia o a due. Tra tutti vi segnalo il Malin Plaza, dove potete fare ottimi affari su abbigliamento, souvenir e street food, e l’OTOP Market, nato per dare risalto alle attività artigianali dei vari distretti della Thailandia: esposti sulle bancarelle vedrete oggetti fatti a mano, tessuti di seta e cotone, ceramiche, articoli per la casa e abiti di brand thailandesi.

Vita notturna

Di notte Patong diventa ancora più animata. Dalla spiaggia la folla si trasferisce nel cuore della cittadina, su Bangla Road e le stradine che la circondano, dove il divertimento si concentra nei locali, go-go bar, night club, pub e karaoke affollati di giovani turisti e abitanti del posto fino alle prime luci dell’alba.

Questa zona di notte diventa pedonale e le luci e il rumore del traffico viene sostituito dalle insegne al neon e dalla musica a tutto volume dei vari locali. Qui potete tranquillamente passeggiare tra i vari club e locali, fermandovi in quelli che suscitano maggiormente il vostro interesse.

Bangla Road può essere suddivisa in tre parti:  il tratto finale, quello più lontano dalla spiaggia, ospita le migliori discoteche della città e alcuni locali di musica dal vivo; proseguendo verso la parte centrale comincia la schiera di go-go bar, e lo noterete da una presenza maggiore di ragazze che tentano di richiamare l’attenzione dei passanti per convincerli ad entrare nei locali. In questa stessa area c’è anche il centro commerciale Bangla Mall, che ospita  pub con musica dal vivo, vari intrattenimenti e una spa. Il tratto finale della strada è invece quello più tranquillo, dominato principalmente dai pub e locali dove fermarsi a bere una birra o giocare a biliardo.

Tra i vari intrattenimenti serali ci sono anche gli spettacoli di cabaret dei ladyboy, tra cui il più famoso è il Simon Cabaret Show, un magnifico spettacolo teatrale che mescola le atmosfere in stile Las Vegas a coreografie e canzoni in stile musical, il tutto condito con l’accompagnamento di un orchestra e costumi dai colori sgargianti arricchiti di paillettes e piume. Lo spettacolo non è affatto volgare ed è adatto anche alle famiglie.

Corso di cucina thailandese

Se appassionati di cucina e volete scoprire tutti i segreti della tradizione culinaria thailandese,  potete approfittare del vostro soggiorno a Patong per prendere parte ad un corso di cucina, così imparerete le ricette delle principali specialità locali e potrete provare a riprodurle una volta tornati in Italia! Molti corsi sono organizzati direttamente dai resort di Patong, ma esistono anche tante scuole indipendenti che offrono corsi per adulti e bambini. Un esempio è la Phuket Thai Cooking Academy, che si trova a pochi minuti da Patong Beach, e offre un’ampia gamma di lezioni per esperti e principianti. Nel prezzo dei corsi è compreso un servizio di trasporto gratuito e alla fine delle lezioni si riceve un certificato e un libro di ricette.

Un trattamento alla Spa

Una vacanza in Thailandia non è una vera vacanza senza un tradizionale massaggio thai. A Patong specialmente potete concedervi un massaggio direttamente in spiaggia oppure rivolgervi ad uno dei tantissimi centri benessere, da quelli più economici con trattamenti base fino a spa eleganti che offrono anche pacchetti giornalieri comprensivi di sauna, yoga, esfoliazione, ecc.  Tra le migliori di Patong c’è la Siladon Spa, collocata all’interno di una bellissima residenza dallo stile tradizionale thai, immersa in incantevoli giardini in cui rilassarsi tra un trattamento e l’altro; l’ampia gamma di servizi e trattamenti include una piscina, l’aromaterapia, scrub per viso e corpo, massaggi e tanto altro.

Assistere ad un incontro di Muay Thai

Se siete appassionati di sport, potete trascorrere una serata assistendo ad un incontro di  Thai Boxe, lo sport più popolare e amato della Thailandia. Il luogo migliore in cui godersi un incontro è il Bangla Boxing Stadium di Patong, dove i round si alternano a musica dal vivo e altri spettacoli. Per i più atletici o per chi è curioso di provare la thai boxe, esistono anche diverse scuole che offrono lezioni di prova ai principianti.

Attività per le famiglie

Patong e le località limitrofe offrono tante attività divertenti per le famiglie e i viaggiatori più dinamici. Se ad esempio volete “volare” sulla foresta tropicale potete provare la discesa in zip line del Flying Hanuman, sulla strada per Kathu, nei pressi delle popolari cascate, anch’esse un’attrazione molto importante del luogo. Le cascate di Kathu regalano uno spettacolo incredibile e tanta gente del posto effettua escursioni nel weekend per godersi questa meraviglia della natura, che  durante la stagione delle piogge, con l’aumento del livello dei fiumi, è al massimo del suo splendore; nei pressi delle cascate ci sono anche piscine naturali dove fare un bagno rinfrescante.

Per i piccoli viaggiatori amanti dei motori, Patong ospita anche una pista di go-kart, la Go-Kart Speedway, situata ai piedi della collina appena fuori la città. L’ideale per sfidarsi in una gara divertente.

Dove alloggiare a Patong

Patong è la destinazione più turistica e popolare di Phuket, quindi va da sé che i prezzi degli alloggi siano un po’ più alti rispetto ad altre località, ma d’altra parte questa cittadina vanta un’offerta maggiore per quanto riguarda le sistemazioni e basta scegliere un hotel più decentrato o un ostello per poter risparmiare un po’. Tenete presente anche che in mesi come dicembre e gennaio, nel pieno dell’alta stagione, le tariffe delle stanze possono anche raddoppiare rispetto a periodi di minore affluenza turistica.  Le aree principali di Patong sono essenzialmente tre: la prima è la zona accanto alla spiaggia, dove sorgono resort e hotel di lusso, con vista sul mare e numerosi servizi per una vacanza da favola. Beach Road, il lungomare, si interseca con Bangla Road che corre perpendicolare alla spiaggia verso l’interno della città.  Attorno a questo viale sorgono tanti hotel e ostelli più piccoli, adatti ai giovani e a chi vuole alloggiare accanto ai luoghi della vita notturna e dello shopping. Se avete in programma di trascorrere molte serate in questa zona, vi consiglio di trovare una sistemazione che sia a pochi passi da Bangla Road, per risparmiare tempo e per non dover prendere un taxi o un tuk tuk ogni sera. Infatti, anche se Patong non è tanto grande e può essere esplorata a piedi, se alloggiate in un hotel più defilato dal centro alla sera potreste non aver sempre voglia di camminare per raggiungere Bangla Road o per rientrare in albergo.  Il lato negativo di questa zona è, come immaginerete, la confusione e i rumori che continuano fino a notte fonda, quindi non è il posto migliore se volete riposare. Un’altra zona da prendere in considerazione è quella più interna, attraversata da Nanai Road: si tratta di un viale residenziale scelto da molti expat dove trovate numerose guesthouse e hotel low cost. Anche i ristoranti e i bar di questo quartiere sono più economici.

Come arrivare a Patong dall’aeroporto di Phuket

Il Phuket International Airport dista 35km da Patong e per raggiungere la città avete a disposizione varie alternative, private o pubbliche. Se avete intenzione di esplorare l’isola vi consiglio di noleggiare un’auto, considerato che i prezzi dei noleggi in Thailandia sono molto economici e in aeroporto troverete numerosi banchi di società internazionali come Avis, Hertz e Alamo. Per un tragitto comodo e confortevole, optate per un taxi: lo stand dei taxi è posto all’esterno dei terminal, proprio accanto all’uscita. A Phuket i taxi sono soliti ad usare il tassametro, ma in ogni caso insistete per attivarlo; dall’aeroporto a Patong il prezzo della corsa è di circa 550/650 bath. Più costoso è invece il servizio di trasporto in limousine.

I mezzi più economici sono il Phuket Airport Bus e i minivan. Il primo effettua un trasporto giornaliero con corse regolari al prezzo di 150 bath per raggiungere Patong Beach; i biglietti si acquistano direttamente sul mezzo.  minivan sono il mezzo più economico e trovate due banchi al primo piano nella zona arrivi dove potete acquistare i biglietti.  Lo stesso prezzo è applicato dai minivan, che però hanno il vantaggio di portarvi direttamente al vostro hotel; in questo caso dovete acquistare il biglietto ai banchi situati al piano degli Arrivi in aeroporto.

Muoversi a Patong

Patong può essere esplorata a piedi, ma se volete raggiungere in breve tempo il vostro hotel o se non vi va di camminare ci sono numerosi taxi, moto-taxi, tuk tuk e i tipici autobus songthaew. Il lato negativo è che non ci sono delle regolamentazioni sulle tariffe ed essendo una località turistica gli autisti ne approfittano per applicare prezzi più alti agli stranieri rispetto a quelli che pagherebbero normalmente i locali. In generale il consiglio è quello di affidarvi a taxi e songthaew per coprire le lunghe distanze, magari se volete esplorare una località fuori Patong, mentre i tuk tuk vi suggerisco di usarli solo se dovete fare un tragitto breve, ad esempio dall’hotel al centro. In alternativa potete anche pensare al noleggio di scooter per tutta la durata della vostra vacanza, così potete muovervi liberamente sia in città che nei dintorni.

Tour Consigliati: