Shiratani Unsuikyo

Rocce ricoperte da muschio, cedri antichissimi e un’ambientazione suggestiva e lussureggiante che ha ispirato il film d’animazione dello Studio Ghibli, la “Principessa Mononoke”. Un dedalo di sentieri escursionistici attraversa lo splendido e incontaminato Shiratani Unsuikyo, uno dei parchi naturali più facilmente accessibili di Yakushima, che occupa una valle dal fascino misterioso richiamando appassionati di trekking e tutti coloro che desiderano trascorrere un pomeriggio a contatto con la natura senza dover affrontare lunghi percorsi faticosi.

La foresta della Principessa Mononoke

Una delle attrazioni principali di Shiratani Unsuikyo è una parte della foresta che è servita come ispirazione per il film d’animazione Studio Ghibli Mononoke Hime (Principessa Mononoke) e visitando questo luogo coglierete sicuramente le sue atmosfere incantate e fiabesche: gli antichi e imponenti cedri che sembrano sfiorare il cielo e le rocce ricoperte di muschio brillante danno la sensazione che qui l’orologio si sia fermato da secoli e la natura regni praticamente indisturbata. Oga Kazuo, l’artista principale del film d’animazione, ha trascorso molto tempo qui a lavorare sugli schizzi per ritrarre le foreste che hanno fatto da sfondo a numerose scene. Anche se non siete appassionati di film d’animazione, vale la pena guardare quest’opera prima di visitare la Shiratani Unsuikyo anche solo per constatare la somiglianza e l’estrema cura al dettaglio dell’artista.

Scegli il tuo percorso

Il parco è attraversato da una rete di sentieri che si presentano in ottime condizioni e offrono percorsi di varia lunghezza e durata, con circuiti che vanno da una a cinque ore, ma siete liberi di avventurarvi e cambiare rotta durante la passeggiata, grazie anche alla segnaletica in inglese presente in ogni area della foresta che vi faciliterà nell’orientamento. Alcuni sentieri risalgono al periodo Edo e conservano il loro aspetto “vintage” mentre i quelli più recenti sono pavimentati in pietra o ricoperti da passerelle in legno, perciò potete immergervi anche in diversi tipi di atmosfere e contesti. È possibile ottenere una mappa dei sentieri al centro visitatori posto all’ingresso.

Il percorso più breve e popolare parte nei pressi del parcheggio e della fermata dell’autobus del parco, dove vedrete un piccolo edificio che ospita il centro visitatori e la segnaletica che introduce alla passeggiata. Seguite il sentiero che si snoda per un primo tratto sul lato del fiume fino a raggiungere il bivio per il cedro Yayoisugi (contrassegnato sulla mappa in rosso come “Sentiero escursionistico Yayoi”), un particolare tipo di cedro endemico di Yakushima.

Il sentiero Yayoi vi condurrà su una passeggiata della durata di 30 minuti attraverso la rigogliosa foresta di cedri, passando accanto al gigantesco tronco del Yayoi-sugi a circa metà percorso; poco prima del ponte sospeso Satsuki-tsurihashi il sentiero torna indietro verso l’ingresso principale, ma ci sono deviazioni che vi consentono di esplorare altre zone del parco.

Se avete tempo vi consiglio di trascorrere qualche istante in più in questa foresta, la cui bellezza è difficile da descrivere a parole. La sensazione che proverete a camminare sotto i maestosi cedri verdi è pura emozione, così come vedere il muschio verdeggiante che drappeggia ogni superficie e le goccioline di umidità che scendono da rami rintoccando nel silenzio della foresta. Fasci di luce del sole filtrano occasionalmente tra le fronde degli alberi e illuminano i massicci tronchi rossi e la superficie di piccoli ruscelli e cascate che si fanno strada tra le rocce. Semplicemente sensazionale.

Incredibili panorami

Se vi è possibile seguite il percorso per arrivare al belvedere Taiko Iwa, un grande sperone roccioso che regala viste sublimi su tutta la foresta e sulle montagne di Yakushima.

Il percorso è in questo caso più indicato per coloro che hanno un discreto livello di forma fisica, in quanto è il più lungo e molti tratti sono in salita.

Un gigante tra i giganti

All’estremità del parco si trova un sentiero che conduce al Passo Tsuji Toge e che vi porterà al leggendario Jomon Sugi, il più grande cedro di Yakushima, un gigante che si stima abbia tra i 2.000 e i 7.000 anni. La camminata è piuttosto lunga e richiede dalle 5 alle 6 ore a tratta.

Come arrivare

Shiratani Unsuikyo si trova a 30 minuti di auto dal porto di Miyanoura. Da qui è disponibile un servizio di trasporto in autobus con partenze poco frequenti (ogni 1-2 ore circa).

Informazioni generali per la visita

Il parco è sempre aperto e ha un costo di ingresso di 500 yen.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).