Tempio Ryozenji

Il Tempio Ryozenji rappresenta l’inizio e la fine del famoso cammino spirituale di Shikoku, un epico pellegrinaggio lungo 1.200 km che circumnaviga completamente Shikoku, facendo tappa in 88 templi associati al monaco Kobo Daishi, fondatore del Buddismo Shingon. Questo itinerario che in genere viene completato in 2 mesi circa, offre a fedeli e amanti del trekking la possibilità di sentirsi esploratori e avventurarsi in scenari naturali dalla bellezza struggente, tra montagne di foreste verdi, piccole cittadine intrise di tradizioni e risaie terrazzate.

Il tempio più vicino a Koyasan

Il Tempio Ryozenji, situato nella città di Naruto vicino alla città di Tokushima, non serve solo come punto di partenza e di arrivo del pellegrinaggio di Shikoku. Molti fedeli, infatti, concludono o iniziano il loro pellegrinaggio con una visita al tempio Koyasan, il complesso più sacro del buddismo di Shingon in quanto considerato luogo della “meditazione eterna” di Kobo Daishi e tra gli 88 templi del cammino spirituale, Ryozenji è quello più vicino a Koyasan, per questo rappresenta una base perfetta e propiziatoria da cui partire. Tuttavia non incontrerete solo fedeli: il percorso è anche popolare tra coloro che desiderano semplicemente fare un’escursione giornaliera e avere un assaggio del pellegrinaggio con la visita di quattro o cinque dei templi che in una giornata si possono raggiungere comodamente partendo proprio dal Ryozenji.

Visitare Ryozenji

Anche se non siete in procinto di effettuare il cammino, visitare il tempio vi trasporta in un’atmosfera solidale e accogliente, tipica dei luoghi visitati da tanti pellegrini. E molto probabilmente, a seconda della stagione in cui viaggiate, vi capiterà di vederne qualcuno, riconoscibile dalle vesti bianche: la conferma di una spiritualità ben radicata, nonostante il progresso tecnologico del paese.

Il via vai di turisti e pellegrini non toglie nulla alla solennità di questo luogo, che si presenta con un’elaborata porta in legno all’ingresso, sculture sacre e sale di preghiera dai dettagli ispirati alla tradizione. Come la maggior parte dei templi in Giappone, le strutture del complesso del Ryozenji sono delle ricostruzioni risalenti al 1964: quelle originali sono state danneggiate da incendi e terremoti nel corso dei secoli. L’indaffarato negozietto del tempio vende i classici incensi, amuleti e talismani portafortuna ma anche tutto il necessario per i pellegrini: vesti bianche, cappelli di paglia intrecciati, i bastoni da trekking e altri accessori utili.

Giardini incantevoli

Concludete la visita al tempio con una passeggiata nei giardini di Ryozenji, dove il sentiero vi condurrà attraverso angoli di verde dominati da bonsai e composizioni di rocce, lanterne in pietra che illuminano la strada per raggiungere una piccola cascata che si apre tra la vegetazione, un laghetto in cui nuotano le immancabili le carpe colorate e una splendida pagoda a due piani.

Come arrivare

La stazione più vicina è quella di Bando, dalla quale il tempio dista appena 10 minuti. Dalla stazione di Naruto prendete un treno fino alla stazione di Ikenotani e da qui proseguite su un’altra linea diretta alla stazione di Bando. L’intero viaggio dura tra i 30 e i 45 minuti e si può utilizzare il Japan Rail Pass.

In alternativa, se preferite un collegamento diretto, gli autobus che dalla stazione di Naruto conducono alla stazione di Itano (linea Oasa) fermano a Ryozenji lungo il percorso. Il viaggio dura circa 25 minuti e la fermata dell’autobus designata è Ryozenji-mae.

Informazioni generali per la visita

Il tempio Ryozenji resta aperto tutti i giorni dalle 7:00 alle 17:00 ed è visitabile gratuitamente.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).