Cosa vedere a Dublino

Situata in un’ampia baia, Dublino era in passato la seconda città dell’Impero britannico, un ruolo importante che ha lasciato in eredità una graziosa architettura georgiana e pittoreschi parchi. Terra di scrittori, intellettuali e poeti, Dublino affascina da sempre gli appassionati di letteratura e cultura con le sue tante attrazioni, ma non mancano svaghi e divertimenti in perfetto stile irlandese. Se avete in programma un viaggio a Dublino, eccovi una guida alle attrazioni da non perdere.

Trinity College

Il Trinity College è probabilmente il luogo migliore da cui iniziare la visita di Dublino. È nel cuore della capitale ed è la più antica università d’Irlanda, fondata nel 1592 dalla regina Elisabetta I e frequentata da studenti quali Oscar Wilde e Jonathan Swift, autore dei “Viaggi di Gulliver”. Il Trinity College conserva parte del suo antico complesso che include piazze acciottolate, giardini e parchi ed è famoso in tutto il mondo per la sua collezione di grandi tesori che includono il Libro di Kells un manoscritto miniato medievale considerato un capolavoro dell’arte celtica. La maestosa Long Room del XVIII secolo racchiude oltre 200.000 dei libri più antichi di Trinity College.

Temple Bar

Il quartiere di Temple Bar si trova appena a sud del fiume Liffey ed è un reticolato di stradine lastricate e stretti vicoli fiancheggiati da boutique, caffè, gallerie, ristoranti e pub ed è il centro della vita notturna di Dublino. Offre tante attrattive, con artisti di strada, mercati, gallerie d’arte, ma il cuore della zona sono, come suggerisce il nome, i bar molti dei quali propongono musica dal vivo tradizionale irlandese.

Grafton Street

Ad una breve passeggiata a sud dal Trinity College si trova la principale via dello shopping di Dublino, Grafton Street, dove verrete accolti da una statua di Molly Malone, protagonista dell’omonimo e non ufficiale inno di Dublino. La via è sempre vivace ed è una calamita per i musicisti di strada e gli appassionati di shopping che troveranno una vasta gamma di boutique, gioiellerie e grandi magazzini tra cui il lussuoso Brown Thomas. Qui ha sede anche l’Oriental Café di Bewley, un’istituzione di Dublino dal 1927.

St Stephen’s Green

Pochi passi da Grafton Street vi conducono a Fusilier’s Arch, l’ingresso principale di St. Stephen’s Green, il parco più famoso di Dublino e un’oasi di tranquillità lontano dal trambusto del centro città. Quando il tempo lo permette, riposatevi sui prati verdi o fate un picnic, ma in tutte le stagioni concedetevi una passeggiata sui sentieri tra fontane, parchi giochi per bimbi e laghi popolati da anatre.

The Little Museum of Dublin

The Little Museum of Dublin è un must per coloro che sono interessati all’evoluzione di Dublino e dei suoi abitanti nel corso del secolo scorso attraverso cimeli, fotografie e manufatti frutto di donazioni. L’impressionante collezione, allestita nelle stanze di una bella casa georgiana, comprende un leggìo usato da JFK nella sua visita in Irlanda del 1963 e copie di documenti storici importanti.

Palazzo del Parlamento Irlandese e Kildare Street

Kildare Street è sede del Parlamento Irlandese (Dáil Éireann). Il Palazzo del Parlamento era un tempo noto come Kildare House da James Fitzgerald, il conte di Kildare, che ne commissionò la costruzione nel 1745. Sul lato opposto si trova una succursale del Museo Nazionale d’Irlanda (Archeologia) con eccezionali mostre permanenti e nelle vicinanze potete visitare la Biblioteca Nazionale.

National Gallery of Ireland

La Galleria Nazionale Irlandese espone la migliore collezione di arte irlandese al mondo insieme a una straordinaria collezione di arte europea che spazia dal Medioevo ai giorni nostri. Le collezioni includono il Museo Yeats, sette sale dedicate all’arte irlandese, una sezione dedicata a pittori italiani e altre sale interessanti.

Merrion Square

Accanto alla National Gallery si trova Merrion Square, la più grande piazza georgiana di Dublino ritratta in innumerevoli immagini e cartoline della città. Al suo centro c’è un grazioso parco con una statua dello scrittore più famoso di Dublino, Oscar Wilde. Fare una piacevole passeggiata in questa piazza è come viaggiare indietro nel tempo, grazie alle magnifiche dimore che la circondano.

Phoenix Park e Zoo di Dublino

Il Phoenix Park è uno dei più grandi parchi urbani in Europa e ospita tante attrattive, tra cui la residenza ufficiale del Presidente dell’Irlanda e numerose residenze storiche. Centinaia di cervi vagano per il parco, dove si può passeggiare tra prati e giardini eleganti, ma l’attrazione principale è lo Zoo di Dublino, il secondo zoo più antico d’Europa. Tra gli altri animali rari ed esotici ci sono leoni asiatici, elefanti, rettili, oranghi, tigri, ippopotami e pinguini. I servizi includono ristoranti, aree giochi per bambini e una fattoria per i più piccoli.

Kilmainham Gaol

Kilmainham Gaol è una prigione risalente al 1789 ed è davvero un sito famoso nella storia dell’indipendenza irlandese: fu qui che i capi dei ribelli del 1916 furono prima incarcerati e poi giustiziati per alto tradimento. La mostra racconta come fossero le condizioni e delinea la lotta per l’indipendenza irlandese; è possibile prendere parte a visite guidate per vedere i vari ambienti del carcere.

Cattedrale di San Patrizio

La Cattedrale di San Patrizio è la cattedrale nazionale della Chiesa d’Irlanda. Secondo la tradizione qui fu dove San Patrizio battezzò i convertiti al cristianesimo nel 450 d.C. Costruita tra il 1220 e il 1260, nel corso dei secoli la cattedrale venne ampliata e arricchita: a metà del 1700 fu costruito il campanile, e alla fine del 1800 vi furono sostanziali ristrutturazioni. Qui è sepolto lo scrittore de “I Viaggi di Gulliver” Jonathan Swift. 

Castello di Dublino e Biblioteca Chester Beatty

Il Castello di Dublino fu sede dell’amministrazione centrale durante i 700 anni di dominio britannico fino al 1922. Attualmente, il castello è utilizzato principalmente per occasioni cerimoniali, mostre e persino concerti, ma è possibile visitare i sontuosi appartamenti assieme ad una serie di musei, tra cui la Biblioteca e museo Chester Beatty. Il museo, fondato nel 1953 da un americano residente a Dublino, Chester Beatty, presenta una raffinata collezione di arte orientale e diverse raccolte di manoscritti, libri e testi antichi, dipinti giapponesi, volumi islamici e molto altro.

Guinness Storehouse

L’attrazione turistica più popolare di Dublino è una struttura interattiva a sette piani che mostra la storia e il processo di produzione della birra più famosa d’Irlanda, la Guinness. I tour guidati includono una visita dei vari ambienti del birrificio e una degustazione al bar all’ultimo piano che offre viste panoramiche su Dublino.

Ha’Penny Bridge

Il pittoresco ponte di Wellington, inaugurato nel 1816, fu il primo ponte pedonale di Dublino e fino al 1919 veniva richiesto un pedaggio di mezzo centesimo (half penny) a chiunque volesse attraversarlo. Nonostante l’abolizione del pedaggio, il soprannome del ponte “ha’penny”, abbreviazione di “half penny”, rimase. La struttura conserva circa l’85 percento delle sue originali decorazioni in ferro e un ottimo modo per ammirarlo è con un giro in barca. 

Irish Whiskey Museum

I tour di un’ora al Museo del Whiskey Irlandese di Grafton Street offrono un viaggio divertente e interattivo attraverso la storia del whisky irlandese. Le guide illustrano la storia del whisky partendo dai primi tentativi di distillazione del popolo irlandese per poi ripercorrere l’ascesa e la caduta dell’industria del whisky in un ambiente che ricrea fedelmente un tipico bar irlandese. I tour terminano con una degustazione.

Docklands

I Docklands sono un’area di Dublino che si estende su entrambi i lati del fiume Liffey, dal Talbot Memorial Bridge verso est fino al 3Arena. Recentemente le grandi aziende internazionali hanno stabilito la loro sede qui, trasformando l’area in un nuovo centro moderno e vivace. Sono nati vari luoghi di intrattenimento tra cui gallerie d’arte, teatri, ristoranti e locali serali e per chi ama le attività all’aperto nella bella stagione è possibile noleggiare kayak. Inoltre Docklands si trova a solo una breve passeggiata dal centro della città.

Cattedrale di Cristo

Restaurata nel XIX secolo, la Cattedrale di Cristo è costruita sul sito della prima chiesa di Dublino, fondata nel 1028. La grande navata sfoggia magnifici archi gotici e qui potete vedere la replica della tomba del leggendario conquistatore normanno Strongbow, che è sepolto altrove nella cattedrale.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).