Scogliere Kitayamazaki

Un meraviglioso scenario roccioso e frastagliato che si estende per otto chilometri nella parte settentrionale della Costa Sanriku: le imponenti scogliere Kitayamazaki incantano ogni anno tantissimi turisti con le loro pareti alte quasi 200 metri che si tuffano a strapiombo in un mare blu turchese. Il loro paesaggio aspro appare quasi desolato e malinconico, ma basta osservarlo meglio per scorgere macchie di vegetazione oltre le rocce, rododendri che fioriscono in estate e nidi di uccelli marini che qui vivono indisturbati. Per chi visita Costa Sanriku, le scogliere Kitayamazaki sono una meraviglia assolutamente da non perdere.

Visitare le scogliere Kitayamazaki

Il punto migliore per avere una panoramica completa delle scogliere è l’Osservatorio Kitayamazaki, un’area verde posta a nord, dove ci sono tre piattaforme di osservazione che consentono di godersi viste mozzafiato su questo luogo. In questo parco si trovano anche alcuni ristoranti, negozietti di souvenir e alloggi per chi vuole soggiornare in zona.

Una serie di percorsi a piedi che conducono a vari punti panoramici e ad una scalinata molto ripida che scende verso il mare. In alcune giornate invernali la nebbia avvolge l’orizzonte creando un’atmosfera malinconica mentre quando il cielo è limpido potrete ritrovarvi ad ammirare splendidi tramonti e scorgere in lontananza il Faro Todogasaki, nella punta orientale dell’isola Honshu.

Crociere turistiche

Un’altra alternativa per ammirare le scogliere, è direttamente dal mare, salpando a bordo di crociere turistiche che partono dai moli accanto alla stazione di Shimanokoshi, pochi chilometri a sud delle scogliere. Le crociere vengono effettuate nella bella stagione, indicativamente da fine aprile ai primi di novembre con quattro tour giornalieri al costo di circa 1.500 yen. La durata della crociera è di quasi un’ora, durante la quale avrete modo di cogliere appieno la grandiosità delle scogliere, ammirandole dal basso.

Scogliere Unosu

Dieci chilometri a sud delle scogliere Kitayamazaki, si trovano le altrettanto famose scogliere Unosu che offrono uno scenario simile estendendosi su 4 km di costa, con pareti rocciose alte 200 metri che scendono a picco nel mare. Anche in questo caso troverete dei punti di osservazione a sud delle scogliere che vi permetteranno di avere una visuale completa su tutta la costa rocciosa. Noterete che qui il paesaggio si presenta leggermente più “popolato”: Unosu significa “nido dei cormorani”  proprio perché queste scogliere sono particolarmente amate dai cormorani, che le hanno trasformate nel loro nido assieme ad aquile e altri uccelli marini.

Come arrivare

Per raggiungere le scogliere  Kitayamazaki con il trasporto pubblico, prendete la linea Sanriku Railway da Miyako fino alla stazione Tanohata e da qui ci sono dei taxi condivisi o un classico taxi che in 20 minuti vi condurranno alla costa.  Se invece avete intenzione di fare una crociera per vedere le scogliere, con la stessa linea ferroviaria Sanriku Railway scendete alla stazione di  Shimanokoshi e da qui proseguite per qualche minuto a piedi fino ai moli.

Un’altra alternativa è il noleggio di auto che offre decisamente una maggiore autonomia e comodità.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!