Cosa vedere a Corfù

Nel cuore del mare Adriatico, l’isola greca di Corfù è stata sotto il dominio di molte culture e nazioni diverse e questo le ha conferito un patrimonio storico e culturale affascinante. La città di Corfù è il più grande centro abitato dell’isola, ma ci sono molti altri monumenti storici, villaggi di pescatori, strutture religiose e spiagge che attirano i visitatori. Scoprite tutte le meraviglie di quest’isola greca attraverso una guida alle principali cose da vedere a Corfù. 

Città di Corfù

L’incantevole città di Corfù è un labirinto di vicoli acciottolati ed eleganti edifici di epoca veneziana, molti dei quali oggi ospitano taverne di pesce e negozi di souvenir e artigianato. Il centro storico, che si sviluppa attorno all’Esplanade, una vasta piazza verde, è un vero gioiello Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Di particolare significato in questa zona c’è il Palazzo di San Michele e San Giorgio, o Palaia Anaktora, che fu costruito 1800 e oggi ospita le vaste collezioni del Museo di Arte Moderna. C’è inoltre una serie di chiese, come la Chiesa di San Spyridon, facilmente riconoscibile per la sua torre campanaria. Una passeggiata sul lungomare permette di raggiungere il porto, da cui salpano traghetti regolari per Igoumenitsa, sulla terraferma greca, e barche giornaliere per escursioni.

Kassiopi

Nel nord-est dell’isola, 36 chilometri a nord della città di Corfù, questo tradizionale villaggio di pescatori ha mantenuto le sue atmosfere rilassate nonostante la sua popolarità. Affacciato su un grazioso porto pieno di barche da pesca in legno, offre una buona scelta di taverne di pesce e caffè molto popolari tra gli stranieri. Le origini di Kassiopi risalgono all’incirca al III secolo a.C. e una fortezza bizantina si erge ancora su una collina che domina la città e le sue spiagge. Le spiagge di ciottoli bianchi e il meraviglioso mare blu turchese offrono svariati tipi di attività come l’equitazione, le immersioni subacquee e il nuoto.

Palazzo Achilleion

Uno degli edifici più belli di Corfù è il Palazzo Achilleion, situato appena fuori dal villaggio di Gastouri, 10 chilometri a sud-ovest della città di Corfù. L’opulento palazzo neoclassico fu costruito nel 1890 dall’imperatrice d’Austria Elisabetta di Baviera (Sissi), amante della bellezza e della mitologia greca che volle dedicare questa sua residenza estiva proprio alla figura di Achille. Chi visita il palazzo avrà l’opportunità di esplorare le stanze sontuose e i rigogliosi giardini arricchiti di palme e sculture, tra cui una raffigurazione della morte di Achille.

Paleokastritsa

Paleokastritsa è un piccolo villaggio nel nord-ovest dell’isola, a 25 chilometri dalla città di Corfù. Sebbene vi siano numerosi monasteri e chiese di importanza storica, le principali attrazioni di questa località sono le sue spiagge. Paleokastritsa racchiude un tratto di costa frastagliata con sei baie profonde che ospitano incantevoli spiagge accarezzate da un mare cristallino. Una passeggiata abbraccia la costa, offrendo la possibilità di camminare accanto alla sabbia e godere di viste meravigliose sul mare. È un posto perfetto per una vacanza balneare, dove nuotare, andare in barca a vela o rilassarsi in spiaggia.

Canal D’Amour, Sidari

Sulla punta nord-occidentale dell’isola, a circa 20 minuti a piedi dal piccolo villaggio di Sidari, il Canal d’Amour è una delle principali meraviglie naturali di Corfù. Il Canal de l’Amour è una stretta insenatura creata da imponenti scogliere di arenaria tra le quali si nasconde la piccola e incantevole spiaggia di Sidari. Oltre a rilassarsi in spiaggia potete nuotare attraverso tunnel e grotte per fantastiche esplorazioni subacquee. L’attrezzatura per lo snorkeling può essere noleggiata sulla spiaggia dove sono disponibili anche lettini e ombrelloni.

Monastero di Vlacherna

Uno degli edifici più iconici, e strettamente associato alla storia di Corfù, è il monastero di Vlacherna che si trova su una piccola isola al largo della costa. Per accedere all’isola, che è quasi interamente occupata dal monastero stesso, si deve camminare lungo lo stretto molo che porta dalla costa a Vlacherna. La luminosa architettura bianca del monastero di Vlacherna, costruito alla fine del 1600 e usato come monastero fino a 1980, si staglia sullo sfondo delle acque blu che lo circondano, creando un’immagine spettacolare. Oggi solo la chiesa inclusa nel monastero è ancora funzionante e aperta al pubblico.

Palia Perithia (Vecchia Perithia)

Per chiunque sia interessato alla storia o semplicemente affascinato dalla cultura tradizionale dell’isola, una delle principali attrazioni di Corfù è Palia Perithia. Questo villaggio è il più antico di Corfù, sebbene sia quasi completamente abbandonato. Situato alla base del Monte Pantokrator, venne fondato come un luogo sicuro in quanto offriva un controllo visivo sul mare ma al tempo stesso non lo si riusciva a vedere dalla costa. La vecchia Perithia vanta ancora otto chiese e più di 100 case tradizionali. Passeggiando potrete incontrare alcuni dei pochi abitanti che ancora vivono qui e cenare nelle taverne del villaggio.

Monte Pantokrator

La vetta più alta di tutta Corfù è il Monte Pantokrator, che rende la montagna un punto di riferimento facilmente identificabile. Dalla cima del monte è possibile vedere tutta Corfù e per arrivarci potete intraprendere una bella escursione che richiede in media due ore, ma è anche possibile guidare fino ai pressi della vetta. In cima sorge anche una chiesa del 1600, testimonianza del forte legame tra le montagne e la spiritualità nella cultura greca.

Myrtiotissa

Spiaggia deserta a Corfù.
Spiaggia deserta a Corfù.
Mirtiotissa è un paradiso sabbioso circondato da un paesaggio magico di rigogliose scogliere verdi e acque cristalline. Myrtiotissa è una delle spiagge più popolari di Corfù e prende il nome dal bellissimo monastero di Myrtiotissa che si erge sui pendii della montagna verde, alcuni metri sopra il mare. Si tratta di una spiaggia selvaggia, perfetta per chi predilige una zona dal carattere incontaminato, tuttavia tenete presente che non ci sono strutture turistiche né servizi disponibili in loco. Si può raggiungere la spiaggia in autobus e una volta arrivati proseguire attraverso un sentiero che porta direttamente alla spiaggia.

Agios Giorgios Pagi

Agios Georgios Pagi è una località piacevole e tranquilla collocata in una splendida baia a 35 km a nord-ovest della capitale dell’isola di Corfù. È un paradiso per le famiglie e per chi desidera una vacanza tutta dedita al relax. Le sue spiagge dorate si estendono per cinque chilometri, con verdi colline e pini sullo sfondo e acque color smeraldo. Potete praticare sport acquatici, windsurf, lunghe immersioni e nuoto nelle limpide acque. La cittadina offre un’ampia scelta di taverne, ristoranti e alcuni negozi di souvenir.

Capo Drastis

Se amate i paesaggi naturali unici e selvaggi, salite fino al punto più settentrionale dell’isola, il Capo Drastis, situato dopo il villaggio di Peroulades, a una distanza di 38 km dal centro della città di Corfù. Sulla cima del promontorio vedrete uno scenario che sembra irreale con le impressionanti scogliere e le acque blu del mare, il tutto immerso in un paesaggio verde lussureggiante. È possibile arrivarci in barca o a piedi attraverso un bellissimo sentiero che passa accanto alla costa.

Isola di Vidos

A poca distanza dalla città di Corfù c’è la minuscola isola boscosa di Vidos. I traghetti salpano dal porto di Corfù di frequente durante la giornata, raggiungendo l’isola con una traversata di 10 minuti. L’isola è la dimora eterna di migliaia di soldati serbi morti durante la Seconda Guerra Mondiale e ospita un monumento dedicato ai caduti e diversi edifici storici. C’è una taverna sul molo, ma la principale attività è un’escursione a piedi attraverso l’isola che permette di arrivare a due incantevoli spiagge.

Porto Timoni Beach

Porto Timoni Beach è una spiaggia unica, nascosta e poco conosciuta, situata a breve distanza dai villaggi di Agios Georgios Pagi e Afionas. In realtà ci sono due diverse spiagge che sono separate da una piccola striscia di terra: quella più piccola è Limni mentre quella più grande è Porto Timoni.

Offrono uno scenario meraviglioso con le colline traboccanti di vegetazione che finiscono in queste due spiagge che sono raggiungibili a piedi attraverso un sentiero o in barca.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).