Cosa vedere a Rodi

Con le sue famose rovine archeologiche e le belle spiagge, Rodi è una delle principali destinazioni turistiche in Europa. È tra le isole più grandi della Grecia e offre ai viaggiatori l’opportunità unica di coniugare una vacanza culturale ad un viaggio di relax e natura. Se siete curiosi di sapere quali meraviglie vi attendono a Rodi, eccovi una guida sulle migliori cose da vedere a Rodi.

Città Medievale di Rodi

La città vecchia di Rodi, racchiusa tra possenti mura, è la più grande città medievale di tutto il continente europeo. È considerata una delle più importanti eredità culturali a livello internazionale ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1988. Le stradine, l’architettura classica, le chiese medievali e i ponti conferiscono un’atmosfera unica alla città vecchia che evoca un’epoca lontana. Il Palazzo dei Grandi Maestri è uno dei più grandi edifici eretti nel Medioevo ed è l’attrazione principale di questa zona.

Lindos e Acropoli di Lindos

Situata a 50 km a sud della città di Rodi, Lindos è una destinazione turistica popolare per le sue antiche rovine e le grandi spiagge. Con una storia che risale al X secolo a.C., un tempo Lindos era un importante centro commerciale vantava un grande complesso di templi caduti in rovina durante il primo periodo medievale: oggi ciò che ne resta è un importante sito archeologico, l’Acropoli di Lindos. Situato su una collina con belle viste sul mare, si compone di colonne bianche e i resti del tempio di Atena Lindia. La spiaggia di Lindos è particolarmente affollata durante il periodo estivo: le profonde acque blu della baia offrono lo scenario da cartolina tipico della Grecia.

Tsambika Beach

La spiaggia di Tsambika è considerata una delle spiagge più belle di Rodi: acque turchesi lambiscono questa distesa di sabbia dorata lunga quasi un chilometro. La spiaggia di Tsambika è dominata da un promontorio su cui sorge il monastero di Tsambika. Per via delle acque basse e calme è un buon posto in cui le famiglie possono divertirsi al sole, distendersi sotto l’ombrellone o praticare sport acquatici.

Baia di Anthony Quinn

Anthony Quinn ha girato diversi film in Grecia e durante le riprese a Faliraki l’attore ha acquistato questa baia, che in origine si chiamava Vagies Bay. Si trova a breve distanza da Faliraki e per il suo scenario roccioso e l’acqua color smeraldo, è considerata una delle baie più belle di Rodi. La baia è un popolare posto d’ormeggio per barche a vela e piccole imbarcazioni.

Faliraki

Faliraki è la località balneare più famosa di Rodi ed è frequentata particolarmente da giovani e da amanti della vita notturna per le tante feste e i locali serali. Di giorno si può invece oziare sotto gli ombrelloni sulla spiaggia di Faliraki o dedicarsi a tante altre attività: dallo shopping al bungee-jumping, Faliraki offre davvero di tutto, persino un grande parco acquatico con una sezione speciale per i bambini.

Antica città di Kamiros

Kamiros è un’antica città, oggi sito archeologico, sulla costa nord-occidentale di Rodi ed è una delle tre città doriche che un tempo formavano la città-stato di Rodi, ma venne poi abbandonata. Omaggiata da Omero nelle sue opere, le foreste la nascosero interamente fino a quando non furono scoperte antiche tombe nel 1929 e si avviarono così gli scavi che portarono alla luce i resti della città.

Petaloùdes, la valle delle farfalle

A soli 15 chilometri a sud-ovest della città di Rodi troverete un luogo di incomparabile bellezza naturale, circondato da colline e con innumerevoli alberi e ruscelli. Da giugno a settembre la Valle delle farfalle è piena di farfalle colorate che scelgono proprio questo luogo per riprodursi. È l’ideale per trovare pace e relax durante le calde giornate estive, e nella zona c’è anche un ristorante e un negozio di articoli da regalo.

Terme di Kallithea

Le sorgenti di Kallithea si trovano nella baia di Kallithea, a soli 9 km dalla città di Rodi. Conosciute fin dall’antichità per le loro proprietà terapeutiche, le sorgenti termali di Kallithea furono utilizzate dagli italiani all’inizio del XX secolo, attirando visitatori da tutto il mondo. Oggi gli stabilimenti termali ristrutturati di Kallithea sono ancora una delle attrazioni più popolari dell’isola di Rodi.

Epta Piges (Sette Sorgenti)

Epta Piges si trova 30 chilometri a sud-est della capitale dell’isola, in una posizione meravigliosa che la rende una vera e propria oasi naturale e un rifugio fresco per sfuggire al caldo estivo. È infatti una grande area boschiva in cui si trovano sette sorgenti che si riversano in un piccolo lago abitato da oche e anatre. Le sorgenti sono raggiungibili con sentieri di trekking che permettono di esplorare l’intera area e concedersi una giornata nella natura. C’è anche un ristorante in loco.

Afandou

Il villaggio di Afandou colpisce per la bellezza dei paesaggi che lo circondano e per la sua storia singolare. È stato fondato in tempi in cui le isole del Mediterraneo erano soggette ad attacchi dei pirati, un’epoca in cui si lasciavano le coste per cercare rifugio nell’entroterra. Il villaggio di Afandou prende il nome dalla parola “áfandos”, che in greco significa “invisibile“, proprio perché non si vedeva dal mare. Si trova a 5 km da Faliraki ed è incastonato in una sontuosa cornice di alberi da frutto e ulivi, ma ha anche una bellissima spiaggia che si estende per oltre 3 km. È una meta perfetta per chi vuole un assaggio della Rodi autentica, passeggiando nel piccolo centro del villaggio, tra botteghe, taverne e mercati di artigianato.

Kolymbia

La località balneare di Kolymbia offre atmosfere tranquille e hotel e servizi pensati per famiglie e viaggiatori adulti. La spiaggia è ampia e attrezzata oltre che meno caotica rispetto ad altre spiagge di Rodi e la posizione comoda tra Lindos e la città di Rodi la rende un’ottima base per esplorare l’isola.

Parco Rodini

Il Parco Rodini è un vero paradiso terrestre a soli 3 km dalla città di Rodi, lungo l’autostrada Rodi-Lindos. È tra i parchi più antichi del mondo ed è famoso per la sua fitta vegetazione. Il paesaggio idilliaco creato dai piccoli ponti, laghi e una rete di sentieri stretti merita sicuramente una visita.

Porto di Mandraki

Il porto di Mandraki è il porto turistico di Rodi e uno dei tre porti dell’isola. Si pensa che una delle sette meraviglie del mondo antico, il Colosso di Rodi, una statua del dio del sole Elio alta 30 metri, sorgesse proprio in questo porto. I viaggiatori oggi troveranno all’ingresso sculture di cervi, mulini a vento medievali e la fortezza di San Nicola. Yacht, navi da crociera e pescherecci condividono il porto, mentre tra i vicoli ci sono negozi, un casinò e un acquario.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).