Ginzan Onsen

Un gioiellino incastonato tra le montagne della Prefettura Yamagata, dove il paesaggio è un mosaico di tonalità verdeggianti, che in inverno però si tinge di un bianco candido per via delle abbondanti nevicate. Tra i piccoli vicoli si respirano atmosfere del Giappone di un tempo e un profumo intenso di zolfo: Ginzan Onsen è una famosa località termale frequentata da tanti turisti in cerca di una vacanza all’insegna di relax, natura e benessere.

Il nome Ginzan Onsen letteralmente significa, “terme della montagna d’argento”, un nome che si collega alle radici della cittadina, nata come villaggio di lavoratori delle vicine miniere. Il lungo e affascinante passato emerge passeggiando per i vicoli del centro, su cui si allineano locande e dimore tradizionali in legno che costeggiano le acque cristalline del fiume Ginzan.

Ideale per una fuga romantica o anche solo un’escursione giornaliera, Ginzan Onsen è un luogo che di certo vi conquisterà: i suoi paesaggi fiabeschi invernali, lo stile di vita rilassato e la deliziosa gastronomia la rendono una meta imperdibile.

Cosa fare e cosa vedere a Ginzan Onsen

Ammirare gli edifici storici del centro

Il centro di Ginzan Onsen è interamente pedonale, con piccole stradine in cui è piacevole passeggiare tra ryokan storici in legno che si sviluppano su tre o quattro piani, ricchi di dettagli tradizionali che racchiudono una velata nostalgia delle epoche passate. L’unica eccezione è il ryokan  Fujiya, un hotel moderno costruito recentemente dall’architetto Kuma Kengo, che però ha saputo mescolare elementi contemporanei ad altri tradizionali in modo da mantenere l’armonia del paesaggio urbano.  Nella bella stagione vedrete molti turisti passeggiare con indosso il loro yukata, mentre fanno tappa negli onsen della città e si fermano nelle botteghe artigianali per fare acquisti e nei ristorantini per assaggiare specialità della cucina locale. Il centro di Ginzan Onsen è particolarmente magico alla sera, quando le stradine e i ponti si illuminano e le luci degli edifici si riflettono sulle acque del fiume che attraversa il centro. In inverno l’atmosfera suggestiva è ancora più accentuata dalla neve che si deposita sui tetti e i viali della cittadina, mentre i vapori fuoriescono dagli onsen rendendo il paesaggio quasi incantato.

Rilassarsi negli onsen

Attorno al centro della città si trovano tre stabilimenti termali pubblici dove ci si può concedere un bagno caldo all’aperto o al chiuso pagando una quota di circa 300-500 yen.

Il più popolare è Shirogane-yu, noto per il suo design e le vasche panoramiche al secondo piano da cui si possono ammirare le foreste e le montagne che circondano la città.

In alternativa ci sono tanti ryokan della città che consentono anche a coloro che non soggiornano nella struttura di accedere all’onsen pubblico pagando un biglietto di ingresso che può variare dai 300 ai 1.500 yen. Tra i ryokan che più vi consiglio ci sono:

Takimikan

Un noto ryokan che offre un onsen all’aperto con viste sensazionali sulla natura attorno alla città. Famoso è anche il ristorante di soba della struttura, dove potete assaggiare questa specialità in abbinamento all’ingresso all’onsen.

Senkyo no Yado Ginzanso

Questo ryokan offre sia vasche all’aperto che interne, ma per gli ospiti è possibile concedersi un bagno in totale privacy prenotando una stanza con vasca all’aperto privata.

Notoya Ryokan

Il Notoya Ryokan è prima di tutto un bellissimo gioiello architettonico, che vanta vasche esterne e interne con vista sulla cascata della città e un onsen a forma di grotta che può essere prenotato per uso privato.

Fujiya Ryokan

Essendo il più moderno dei ryokan di Ginzan Onsen, il Fujiya Ryokan offre una grande varietà di vasche, sia all’aperto che interne, realizzate con rocce, legno e bambù per aggiungere un tocco tradizionale. Le vasche si possono prenotare per un uso privato.

Passeggiando per la città troverete anche delle piccole vasche pubbliche per i piedi da usare gratuitamente: si rivelano particolarmente comode per riposare le gambe dopo una lunga camminata.

Cascate e miniere al Parco Shirogane

Ginzan Onsen non è sinonimo solo di terme, in quanto i paesaggi naturali circostanti offrono tante possibilità per praticare attività sportive o semplicemente passeggiare nella natura.  A pochi passi dal centro si trova il Parco Shirogane, che comprende la spettacolare cascata  Shirogane-no-Taki, alta 22 metri, posta nelle vicinanze delle vecchie miniere d’argento. Costruite 500 anni fa durante il Periodo Edo, le miniere si raggiungono con un breve percorso a piedi dalle cascate e possono essere parzialmente visitate: i tunnel sono illuminati e accessibili per circa 20 metri.

Come arrivare

Se viaggiate in treno da Tokyo prendete la linea JR Yamagata Shinkansen fino alla stazione di Oishida e da qui proseguite sull’autobus diretto per Ginzan Onsen. In totale il viaggio richiede poco più di 4 ore. Il percorso in treno può essere incluso nel pass Japan Rail Pass, JR East Tohoku Area Pass o JR East South Hokkaido Pass.

Se invece preferite l’aereo, l’aeroporto più comodo per raggiungere Ginzan Onsen è quello di Yamagata, ben collegato alle città di Tokyo, Osata e Nagoya con diversi voli giornalieri. Dall’aeroporto sono disponibili due corse giornaliere in autobus per Ginzan Onsen; il tragitto richiede in totale un’ora e mezza circa.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!