Dove dormire a Dublino

Dublino è una città grande e variegata, ma in generale i turisti optano per alloggiare nelle aree intorno al centro per essere vicini alle attrazioni e ai luoghi della vita notturna, sfruttando così al meglio la propria vacanza. C’è da dire poi che a Dublino, a differenza di altre capitali, il centro storico coincide con la zona della movida, quindi la scelta è davvero semplice!

L’unica valutazione da fare riguarda il budget: la zona del centro è infatti molto cara quindi mettete in conto di dovervi anche allontanare verso quartieri limitrofi per trovare una struttura a prezzi più accessibili. Non preoccupatevi invece dei trasporti: la città dispone di una rete efficiente e ampia e anche le zone più decentrate sono ben servite dai mezzi pubblici.
Se avete già deciso di trascorrere le prossime vacanze a Dublino, eccovi una guida completa sui migliori quartieri in cui alloggiare.

Temple Bar e Trinity College

Sitato nel cuore di Dublino, a sud del fiume Liffey, Temple Bar è un quartiere pittoresco, con le sue stradine acciottolate risalenti al 1700 e alcuni dei luoghi storici più importanti della città. Ma Temple Bar è anche il centro principale della vita notturna della città: nel weekend i numerosi pub della  zona si affollano di turisti e giovani del posto, quindi il divertimento per chi alloggia qui è assicurato, così come i rumori notturni. Molti hotel, ostelli e B&b si trovano infatti proprio sopra i pub, quindi se avete il sonno leggero forse è meglio optare per un’altra zona. Le sistemazioni della zona sono tra le più costose della città e anche le soluzioni più semplici hanno un prezzo più alto rispetto alla media di altri quartieri.

Ma d’altra parte alloggiando qui sarete a pochi passi dalle principali attrazioni della città, tra cui ci sono la Gallery of Photography dove scoprire la Dublino di un tempo, il birrificio della Guinness, la piazza Meeting House Square che nel weekend ospita il mercato di prodotti tipici, la Christ Church Cathedral, vicino all’area del primo insediamento vichingo, la Cattedrale di St. Patrick e l’imponente Dublin Castle. Se avete pochi giorni questo è di sicuro il quartiere ideale ed è particolarmente consigliato ai giovani, a chi predilige un’atmosfera vivace e ama trascorrere le serate al pub. In particolare nella stagione estiva e in occasione del St. Patrick’s Day le sistemazioni di questa zona si riempiono in fretta, quindi è bene prenotare con largo anticipo.

Se preferite un’area più tranquilla, ad est trovate il campus del Trinity College, mentre poco più a sud del centro ci sono i viali dello shopping Grafton Street e Nassau Street, dove troverete sistemazioni più silenziose e prezzi leggermente più bassi, insieme a tanti negozietti vintage e boutique di marche internazionali.

St. Stephen’s Green

A sud del Trinity College, si estende una piccola zona compresa tra Grafton Street e il parco di St. Stephen’s Green, l’area verde più famosa della città, dove in estate la gente del posto si ritrova per un picnic o una passeggiata all’aperto. Questo quartiere è uno più eleganti e caratteristici di Dublino, con le sue spettacolari dimore georgiane, concentrate soprattutto attorno a Merrion Square, oggi convertite in appartamenti, hotel e B&B. Se avete in programma una vacanza romantica o viaggiate con dei bambini, questa tranquilla zona ricca di verde, di eleganti caffetterie e boutique fa al caso vostro. Alloggiando qui sarete inoltre vicini al centro, che potete raggiungere comodamente con i mezzi o a piedi. Con una breve passeggiata potete visitare il Grand Canal, dove fare piacevoli passeggiate fino a Portobello, la sede del Parlamento Leinster House e, più a sud, i raffinati ristoranti e hotel di Ballsbridge.

O’Connell Street – North City Centre

A nord del fiume Liffey si trova O’Connell Street, una scelta ideale per chi vuole risparmiare alloggiando una zona leggermente decentrata, ma ben collegata al centro.  O’Connell Street pullula di negozietti e centri commerciali, che rendono l’area particolarmente vivace e affollata durante il giorno. È perfetta per chi ama lo shopping, ma ospita anche diversi monumenti e musei situati nella parte nord, mentre dirigendovi verso ovest lungo il fiume si raggiunge il quartiere italiano, riconoscibile dalle caffetterie e ristoranti di specialità del Bel Paese dove sedersi a mangiare o a bere un espresso nei tavolini all’aperto.

Parnell Street, sempre in questa zona, è un altro viale da non sottovalutare: qui si concentra un mix eterogeneo di ristoranti internazionali e pub.