MOA Museum of Art – Atami

A poco meno di un’ora di treno da Tokyo, la cittadina di Atami è una delle mete di villeggiatura preferite dagli abitanti della grande metropoli. La città è apprezzata per il suo mare, la natura che la circonda, gli onsen e un ricco patrimonio culturale e artistico. In questa cornice si inserisce perfettamente il MOA Art Museum, un museo dedicato all’arte inaugurato nel 1982 con lo scopo di promuovere l’arte e le tradizioni giapponesi nel mondo e anche tra la comunità locale, che viene coinvolta con un vasto programma di attività per spingere adulti e bambini di esprimersi attraverso varie forme artistiche, che vanno dal disegno al teatro, fino alle decorazioni floreali. Il museo ha subito recentemente una grande opera di ristrutturazione e il risultato è uno splendido mix di materiali tradizionali e architettura contemporanea, tecniche antiche e nuove tecnologie che offrono ai visitatori un’esperienza unica. Raggiungibile in breve tempo dalla stazione di Atami e dal centro, è una tappa che vi consiglio di fare per apprezzare maggiormente l’arte e le tradizioni giapponesi.

Visitare il museo

Cuore del museo è la sua vasta collezione di opere, che include circa 3.500 pezzi, tra cui potrete ammirare dipinti, opere di calligrafia, sculture e oggetti artigianali di vario genere, ceramiche, tessuti e tanto altro. La collezione si concentra principalmente sui capolavori giapponesi e dell’Asia orientale, includendo anche opere di inestimabile valore, dichiarate parte del Tesoro Nazionale, tra cui il dipinto dell’artista giapponese Ogata Kōrin “Pruni Rossi e Bianchi” risalente al periodo Edo. Le opere derivano in parte dalla collezione privata di Okada Mokichi un grande appassionato e collezionista d’arte che visse tra il 1882 e il 1955.

Alla collezione si aggiungono le mostre temporanee, che mettono in luce artisti giapponesi moderni o del passato o che fanno parte di programmi educativi sviluppati in collaborazione con le scuole. È il caso ad esempio della Children’s Art Exhibition, un’esposizione che mette in mostra disegni e opere calligrafiche di bimbi giapponesi. Questo non è l’unico programma rivolto ai bambini: il museo infatti organizza lezioni sull’arte per le scuole e ha un proprio coro di canto. Non mancano corsi rivolti anche agli adulti, con il MOA Kohrinka Club che organizza lezioni singole e corsi completi per imparare a creare decorazioni floreali.

Il fiore all’occhiello del museo è però il bellissimo giardino in stile giapponese, dove si godono splendide viste dall’alto sull’oceano. Il giardino è arricchito da azalee e ciliegi che fioriscono in primavera e ospita una sala da tè e un teatro noh. Questi due luoghi permettono di promuovere alcuni aspetti della cultura giapponese ai visitatori stranieri attraverso l’organizzazione di spettacoli teatrali e cerimonie del tè.

Ristoranti e cafè

Se volete fare una pausa caffè o una sosta per il pranzo durante la visita, il MOA offre varie alternative che soddisfano i gusti di tutti. Il moderno café nella lobby offre splendide viste sul mare, ma se preferite il tè optate per la sala da tè del museo, dove sorseggiare del tè matcha accompagnato da un buon assortimento di dolci tipici.   In quanto alla proposta gastronomica troverete il ristorante giapponese “Hana-no-Chaya”, che propone un menù tipicamente tradizionale, con anche proposte dolci, e un ristorante specializzato in soba, il “Soba no Bo”. Il ristorante Au Mirador, invece, propone una cucina fusion francese-giapponese.

Informazioni generali per la visita

Aperto dalle  9:30 alle 16:30 è chiuso tutti i giovedì.

Il biglietto di ingresso costa 1.600 yen, con riduzioni per i bimbi a seconda dell’età. È possibile avere uno sconto acquistando il biglietto in anticipo presso gli hotel o le agenzie della città.

Come arrivare

Il MOA Museum of Art si raggiunge in una decina di minuti di autobus dalla stazione di Atami. La linea è quella diretta a MOA Bijutsukan; una volta a bordo, scendete all’ultima fermata. Il biglietto della corsa singola costa 170 yen, ma volendo potete usare il pass del bus turistico Yuyu Bus, sebbene questa linea non fermi al museo.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!