Shikoku Mura

Sui pendii verdeggianti del Monte Yashima si trova il villaggio Shikoku Mura, un museo a cielo aperto che offre l’occasione di ammirare storici edifici in stile tradizionale e immergersi nella cultura e nell’arte giapponese. Le trenta strutture che compongono il villaggio risalgono a varie epoche tra il 1600 e il 1900 e sono state trasferite qui da diverse regioni dell’isola di Shikoku nel tentativo di preservarle e mostrarle al pubblico. Oggi il villaggio, assieme al monte Yashima, offrono l’opportunità di una bella escursione giornaliera dalla vicina città di Takamatsu.

Visitare Shikoku Mura

Visitare il villaggio consente di osservare edifici di varia tipologia, dalle fattorie ai magazzini, dai teatri a strutture come ponti e fari. Persino la stessa biglietteria è ospitata all’interno di un “tomariya” una sorta di antenato del pub dove gli uomini dei villaggi si ritrovavano alla sera per bere sakè e socializzare.

Si ha inoltre l’opportunità di prendere parte a laboratori artigianali per vedere come vengono prodotti alcuni alimenti come lo zucchero e la salsa di soia.

Il ponte kazurabashi

Una delle attrattive del villaggio è un ponte in legno di vite originario della remota Valle Iya nella Prefettura di Tokushima, un luogo dalla storia intrisa di vicende leggendarie. Si narra che in seguito alla Battaglia di Yashima del 1185, i superstiti del clan sconfitto si nascosero proprio tra le montagne di questa valle e i ponti vennero costruiti per potersi spostare più facilmente tra le ripide pareti rocciose delle gole. Il ponte non è solo in esposizione ma lo si può attraversare per provare a catapultarsi indietro nel tempo.

Il teatro kabuki

A pochi passi dal ponte si trova il teatro kabuki proveniente dal piccolo villaggio di Obu, sull’isola di Shodoshima. Si tratta di un palcoscenico ampio, coperto da un tetto in paglia che un tempo ospitava le performance di kabuki offrendo momenti di intrattenimento per i contadini e i cittadini del villaggio. Ancora oggi l’edificio viene usato per spettacoli di kabuki all’aperto in certe occasioni di festa, grazie all’ampia arena con posti a sedere che è stata aggiunta dinanzi al palcoscenico.

I magazzini

Tra gli edifici del villaggio ci sono anche tanti magazzini e uno di quelli che maggiormente catturerà a vostra attenzione è l’originale magazzino del riso della regione di Marugame: le sue mura imponenti di argilla servivano a proteggere le scorte da incendi e animali. Passeggiando nel villaggio avrete modo di ammirare magazzini di varie epoche, realizzati con materiali e forme diversi a seconda dell’utilizzo che se ne doveva fare.

Con la sua forma conica anche il magazzino della canna da zucchero non passa inosservato e vi consiglio di entrare per ammirare i bellissimi interni in legno. Altre strutture di interesse sono le case popolari in cui vivevano e lavoravano i pescatori e un magazzino del 1800 originario di Hikeda e destinato a conservare la salsa di soia. 

Fari e altri edifici

I fari sono un altro elemento ricorrente nel villaggio: ne potete ammirare uno proveniente da Okunoshima e un secondo che un tempo si trovava a Capo Esaki.

A pochi metri potete inoltre osservare la residenza di un custode del faro che venne trasferita qui da Nabeshima: fu progettata nel 1871 dall’architetto inglese R. H. Brunton, colui che ha costruito ben 26 fari in stile occidentale in tutto il Giappone.

Infine tra gli altri elementi che potrete ammirare nel villaggio ci sono delle fattorie e dimore tradizionali dal tetto in paglia, un ponte in pietra ad arco e una cascata ornamentale realizzata dallo scultore Masayuki Nagare.

Una delle peculiarità del villaggio è che non si limita a mostrare soltanto l’aspetto esterno delle strutture, ma ne illustra anche il funzionamento e l’utilizzo attraverso pannelli informativi, oggetti e reperti disposti negli edifici e sistemi ancora attivi: potrete vedere un mulino e una birreria artigianale in funzione, passeggiare in sale da tè storiche dal pavimento in tatami e osservare utensili di uso quotidiano.

La Shikoku Mura Gallery

All’interno del villaggio è allestita anche una galleria d’arte moderna realizzata dal famoso architetto giapponese Tadao Ando e inaugurata nel 2002. La galleria espone una collezione di dipinti, sculture, bronzi, opere calligrafiche e ceramiche ad opera di artisti moderni giapponesi e stranieri, tra cui ci sono anche Picasso, Monet e Renoir. L’ampia terrazza della galleria offre viste spettacolari su tutto il villaggio e sul paesaggio circostante e in alcune occasioni è teatro di eventi e concerti speciali.

La bellezza della natura

Oltre agli edifici, è piacevole camminare attorno al villaggio Shikoku Mura grazie al paesaggio naturale che abbraccia questo luogo e che si sviluppa tra piccole foreste di bambù, ruscelli di acqua cristallina e piante che assumono colori diversi in ogni stagione, regalando una cornice particolarmente emozionante in autunno.

Nella parte nord del villaggio si trova anche un giardino floreale in stile inglese che offre un bellissimo contrasto con gli elementi più tradizionali giapponesi.

Il santuario Yashima

Il Shikoku Mura dista pochi passi dal vasto complesso del Santuario Yashima perciò vi consiglio di approfittare dell’escursione per visitare anche questo luogo, dove troverete altre bellissime sorprese e luoghi affascinanti da scoprire. Proprio accanto all’entrata del santuario si colloca un’ex residenza in stile occidentale risalente agli inizi del 1900 dalla quale è stato ricavato un cafè dal design moderno. Il vicino ristorante Waraya Udon Restaurant è una tappa popolare per assaggiare la specialità tipica della zona a base di sanuki udon.

Come arrivare

Shikoku Mura si può raggiungere dalle stazioni di Takamatsu utilizzando i treni Kotoden o JR. nel primo caso partite dalla stazione Takamatsu-Chikko prendendo una linea diretta alla stazione Kawaramachi e qui cambiate proseguendo sulla linea Shido Line fino alla stazione Kotoden Yashima, dalla quale il villaggio dista pochi minuti a piedi. Ci sono partenze frequenti e il viaggio dura circa 30 minuti.

Se possedete il Japan Rail Pass potete approfittare per prendere un treno JR dalla stazione di Takamatsu in direzione di Tokushima, scendendo alla stazione Yashima. Il viaggio in questo caso è diretto e richiede appena 15 minuti, ma la stazione si trova leggermente più distante da Shikoku Mura ed è necessario passeggiare per 15-20 minuti per arrivare al villaggio.

Informazioni generali per la visita

Il villaggio Shikoku Mura è aperto tutti i giorni per le visite dalle 8:30 alle 18:00, con chiusura leggermente anticipata di mezz’ora in inverno da novembre a marzo. Il costo di ingresso è di 1.000 yen.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).